“La luce prima”

Francesca M Postato da Francesca M in Eventi > gruppi di letture/reading > incontri letterari > incontro con autori > presentazioni
Questo evento, inserito nell'ambito di Chi va in biblioteca non è un pesce fuor d'acqua , si è tenuto il 8 marzo 2012 presso Palazzo Ragazzoni, Sacile (Pordenone), alle 21:00.
L'evento...

Emanuele Tonon presenta

“La luce prima”

Giovedì 8 marzo a Sacile (provincia di Pordenone) arriva Emanuele Tonon con “La luce prima” (Isbn edizioni), romanzo poetico in cui traspare tutto l'amore di un figlio verso la propria madre.

La serata -in programma alle ore 21 presso Palazzo Ragazzoni- rientra nel ciclo “Appuntamento con l'autore”, inserito nella più ampia rassegna Chi va in biblioteca non è un pesce fuor d'acqua.

Presenta Massimiliano Santarossa.


Il Libro - Quando una madre non c'è più, lascia dietro di sé un vuoto fatto di molte cose. Cose anche semplici, quotidiane, forse banali, spesso sottovalutate. Le lavatrici azionate con la giusta combinazione, lavaggio, prelavaggio, centrifughe alla velocità che si conviene, ammorbidente e detersivo ognuno nel suo cassettino. E le lenzuola piegate prima di essere stese, che non strascichino a terra, a raccogliere sporcizia.

Quando una madre non c'è più, tutto questo viene a mancare. è un'alchimia sottilissima che impazzisce, crolla, si strappa. La lavatrice diventa un totem incomprensibile e ostile, le sue manopole altrettanti indovinelli da sfinge. E allora si prova, non si può far altro: si mette tutto insieme -mutande, maglioni, jeans, lenzuola-, si mischiano tessuti e colori, si sbaglia lavaggio. 

“La mia scienza è crollata davanti alle manopole della tua lavatrice. Tu eri invece maestra di lavatrici, astrofisica, e mi hai reso, poco fa, la misura esatta della mia ignoranza e del mio orgoglio.  Tu sapevi tutto, io nemmeno che esistesse il prelavaggio, che l'universo potesse girare a diverse velocità di centrifuga, in quella piccola lavatrice da poveri che eri riuscita a comprarti […]. Facevo cadere la polvere profumata come la scimmietta che sono. E tu, la mia mamma scimmia, non potevi più spulciarmi. Dov'eri tu, prima, mamma scimmia, mentre mi assalivano i pidocchi? Dov'era la tua mano misericordiosa mentre versavo l'ammorbidente nella vaschetta sbagliata?”

In “La luce prima” Emanuele Tonon mette a nudo una vicenda dolorosa e autobiografica, quella del rapporto con sua madre, scomparsa all'improvviso per una vena “scoppiatale” in testa, come scrive l'autore. Una dolcezza assoluta verso questa donna minuta -“la mia mamma piccola”-, stiratrice perfetta, umile e silenziosa, una “mamma scimmia” che accudisce i figli senza risparmiarsi sacrifici: a lei Tonon si rivolge spesso chiamandola “amore”, in un romanzo che è una lunga lettera, tenera e sofferta. Un grido d'amore -quello universale-, e di rabbia, quella contro il tempo che strappa via le persone.

L'autore
Nato a Napoli nel 1970, Emanuele Tonon vive in provincia di Gorizia. Esordisce in narrativa nel 2009 con il romanzo “Il nemico”, che diventa presto un caso letterario. Nello stesso anno, inoltre, vince il premio letterario “Esor-dire”.

 

 


Evento organizzato da Comune di Sacile e pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...