I edizione della “Fiera dell’editoria meridionale e del libro”

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > incontri letterari > incontro con autori > manifestazioni a tema > presentazioni
Questo evento si è tenuto dal 10 giugno 2011 al 12 giugno 2011 presso Complesso Monumentale Santa Sofia (Salerno) (tutta la giornata).
L'evento...

I edizione della “Fiera dell'editoria meridionale e del libro” 

Dal 10 al 12 giugno il Complesso Monumentale di Santa Sofia, nel cuore del centro storico di Salerno, ospita la I edizione della Fiera dell'editoria meridionale e del libro, appuntamento che prevede un ampio spazio espositivo in cui saranno presenti le pubblicazioni di piccole e medie case editrici, e un ricco calendario di incontri e dibattiti, per scandagliare alcune tematiche di stretta attualità, in compagnia di personaggi di rilievo del panorama letterario e culturale del momento.

Tra gli obiettivi principali c'è certamente quello di portare a conoscenza dell'opinione pubblica le realtà imprenditoriali degli editori meridionali, che affrontando molte difficoltà contribuiscono alla diffusione della cultura nel nostro Paese; e ancora, l'intento di creare una sinergia con le istituzioni, in modo da contrastare la pericolosa regressione che il Paese sta attraversando, sia sul piano economico che su quello culturale e sociale.

Partendo da questi presupposti, ciascuna delle tre giornate della fiera si sviluppa intorno a un tema specifico.

Venerdì 10 si parte con la storia d'Italia: a 150 anni dall'impresa risorgimentale, l'unità non è ancora un'affermazione ma un interrogativo sul quale confrontarsi, aprendo dibattiti che superano l'attualità, o meglio l'arricchiscono, in direzione del recupero di un tempo lungo, inestricabile cumulo di passato, presente e futuro, di storia già fatta e di storia ancora da fare, fra nostalgie e rivendicazioni.

In mattinata -a partire dalle ore 10 e poi fino alle 13:30- ne discuteranno da una prospettiva più marcatamente storica Domenico Fisichella con “Il miracolo del Risorgimento”, Pino Aprile con Terroni, e Silvano De Luca con “Il golfo di Policastro dai moti risorgimentali del 1848 all'unità d'Italia”; ma ci sarà spazio anche per “l'italica parola” nei testi “Storia linguistica dell'Italia disunita” di Pietro Trifone, e “Vite per l'unità. Artisti e scrittori del Risorgimento civile” a cura di Silvia Tatti e Beatrice Alfonzetti.

Nel pomeriggio -dalle 15 alle 17:30- nell'ambito della sezione “Voci di dentro”, dedicata a giovani scrittori spesso esordienti, prosegue il filone storico Giuseppe Galzerano, con il volume “Michele Schirru. Vita, viaggi, arresto, carcere, processo e morte dell'anarchico italo-americano fucilato per l' «intenzione» di uccidere Mussolini”

Toccano invece corde narrative Andrea Tarabbia, che ne “La calligrafia come arte della guerra” ci presenta due bambine, orfane di una guerra senza fine, che in una scuola al confine fra due Stati imparano a calligrafare messaggi bellici sulle testate dei missili; gli “Echi dischiusi” di Elio Di Nunzio, a metà strada fra sogni, enigmi, reminescenze e sentimenti;  e “Vita e morte di un giovane impostore scritta da me, il suo migliore amico”, divertente biografia immaginaria che Cristiano De Majo affida alla voce narrante di un filosofo zelante, frustrato e rancoroso.

Dalle 18 alle 22 spazio poi alla sezione “Viva cultura”, dedicata a scrittori più noti, che hanno pubblicato con case editrici di livello nazionale. In questa prima giornata protagonisti la poesia di Franco Buffoni con “Biserta”; “Il mare della menzogna” di Elvira Santacroce, romanzo sulla silenziosa brutalità del matrimonio borghese; il pulp in salsa partenopea di Peppe Lanzetta conInferNapoli; e poi il mix di sport e anarchia che Otello Marcacci propone in “Gobbi come i Pirenei”, per dire che la mediocrità è forse l'unico antidoto contro la corruzione che investe ogni cosa.

