“Antologia di un’epopea contadina”

Francesca M Postato da Francesca M in Eventi > presentazioni
Questo evento si è tenuto il 1 luglio 2011 presso la spiaggia della borgata Valdesi di Mondello (Palermo), alle 18:30.
L'evento...

 “Antologia di un'epopea contadina”

nel nuovo appuntamento di “Libri liberi”

Moltitudini di uomini e di donne che l'altro ieri lottavano per la terra: le loro storie, spesso senza memoria, ritornano tra le pagine di “Antologia di un'epopea contadina”, volume che Dino Paternostro presenterà venerdì 1 luglio presso la spiaggia della borgata Valdesi di Mondello (frazione del Comune di Palermo).
L'incontro avrà inizio alle ore 18:30 e rientra nella rassegna Libri liberi, promossa dall'associazione Libera Palermo.


La storia fatta dai grandi personaggi e dalle imprese rumorose, con il popolo sempre un passo indietro, come fosse destinato a guardarla mentre gli passa davanti bella fatta e finita, la storia. Che il popolo, in certe cose, non può intervenire, se non per prenderne atto. Per registrare l'evento. Oh, sì, eccola la storia: è successa, lo posso confermare. Da sempre buon destinatario di storia, buon testimone oculare, mangianastri vivente. Di rado, invece, attore. Narratore, manco a parlarne.
Questo, almeno, è quanto vuol far credere la storia che strizza l'occhio ai grandi e lascia i piccoli in silenzio.

Recuperare una dimensione più obiettiva e articolata del fatto storico, sondando tutte le microonde che lo scuotono in profondità senza limitarsi ai macrofenomeni di superficie, significa operare un recupero della memoria, quella delle grandi masse popolari schiacciate dalla semplificazione e inghiottite da narrazioni uniformanti, calate su di loro dall'esterno.

Il popolo ha bisogno di raccontare se stesso. Vuole raccontare la sua storia, per salvarla dalla dimenticanza. E volumi come “Antologia di un'epopea contadina” sono ottimi strumenti per iniziare un percorso in tal senso.

Nata da un progetto del CEPES (Centro Studi ed Iniziative di Politica Economica in Sicilia) e curata dal giornalista e sindacalista Dino Paternostro, la pubblicazione si struttura come un'antologia di scritti, documenti di vario tipo e recenti studi orientati a far luce sulle lotte contadine che videro protagonista il popolo siciliano nel periodo tra il 1944 e il 1950, all'indomani della seconda guerra mondiale. Si trattò di mobilitazioni popolari dalle dimensioni ingenti, non scintille isolate ma grandi fuochi che accesero tutta l'isola e in alcuni casi -soprattutto nel biennio 1948-49- determinarono lo spopolamento di interi paesi, i cui abitanti si riversarono in massa nei feudi e nelle terre incolte, per occuparli. Qui, i contadini poveri e analfabeti -che non solo in Sicilia ma in tutta Italia costituivano una larga fetta della popolazione- si scrollavano di dosso la rassegnazione con cui certa retorica li dipingeva e lottavano per la libertà e il lavoro, per rivendicare diritti fondamentali. Tanti eroi senza nome stavano costruendo la democrazia, ma i libri di storia spesso mancano di pagine per ricordarlo.

 

 


Evento organizzato da associazione Libera Palermo e pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...