V edizione del festival “Incontrarsi” a Salsomaggiore

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > gruppi di letture/reading > incontri letterari > incontro con autori > manifestazioni a tema > presentazioni
Questo evento si è tenuto dal 7 giugno 2011 al 12 giugno 2011 presso Salsomaggiore (Parma) (tutta la giornata).
L'evento...

V edizione del festival “Incontrarsi”

a Salsomaggiore

Avvolti in parole che parlano di storia, letteratura, poesia e attualità. Con un tocco di musica e la bellezza di uno straordinario palcoscenico naturale. L'esperienza è possibile a Salsomaggiore (PR) dal 7 al 12 giugno, nella
V edizione del festival “Incontrarsi”, che vedrà la partecipazione di giornalisti, scrittori, donne e uomini d'arte impegnati a dialogare sui temi più attuali del nostro tempo. Ma impegnati anche a far poesia, perché dalla bellezza dei versi non si prescinde.

Come di consueto, il festival è organizzato dall'Associazione “Incontrarsi a Salsomaggiore” e si avvale della direzione artistica di Mariangela ed Eleonora Guandalini, che definiscono la manifestazione “una finestra aperta sull’attualità e sul momento storico che stiamo vivendo”.

Fondamentale, in questo senso, riflettere su come cambia la società nel momento in cui si imbatte nel “diverso”, in colui che è portatore di tradizioni e culture o di impasti etnici che vengono da lontano, ma anche, magari, portatore di esperienze e di vissuti personali che contrastano con quelli della “norma” (intesa nel senso di maggioranza statistica, senza alcun giudizio di valore). Del resto, guardare all'evoluzione, al presente e al futuro che si sta costruendo, non è possibile senza una retrospettiva d'ampio raggio, senza il gesto di voltarsi all'indietro per recuperare i frammenti di un'identità che abbiamo perso o -che è quasi la stessa cosa- dimenticato.

La parola è il punto di partenza, qualsiasi partenza possibile, e mercoledì 8 giugno -ore 21, Piazza Berzieri- Piero Dorfles, Bruno Quaranta e Alessandro Zaccuri incontrano il pubblico in un confronto a tre sul tema “Cultura per la civiltà del dialogo”.

L'altro può essere il lontano nello spazio, lo straniero, oppure colui che sconta un debito nei confronti della società, società che in virtù di questo si crede spesso legittimata a privarlo di ogni cosa, perfino della sua intimità di uomo. Sabato 11 giugno -ore 11, gazebo viale Romagnosi- Guido Conti racconta “L'amore diverso”, quello di un omosessuale tra le mura di un carcere, dimensione che soffoca qualsiasi tipo di affettività degnamente vissuta.

Alle ore 18 -Palazzo ex Detraz- arriva invece Nicolai Lilin e con “Caduta libera” apre un mondo che conosciamo solo indirettamente, attraverso le poche e distratte parole dei media: è il mondo della seconda guerra cecena (1999-2006), un dramma dei nostri giorni che l'autore racconta senza filtri ideologici, lasciando spazio all'esperienza in prima persona, la sua esperienza di diciottenne nelle fila dell'esercito russo.

 

Diversità che viene dal mare, diversità che fa paura e va respinta lungo il confine delle coste: le odissee di tanti disperati che, sfidando pericoli di ogni sorta, cercano di raggiungere l'Italia sono al centro di “Tutti indietro”, libro che Laura Boldrini -portavoce dell'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Unhcr)- presenta venerdì 10 giugno alle ore 21 (Piazza Berzieri). “Immigrati o rifugiati, poco importa. Oggi in Italia è più semplice parlare di clandestini e rimandarli tutti indietro”, scrive la Boldrini.

Il confronto con una cultura “altra” dà spesso vita a luoghi comuni che domenica 12 giugno -ore 11, gazebo viale Romagnosi- Amara Lakhous decide di smascherare con l'arma dell'ironia e del grottesco presentando il suo “Divorzio all'islamica a Viale Marconi”, una sorta di commedia nera che mescola razionale e grottesco, amore, paura e idiomi diversi, in un impasto linguistico e culturale caotico e vitale, che alza il sipario sulle contraddizioni di un'Italia alle prese con il non facile problema della pacifica convivenza nella multiculturalità.

Ben radicato nella realtà di oggi anche il racconto che mercoledì 8 giugno -ore 18, gazebo viale Romagnosi- la giornalista Stella Pende fornisce in “Confessione reporter”. Dialogando con il deputato Giovanna Melandri, l'autrice parla delle piccole grandi prigioni in cui si dibatte quotidianamente il giornalista, intrappolato da una carta amata e odiata allo stesso tempo, una carta che gli permette di raccontare le storie di tutti, ma mai quella di se stesso.

E un giornalista, uno dei più coraggiosi, fu anche Walter Tobagi, assassinato da un gruppo terrorista di estrema sinistra -la Brigata XXVIII marzo- nel 1980. A tesserne la memoria, domenica 12 maggio -ore 18, Palazzo ex Detraz- ci sarà la figlia, Benedetta Tobagi, che nel libro “Come mi batte forte il tuo cuore” racconta una vicenda non solo personale ma pubblica, il volto di un'Italia violenta e troppe volte incapace di dar giustizia ai suoi morti.

 

Proprio alla storia d'Italia il festival “Incontrarsi” dedicherà grande attenzione, com'è inevitabile anche vista la ricorrenza dei 150 anni dell'unità nazionale. Giovedì 9 giugno se ne parlerà in compagnia di Antonio Caprarica e Giuliano Molossi -ore 18, gazebo viale Romagnosi-, per poi passare alle lectio magistralis tenute da Alessandro Barbero su Garibaldi -sempre giovedì, ore 21, Piazza Berzieri- e Cavour (venerdì 10 ore 17, gazebo viale Romagnosi). Venerdì si resta ancora in gazebo per ascoltare i patriottici proclami di Aldo Cazzullo (ore 18:30), autore del recenteViva l'Italia! .

 

Non mancherà poi lo spazio per la poesia, che apre e chiude il festival con i reading “La camera segreta” di Alberto Bevilacqua -martedì 7 ore 18, gazebo viale Romagnosi-, e “Femminile e singolare. Vedi alla voce poetessa” di Lella Costa (domenica 12 ore 21, piazza Berzieri).

Di grande suggestione, inoltre, il reading-spettacolo “Aspettando l'alba... L'Italia di Raffaele”, in programma sabato 11 a partire dalle 5 del mattino presso l'agriturismo “Il colore del grano” (per assistervi è necessario prenotarsi al numero 0524 580211).



Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito.

Per il programma completo del festival, consultate il sito ufficiale http://www.incontrarsiasalsomaggiore.org

 

 


Evento organizzato da Associazione "Incontrarsi a Salsomaggiore" e pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...