Sabato 11 giugno si indagano invece le frontiere dell'editoria, fra tradizione e innovazione. In mattinata -dalle ore 10 alle 13:30- ci saranno gli interventi di Andrea Abate sul tema “Comunicazione e internet, necessità di una nuova (in)formazione”, e Gennaro Ascione che discuterà di “Editoria digitale e pubblicazioni scientifiche: appunti sull'asse produzione/consumo”. Il tema è ripreso anche nei volumi “La quarta rivoluzione” di Gino Roncaglia (sul fenomeno e-book), e “Storia degli editori italiani” di Nicola Tranfaglia.

Tra gli eventi del pomeriggio, nella sezione “Voci di dentro” –dalle ore 15 alle 17:30-, segnaliamo l’inchiesta sulle truffe delle compagnie aeree che Nadia Francalacci presenta nel volume “Paura di volare”, e “La bambina che disegnava cuori” di Lucrezia Lerro, storia di un amore cominciato sui banchi di scuola, tra due bambini di un paesino del Sud.

Nella sezione “Viva cultura” -dalle 18 alle 22- segnaliamo invece l’incontro con Barbara Di Gregorio, che nel suo “Le giostre sono per gli scemi” racconta del potere salvifico della fantasia, anche quando ci si deve confrontare con i tanti problemi di una famiglia con genitori assenti e figli che non vogliono crescere; e l'appuntamento con Maurizio De Giovanni che ne “Il giorno dei morti” ci guida tra le indagini del commissario Ricciardi, sullo sfondo della Napoli criminale degli anni Trenta.

L’ultima giornata della fiera analizza lo scottante rapporto fra criminalità e società, mettendo in evidenza l’estrema attualità di mali diffusi che minano e offendono la dimensione del vivere civile.

In mattinata -dalle 10 alle 13:30- quattro volumi per scavare nelle piaghe di Napoli, città magica e nera, affascinante e disperata allo stesso tempo. Partendo da “La peste” (scritto a quattro mani con Nello Trocchia) Tommaso Sodano parla dei giri d’affari che si concentrano intorno al traffico di rifiuti tossici in Campania, con l’imporsi di una mafia imprenditrice che prima scarica sostanze tossiche e poi ottiene gli appalti per la bonifica, con il beneplacito di una politica altrettanto corrotta. Coraggiosi investigatori infiltrati fra i narcotrafficanti sudamericani, che hanno trasformato Napoli nella capitale della cocaina, sono invece al centro di “Napoli in cronaca nera”, di Simone Di Meo e Giuseppe Iannini. Fa eco Marco Salvia, che ne “L'ultimo sangue. Camorra, vittime e carnefici” usa una lingua mista di italiano e dialetto per tracciare storie e luoghi di una Napoli popolata da sballati e diseredati. A chiudere la mattinata c'è Marcello Ravveduto, curatore del volume Strozzateci tutti: se il presidente del Consiglio ebbe a dire “Se trovo quelli che scrivono libri di mafia e vanno in giro in tutto il mondo a farci fare così bella figura, giuro che li strozzo”, ventiquattro autori impegnati contro la criminalità rispondono: bene, “Strozzateci tutti”.

Nel pomeriggio -dalle 15 alle 17:30- importanti gli incontri con uomini di legge, testimoni dall'interno dei problemi che affliggono il nostro sistema giudiziario: ci saranno i procuratori antimafia di Napoli -Giandomenico Lepore-, e di Salerno -Franco Roberti-, insieme al magistrato (che ha anche importanti esperienze nella scrittura) Gianrico Carofiglio.

Ancora, nella parte finale della serata -dalle 18 alle 22- segnaliamo la presentazione dei volumiGli ultimi di Pino Petruzzelli, storie di chi anche in mezzo alle difficoltà più terribili sceglie di combattere e conservare i propri valori; e “’Ngranghetown” di Paola Bottero, sorta di romanzo di formazione capovolto, con protagonista un bambino di dieci anni destinato a diventare il nuovo capo di un mondo governato dalle mafie unite. 


Il programma completo della “Fiera dell'editoria meridionale e del libro” è scaricabile qui in formato pdf.

La prima edizione della “Fiera dell'editoria meridionale e del libro” nasce dall'iniziativa dell'associazione culturale Nuova Officina onlus e della casa editrice millennium, fondata da Stefano Sabatino, direttore artistico della manifestazione.

 

 


Evento organizzato da Associazione culturale Nuova Officina onlus, casa editrice Millennium e pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...