“Manuale di resistenza del ciclista urbano”. Luca Conti ospite di “Racconti in sella”

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > incontro con autori > presentazioni
Questo evento, inserito nell'ambito di “Racconti in sella”, si è tenuto il 25 maggio 2011 presso Mestre, Biblioteca Civica (Venezia), alle 18:00.
L'evento...

“Manuale di resistenza del ciclista urbano”

Luca Conti ospite di “Racconti in sella”

Mercoledì 25 maggio, nel nuovo appuntamento della rassegnaRacconti in sella, alla Biblioteca Civica di Mestre (VE) Luca Conti presenta il libro “Manuale di resistenza del ciclista urbano”, uscito per la casa editrice ediciclo.
All'incontro, che avrà inizio alle ore 18, prendono parte, insieme all'autore, la giornalista Fiorella Girardo e Angelo Sentieri, presidente dell'Associazione “Senza freni di Mestre.

Come già successo per gli altri incontri della rassegna, i partecipanti avranno diritto a uno sconto di 5 euro sul costo di iscrizione al nuovo servizio di bike sharing del Comune di Venezia.


Andare in bicicletta fa bene alla salute propria, del proprio portafoglio (vuoi mettere la benzina risparmiata?) e dell'ambiente, lo sappiamo tutti. I muscoli si tonificano e i nervi si distendono, si esce dalle colonne rumorose -e affumicate- di automobilisti arrabbiati e imprecanti per riscoprire il tempo lento e silenzioso. Il tempo pulito.

Tutto molto bello, siamo d'accordo, ma che succede se l'aspirante ciclista non vive nell'oasi verde della campagna, ma in una sferragliante metropoli in mezzo ai rutti dei motori a scoppio? Insomma, la situazione cambia un po' se siamo alle prese con quello che si dice un “ciclista urbano”: finisce, in questi casi, che si resta intrappolati nel “vorrei ma non posso”, incastrati nel traffico, incerti davanti a bivi e incroci, risucchiati da qualche crepa nell'asfalto o da una pozzanghera fangosa.  Eppure, sostituire la bici all'automobile non solo per una passeggiata, ma -addirittura- per raggiungere il posto di lavoro o andare a fare la spesa, non è impossibile. Lo dimostra Luca Conti, che con il suo “Manuale di sopravvivenza del ciclista urbano” fornisce una mappa per orientarsi nella topografia cittadina e nei pericoli che questa nasconde. Fondamentale, innanzitutto, scegliere la bici giusta, vagliarne le diverse tipologie in relazione alle caratteristiche dello spazio in cui utilizzarla, passando in rassegna ruote, telai, selle, manubri, e imparando -sia mai ce ne fosse bisogno- a operare riparazioni d'emergenza. Determinante anche l'equipaggiamento del ciclista, il vestiario da utilizzare, la dotazione di bordo, la “Gestione del sudore” (con un apposito capitolo dedicato), la conoscenza dei veicoli a motore e di situazioni di pericolo che questi potrebbero creare.

Il ciclista -soprattutto quello urbano- dev'essere dunque capace di muoversi in una selva di semafori, rettilinei, curve, bivi, svolte a destra e a sinistra, marciapiedi, incolonnamenti e suoni di clacson, passando dall'asfalto al fango, dal selciato al brecciolino, evitando di cadere in qualche buca. Ed evitando, anche, imprudenti cani o imprudenti pedoni che attraversano la strada come fosse una passerella.
Forse è una corsa a ostacoli, ma in palio c'è la conquista di una gioiosa liberazione dalla schiavitù del motore a scoppio.

L'autore
Nato nel 1965 a Roma (dove attualmente vive, dopo soggiorni in Messico e in Grecia), Luca Conti ha pubblicato i libri di viaggio “Inter rail-man” e “Guard rail” (Stampa Alternativa), oltre a “Manuale di batteria” (Nuovi Equilibri), due volumi di storia della musica e diversi saggi, articoli e racconti. Da diversi anni lavora alla Rai, in radiofonia, e cura il blog Rotazioni, dedicato al ciclismo urbano.

 

 


Evento organizzato da Biblioteca Civica di Mestre, Ediciclo, Comune di Venezia, FIAB - Amici della bicicletta, Senza freni - gruppo bici Morin e pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...