“La vita è una prova d’orchestra”

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > incontro con autori > presentazioni
Questo evento si è tenuto il 30 maggio 2011 presso Circolo dei Lettori, via Bogino 9 (Torino), alle 18:00.
L'evento...

Elena Loewenthal presenta

“La vita è una prova d'orchestra”

Storie che si incontrano. Nel confine tra malattia e sanità, superandolo.

Lunedì 30 maggio al Circolo dei Lettori di Torino Elena Loewenthal presenta il libro La vita è una prova d'orchestra”, uscito quest'anno per Einaudi nella collana “Supercoralli”.

All'appuntamento -che avrà inizio alle ore 18- prendono parte, insieme all'autrice, suor Giuliana Galli e Margherita Oggero.


“La finestra di un ospedale è la frontiera tra il fuori e il dentro. Certo, a posare i gomiti sul piano di marmo e appiccicare il naso al vetro, si vedrebbero tante cose. Le anime di chi si muove con un corpo che gli appartiene, che non scappa via.
Di chi guida un'automobile, prende il caffè al bar, litiga, si siede e quando vuole si alza.
Da questa parte invece c'è soltanto un cuscino sotto il capo. Il soffitto di una stanza. Luce e ombra, caldo e freddo, estate e inverno: tutto si segna nel raggio di sole che arriva a un certo punto della mattina.
E si vive anche così”

Sono posti strani, gli ospedali. Mondi di confine, che mettono in contatto due condizioni dell'esistenza che vorremmo separate: la malattia e la sanità. Gli uomini normali e i pazienti. I soggetti di analisi, quelli che passano sotto le macchine e sotto i bisturi, che si fanno campionare da siringhe, biopsie e aghi aspirati, ripulire dalla dialisi, rianimare da pronti interventi, alimentare artificialmente. Li parcheggiamo nei corridoi di una corsia, andiamo a trovarli e a curarli con la mascherina sulla faccia, col camice verde e l'espressione compassionevole, con parole inadeguate, nonostante la buona volontà. Loro, per noi, sono vicini e lontani. Devono esserlo. Perché un po' ci fanno paura, perché sentiamo che la loro diversità potrebbe in qualche modo somigliarci, o capitarci. Perché il mondo in cui viviamo ci vuole fisicamente impeccabili, con tutti gli organi, i tessuti e i sintomi a posto, con i parametri nella norma. Consideriamo la malattia esterna e in contrapposizione alla vita, quando invece è interna e complementare ad essa, come ci mostrano le storie raccontate da  Elena Loewenthal in questo volume.

“Per più di un anno ho frequentato ospedali e sale d'attesa, case dove vivono malati, istituti d'ogni sorta. Ho indossato un camice da volontaria e sono entrata in silenzio nel mondo della malattia: leucemie, traumi cranici, rianimazione, dialisi, pronto soccorso... è stata un'esperienza forte e dolce al tempo stesso, in cui puntualmente […] a un certo punto scattava un processo d'immedesimazione potente e inevitabile: ho davanti un malato, ma anche me stessa. E così, per me si è a poco a poco dissolto quel confine invisibile ma nettissimo che separa il mondo “normale” e benestante da quello di chi convive con la malattia. La nostra modernità fatta di benessere ha del resto rimosso la malattia da dentro di sé, l'ha “isolata” in quell'altro mondo che sembra non esistere, finché non lo si incontra”

L'autrice
Nata a Torino nel 1960, Elena Loewenthal insegna Cultura ebraica alla Facoltà di Filosofia dell'Università Vita e Salute San Raffaele di Milano e scrive su “La Stampa”. Nel corso degli anni ha tradotto e curato molti testi della tradizione ebraica e d'Israele. Tra i suoi numerosi saggi ricordiamo “Un'aringa in Paradiso. Enciclopedia della risata ebraica” (Baldini e Castoldi 1997), “L'ebraismo spiegato ai miei figli” (Bompiani 2002), “Scrivere di sé” (Einaudi 2007). Tra i romanzi, invece, “Lo strappo nell'anima” (Frassinelli 2002), “Attese” (Bompiani 2004), “Dimenticami” (Bompiani 2006), “Conta le stelle, se puoi” (Einaudi 2008 e 2010), “Una giornata al Monte dei Pegni” (Einaudi 2010).

 


 

 

 


Evento organizzato da Circolo dei Lettori di Torino e pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...