“I nuovi alfabeti della biblioteca”

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > happening > incontri letterari > manifestazioni a tema > news mondo editoriale > scuole, corsi e laboratori
Questo evento si è tenuto dal 15 marzo 2012 al 16 marzo 2012 presso Fondazione Stelline (Milano) (tutta la giornata).
L'evento...

“I nuovi alfabeti della biblioteca”

Giovedì 15 e venerdì 16 marzo al Palazzo della Fondazione Stelline di Milano (in corso Magenta 61) si discute de “I nuovi alfabeti della biblioteca”, in due giorni densi di convegni, incontri, seminari e mostre per capire come sta cambiando una delle più importanti istituzioni culturali -la biblioteca, appunto- nell'era del digitale.

Le nuove tecnologie e il loro potenziale rivoluzionario nell'impatto sui processi di ricerca e apprendimento, ma anche sulle modalità di indicizzazione e di accesso al materiale, sono da sempre il filo conduttore degli appuntamenti che di anno in anno si sono succeduti presso la sede della Fondazione Stelline.

Nell'edizione 2012 si prosegue nello stesso solco e, con profondità ancora maggiore, si tenterà di andare alle radici del sistema biblioteca, individuandone gli alfabeti, cioè quegli elementi fondativi che ne definiscono l'identità e ne permettono l'espressione. Non si tratterà, dunque, solo di capire quali sono le nuove forme attraverso cui la biblioteca si comunica in ambiente digitale, ma si aprirà un fronte di analisi più ampio, in direzione della filosofia stessa della biblioteca.


Nella mattinata di giovedì 15, dopo l'inaugurazione dei lavori con il saluto delle autorità (ore 9:30),  in Sala Manzoni si parlerà di “Scenari e tendenze”, con gli interventi di:

- Maurizio Ferraris, “Documentalità: l'esplosione della scrittura e l'avvenire della memoria”
- Riccardo Ridi, “Mezzi, fini, alfabeti: le nuove filosofie della biblioteca”
- Maurizio Vivarelli, “Tra immagine e parola. Alfabeti e linguaggi nelle biblioteche e nelle istituzioni della memoria”

Alle 12:30 spazio all'intervista -in videoconferenza- a David Lankes, autore di “Atlas of New Librarianship”, mentre alle 13 ci sarà la visita a Bibliostar, un'esposizione di servizi, tecnologie e arredi per le biblioteche.

Alle 14:30 si riparte in Sala Manzoni, con la tavola rotonda “Esplorando nuovi sentieri”, coordinata da Claudio Martino, direttore settore Cultura e Beni culturali della Provincia di Milano. Intervengono:

- Riccardo Pozzo, “World Digital Library: dialogo interculturale nello spazio 3.0”
- Gino Roncaglia, “Semplicemente connettere: la biblioteca come produttrice di contenuti”
- Piero Cavaleri, “Oltre lo specchio: la biblioteca dalla mediazione all'interpretazione”
- Giuseppe Vitiello, “Il tradimento dei chierici: le biblioteche al bivio tra cooperazione e vantaggio competitivo”
- Alberto Salarelli, “Biblioteconomia e information science: diversi linguaggi per due naturali alleati?”
- Valeria Baudo, “Imparare un nuovo linguaggio per comunicare e ricercare”

Inoltre, in Sala Volta una sessione parallela (con inizio sempre alle ore 14:30), ospita la tavola rotonda “La Regina è la Storia”, coordinata da Luisa Finocchi della Fondazione Mondadori, e dedicata all'analisi di “Alfabeti, tecnologie e professioni al servizio della narrazione”. L'introduzione è affidata a Claudio Gamba (Direzione generale Istruzione, Formazione e Cultura della Regione Lombardia), mentre gli interventi saranno quelli di:

- Goffredo Fofi, “Storie a fumetti: l'unica forma d'arte del nostro tempo”
- Riccardo Cangini, “Storie giocate: videogiochi per raccontare”
- Alberto Rollo, “Storie animate: l'esperienza della Pixar e la «cultura creativa»”
- Paolo Ferri, “Intervallo. Il mistero del libro scomparso”
- Dario Picciali, “Storie vere: un topo bianco da Milano a Los Angeles”
- Adolfo Frediani, “Storie scomposte: app, tablet e la lettura non lineare”

