“Il colori dell’odio. Analisi di una passione e delle sue maschere” di Niels Peter Nielsen

Postato da Luisa in Eventi > presentazioni
Questo evento si è tenuto il 17 giugno 2011 presso la Casa della Cultura (Milano), alle 21:00.
L'evento...

I colori dell'odio.

Analisi di una passione e delle sue maschere

Venerdì 17 giugno alle ore 21.00  presso la Casa della Cultura di Milano la stessa Casa e il Centro Milanese di Psicoanalisi “Cesare Musatti presenteranno il libro I colori dell'odio. Analisi di una passione e delle sue maschere di Niels Peter Nielsen.

Interverranno durante la serata Giovanna Giaconia, Sandro Panizza e Giuseppe Pellizzari, tre dei migliori esperti italiani di psicoanalisi, modererà Paolo Chiari.

Durante la serata verranno proiettate, a fine documentativo, alcune interviste realizzate dall'autore in occasione della puntata dedicata ai gerarchi nazisti della trasmissione “Correva l'anno” in onda su Rai3.


Niels Peter Nielsen era uno psichiatra, specialista in psicologia clinica e psicoanalisi, membro dell'IPA, International Psycoanalytical Association e della SPI, Società Psicoanalitica Italiana. Ha vissuto per diverso tempo a Como lavorando all'interno di diverse istituzioni come responsabile delle strutture consultoriali e primario psichiatra.

E' stato anche docente presso la Scuola Italiana di Psicoanalisi di gruppo, IIPG. Tutta la sua carriera è stata testimonianza della fiducia da lui riposta nella psicoanalisi come mezzo per indagare a fondo e risolvere i problemi della psiche degli individui in difficoltà.

Il Professor Nielsen è scomparso nell'estate del 2010 lasciano un grande vuoto nella comunità dei suoi colleghi.

Quello che sarà presentato alla Casa della Cultura è l'ultimo libro di Nielsen, pubblicato postumo a febbraio 2011 dall'editrice Cortina secondo le ultime disposizioni del Professore sul letto di morte.

E' un testo che analizza l'odio come l'antitetica ma compensativa faccia dell'amore, un'emozione che è parte dell'uomo, ne muove e ne motiva le azioni. Secondo quanto sostenuto da Nielsen in questo suo studio l'odio rappresenta spesso l'ultimo baluardo che difende l'individuo dal definitivo crollo psicotico e dalla disintegrazione dell'Io.

Così come l'amore anche l'odio può essere considerato un'efficace bussola per orientarsi all'interno del percorso psicoanalitico e portarlo a buon fine: l'elaborazione dell'odio può avviare un processo evolutivo in quanto l'odio gratuito può essere trasformato in odio trasformativo, utile per iniziare un processo di cambiamento profondo dell'individuo.

Per parlare di questa importante forza, che può portare alla distruzione ma anche alla costruzione di qualcosa di nuovo, Nielsen ha “interpellato” molti autorevoli analisti, dall'immancabile Freud a Winnicot, da Lacan alla Klein ma anche poeti, scrittori, musicisti e filosofi, insomma tutte le personalità che possano aver in qualche modo sperimentato la potenza di questo sentimento.

Un viaggio attraverso i meandri più profondi della psiche, quindi, alla scoperta delle forze che agiscono dentro di noi e che possono portarci a cambiamenti davvero radicali della nostra esistenza.

 

 


Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...