“Ananti de sa Ziminera” – III edizione

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > incontri letterari > incontro con autori > manifestazioni a tema > presentazioni
Questo evento si è tenuto dal 20 gennaio 2012 al 18 febbraio 2012 presso Bauladu, Milis, Narbolia, Nurachi, Tramatza (Oristano) (tutta la giornata).
L'evento...

“Ananti de sa Ziminera”

III edizione

Per il terzo anno consecutivo ritorna nella provincia di Oristano il festival letterario diffuso Ananti de sa Ziminera che, partito il 20 gennaio scorso, proseguirà fino al 18 febbraio con un ricco calendario di eventi che vedranno coinvolti i Comuni di Bauladu, Milis, Narbolia, Nurachi e Tramatza.

Come sempre (vedi l'edizione dello scorso anno), fil rouge della rassegna saranno i racconti recitati intorno al focolare, una tradizione appartenente alla società contadina locale e ben viva fino a qualche decennio fa, prima che il martellare mediatico della televisione imponesse forme di narrazione più veloci e passive, annullando progressivamente l'elemento della partecipazione umana. In un passato quasi del tutto dimenticato -eppure recente- il gesto del raccontare rappresentava un insostituibile momento di socializzazione, il collante delle relazioni interne al nucleo familiare, l'occasione per educare i più piccoli al rispetto delle regole del vivere sociale.

“Ananti de sa Ziminera” si propone di rievocare quel tempo del racconto grazie alla presenza di narratori d'eccezione -scrittori, poeti, cantautori, esperti di letteratura, linguisti, politici, uomini e donne impegnati nel sociale, e persone comuni-, che presenteranno libri di recente pubblicazione e offriranno spunti per riflettere su temi legati all'attualità e al territorio.
Ad arricchire la rassegna, oltre agli incontri con gli autori, ci saranno anche laboratori di scrittura creativa, spettacoli musicali, aperitivi a chilometro zero e un concorso letterario per ragazzi.

Per quanto riguarda la sezione del festival dedicata agli adulti, sabato 4 febbraio si fa tappa nel Comune di Narbolia: in mattinata (ore 10, Monte Granatico) laboratorio di scrittura creativa con Paolo Maccioni; mentre alle 18:30 (sempre al Monte Granatico) Luciano Marrocu e Pierpaolo Piludu raccontano “La Sardegna agli occhi dei viaggiatori dell'800 e del '900”, che iniziarono a guardare a questa regione come a una terra misteriosa da conoscere e studiare; in serata, infine, dopofestival d'autore (ore 21:30, Bar Sivori).

Si resta a Narbolia anche domenica 5 febbraio per l'incontro sul tema “Il ruolo della musica nella società contemporanea” (ore 17:30, Monte Granatico), che vedrà confrontarsi Pierpaolo Capovilla, frontman della rock-band “Il Teatro degli Orrori”, con Fabio De Luca, vice-direttore della rivista Rolling Stone Magazine. Coordina Diego Pani.

La grande letteratura è di scena venerdì 10 febbraio a Nurachi (ore 18:30, Museo Peppeto Pau), con un reading-spettacolo curato dalla compagnia teatraleFigli d'Arte Medas e basato sul libro “Paese d'ombre” di Giuseppe Dessì, vincitore del Premio Strega nel 1972. E in serata dopofestival d'autore alla Cantina Nuraghe & Pauli (ore 21:30).

Sempre a Nurachi, sabato 11 nuovo laboratorio di scrittura con Paolo Maccioni (ore 10, Biblioteca Comunale), mentre alle 18:30 (Museo Peppeto Pau) dialogo a due voci fra Michela Murgia -storica madrina del festival- e Concita De Gregorio, che parleranno di informazione, politica e attualità.

Le ultime due giornate di eventi, per quanto riguarda la sezione adulti, vedono protagonista il Comune di Tramatza.
Venerdì 17 tavola rotonda su “Il locale ed il globale nell'esperienza giovanile sarda”, con gli interventi di Franciscu Sedda, Alessandro Aresu e Mario Pireddu (ore 18:30, Casa Enna); a seguire, alle 21:30, dopofestival d'autore.

Sabato 18 ancora un laboratorio di scrittura creativa con Paolo Maccioni (ore 10, Biblioteca Comunale), prima dell'incontro con Imma Vitelli -corrispondente estero per Vanity Fair e da anni attenta osservatrice della realtà mediorientale-, insieme alla quale si parlerà di primavera araba partendo dalle pagine del volume “Tahrir. I giovani che hanno fatto la rivoluzione” (ore 18:30, Casa Enna).

Nella sezione ragazzi, giovedì 9 febbraio alla scuola primaria del Comune di Milis (ore 10) arriva Paola Alcioni con “Il segreto della casa abbandonata”, racconto avventuroso sulle vicende di alcuni ragazzini alle prese con una casa che nasconde un segreto e con misteriosi individui che si mettono sulle loro tracce. L'autrice sarà ospite del festival anche mercoledì 15 (Bauladu, ore 10, Centro servizi San Lorenzo) e giovedì 16 febbraio (Tramatza, ore 10, scuola primaria).

A incontrare i più piccoli ci saranno anche Mariella Marras, che ne “Il mondo con gli occhiali” ci mostra come potrebbe essere la realtà se osservata dal punto di vista degli altri (mercoledì 15 presso la scuola primaria di Narbolia, ore 10); e Gianfranco Liori con “Troppo mitico!”, storia di Salvatore, un ragazzino che si vede catapultato su un campo di calcio pur senza avere alcuna passione per questo sport (giovedì 16 presso la scuola primaria di Nurachi, ore 10).


Il programma completo del festival “Ananti de sa Ziminera” è consultabile anche qui in formato pdf.

Per informazioni
mail: anantidesaziminera@gmail.com
cell. 349. 3604398


 


L'evento è pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...