Studiosi ed esperti del settore bibliotecario si confronteranno anche nella giornata di venerdì 16, in Sala Manzoni. Si comincia alle 9:30 con la tavola rotonda “Linguaggi e strumenti”, che, coordinata da Claudio Gamba, vedrà intervenire:

- Anna Lucarelli, “Universo digitale e nuovi percorsi dell'indicizzazione: l'interazione possibile fra diversi strumenti della conoscenza”
- Mauro Guerrini e Tiziana Possemato, “Linked data: un nuovo alfabeto del web semantico”
- Antonella De Robbio, “Forme e gradi di apertura dei dati: i nuovi alfabeti dell'Open Biblio tra scienza e società”
- Maria Cassella, “Nuovi alfabeti nella comunicazione scientifica: Open Access, canali comunicativi per le comunità di ricerca e sostenibilità economica a medio e lungo termine”
- Bonaria Biancu, “Identity management: un utente/una password per l'accesso alle risorse e ai servizi online”
- Valeria Roncuzzi, “Codice QR: una nuova guida ai servizi della biblioteca. Il caso dell'Archiginnasio di Bologna”

Nel pomeriggio, invece, a partire dalle 14:30, i lavori passano sotto la coordinazione di Massimo Belotti, direttore di “Biblioteche oggi”. Si discute di “Quando gli alfabeti diventano progetto”, con gli interventi di:

- Maria Stella Rasetti, “Comunicare la biblioteca all'epoca dei nuovi alfabeti: lallazioni ed esercizi tra nuovi lessici e vecchie sintassi”
- Laura Ballestra, “Educare a documentarsi: la biblioteca nei processi di ricerca e apprendimento”
- Cecilia Cognigni, “Dall'alfabetizzazione alla formazione lungo tutto l'arco della vita: spunti di riflessione ed esperienze”
- Laura Ricchina, “Gli alfabeti degli altri: il ruolo dei mediatori linguistici in biblioteca”
- Nicola Cavalli, “Nativi digitali: nuovi alfabeti per nuovi lettori”

Accanto ai convegni, diversi saranno gli incontri e i seminari a tema. Fra questi, nella giornata di giovedì 15 segnaliamo: “La biblioteca: laboratorio delle tecnologie” (Sala Porta, ore 10:45), con la presentazione di progetti innovativi realizzati dalle biblioteche della provincia di Milano; e gli incontri in cui si discuterà di “E-reader, e-book e contenuti digitali per la ricerca” (Sala San Carlo Borromeo, ore 14:30), e di “Editoria elettronica ed e-learning nella gestione della conoscenza” (Sala Marinetti, ore 14).

Inoltre, sia giovedì 15 che venerdì 16 (Sala Toscanini, ore 12) doppio appuntamento con la presentazione di “Graficheincomune”, un archivio di immagini e un motore di ricerca in ambiente web per esplorare il patrimonio grafico degli istituti culturali di Castello Sforzesco.

Infine, venerdì alle ore 10:45 (Sala Porta) quattro autori fanno il punto della situazione sul sistema bibliotecario partendo dai propri libri: ospiti di Palazzo delle Stelline saranno Antonella Agnoli (“Caro sindaco, parliamo di biblioteche”), Cecilia Cognigni (“La biblioteca raccontata a una ragazza che viene da lontano”), Stefano Parise (“Dieci buoni motivi per andare in biblioteca”) e Carla Ida Salviati (“La biblioteca raccontata agli insegnanti”).

Per i due giorni dei convegni, negli spazi della Fondazione Stelline si potrà poi visitare la mostra “Braille e altre chiavi di lettura. Metodi e tecnologie per non vedenti e ipovedenti”


Il programma completo de “I nuovi alfabeti della biblioteca” è scaricabile qui (in formato pdf).

La partecipazione ai convegni è gratuita, ma è necessario iscriversi compilando il form qui.  

Per informazioni
tel. 02.49581701/6
mail redazione@bibliotecheoggi.it

 

 


Evento organizzato da la Fondazione “Stelline”, corso Magenta, 61 e pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...