La voce del destino di Marco Buticchi

Il commento...

“La voce del destino”
di Marco Buticchi


Acquista su laFeltrinelli/IBS/inMondadori

“Non mi chiamo Mel: quello è il soprannome con cui sono conosciuta tra i miei amici di strada. È il diminutivo di Mélodie, che si riferisce alle mie capacità vocali. Il mio vero nome è Luce de Bartolo. Sono nata a Junin, in Argentina, nel 1926…”

Oswald Breil (celebre eroe dei romanzi di Buticchi) e sua moglie Sara Terracini salvano da un attentato un senzatetto: è così che incontrano una donna e il segreto che questa custodisce. La clochard, ormai anziana, vive di espedienti per le strade di Parigi: un presente, il suo, che nulla ha in comune con il passato, neppure il nome.

Oggi, infatti, la donna è conosciuta come Mel, ma lei è Luce de Bartolo, la famosa cantante lirica -nota in tutto il mondo- di cui si sono perse le tracce tempo addietro.

A Oswald e Sara, Luce racconterà la sua giovinezza, fatta di successo e clamore, ma anche di un’amicizia profonda che l’ha legata a una delle icone del Novecento, quell’Eva Duarte che poi sposerà il colonnello Juan Domingo Perón, diventando per tutti Evita.

Alle vicende personali s’intreccia la storia politica del secolo scorso, indagata nelle sue pieghe più oscure e insondate, a cominciare proprio dall’Argentina di Perón, dove pare che molti ex ufficiali e criminali di guerra tedeschi avessero trovato rifugio negli anni successivi al conflitto, coperti dalla connivenza delle autorità, che in cambio chiedevano il pagamento di somme cospicue. Quel denaro avrebbe formato un tesoro segreto, nascosto in una sconosciuta banca svizzera e ambito da molti. Per venirne in possesso, è necessario recuperare tre chiavi: una appartiene a Luce, quest’insospettabile donna vestita di stracci...

Fra passato e presente, a percorrere le pagine del romanzo e le storie che qui si raccontano c’è l’ideologia nazista, vista come la fonte sempre rinnovata di un male assoluto che nel corso del tempo trova nuovi alleati e nuovi paesi in cui proliferare. A dare unità a uno scenario che mette insieme Europa e Argentina, passando per il Vaticano e per gli ambienti dell’alta finanza, è un oggetto dal forte valore simbolico: la leggendaria spada di Longino, che si dice trafisse il costato di Cristo.

Francesca M

© 2012 - 2014 imieilibri.it


L’autore-  
Marco Buticchi nasce a La Spezia nel 1957 e vive a Lerici. Ha lavorato come trader petrolifero presso una multinazionale, il che lo ha portato a viaggiare in Medio Oriente, Africa, Europa e Stati Uniti. Al suo attivo i romanzi “Il cuore del profeta”, “L’ordine irreversibile”, “Le pietre della luna”, “Menorah”, “Profezia”, “La nave d’oro”, “L’anello dei re”, “Scusi bagnino, l’ombrellone non funziona!”, “Il vento dei demoni” e “Il respiro del deserto”.


Marco Buticchi, “La voce del destino” - Edito da Longanesi
disponibile online su:
- laFeltrinelli
- IBS
- inMondadori

 

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...