X Edizione di “Letterature” Festival Internazionale di Roma

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > gruppi di letture/reading > incontri letterari > incontro con autori > manifestazioni a tema
Questo evento si è tenuto dal 19 maggio 2011 al 23 giugno 2011 presso Basilica di Massenzio (Roma), alle 21:00.
L'evento...

X Edizione di “Letterature”
Festival Internazionale di Roma 

Dopo lo straordinario successo delle scorse edizioni, anche quest'anno si rinnova l'appuntamento con “Letterature”, Festival Internazionale di Roma che si svolgerà dal 19 maggio al 23 giugno, in dieci serate ospitate, come di consueto, presso la Basilica di Massenzio al Foro Romano (cui si accede da Clivio di Venere Felice, in via dei Fori Imperiali), luogo ricco di suggestioni storiche e di un alto valore simbolico, scenario ideale per celebrare e ribadire l'importanza, la forza e la vitalità della parola e del testo scritto.

Il Festival -giunto al traguardo della X edizione- è ideato e curato dalla Casa delle Letterature di Roma (con la direzione artistica di Maria Ida Gaeta e la regia di Fabrizio Arcuri) e realizzato dall'Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico del Comune di Roma. Organizzazione e produzione sono invece a cura di Zètema Progetto Cultura.

Nel corso delle dieci serate in programma sfileranno grandi protagonisti della letteratura italiana e internazionale: tutti, secondo una formula consolidata della manifestazione, leggeranno al pubblico brani inediti, scritti ispirandosi al tema “Storia/Storie”, scelto come filo conduttore di quest'edizione del Festival. Si tratta di un binomio che si propone di esplorare le stratificate relazioni che sussistono tra letteratura e storia, tra cronaca del reale e sua trasposizione nella fiction narrativa: qual è il rapporto, quali le differenze o i punti in comune tra verità letteraria e verità storica, tra storie immaginate e storie reali? E, ancora, come si realizza il passaggio dall'uno all'altro contenitore linguistico? Come cambia il quotidiano quando diventa oggetto narrativo?

Le serate avranno inizio alle ore 21 e ospiteranno, di volta in volta, una “coppia letteraria” (in alcuni casi un trio) costituita da un autore (o un'autrice) italiano e da uno straniero, accompagnati nelle letture dei loro inediti dalle voci recitanti di attori o attrici di cinema e teatro (che, spesso, introducono gli autori leggendo un assaggio di loro opere già note), dalle esibizioni live di straordinari musicisti, e dalle immagini delle opere di artisti italiani appositamente scelte fra quelle che meglio sanno  evocare visivamente atmosfere e luoghi dei testi presentati. Superando la formula tradizionale delle presentazioni e delle letture pubbliche (che in genere si appoggiano su testi già fissati in un libro), la letteratura, qui, diventa una performance dal vivo, momento d'incontro e di dialogo assolutamente irripetibile e fuori da codificazioni standardizzate. Nell'accostamento del testo scritto alla lettura teatrale, alla musica e alle immagini, si avrà l'occasione di vivere un'esperienza d'arte a 360°.   

Venendo agli scrittori protagonisti di “Letterature”, la serata inaugurale del Festival, giovedì 19 maggio, metterà insieme Sandro Veronesi, vincitore del Premio Strega nel 2006 con “Caos Calmo” e ora in libreria con il romanzo “XY” -storia di un terribile evento che sconvolge un piccolo villaggio del Trentino-, e Don De Lillo, grande maestro della narrativa postmoderna americana. A leggere insieme agli autori ci saranno Andrea Bosca e Asia Argento.

Martedì 24 maggio sarà il momento di Gianrico Carofiglio, autore di “legal thriller” di grande successo (tra cui ricordiamo l'esordio narrativo con “Testimone inconsapevole” e l'ultimo “Non esiste saggezza”, raccolta di dieci racconti inediti tutti avvolti da un'ombra di mistero), e Gay Talese, scrittore e giornalista americano che, per la sua capacità di “evocare il romanzesco che scorre sotto la superficie della realtà”, è considerato uno dei padri del “New Journalism”.

All'insegna della satira tagliente e dell'umorismo, che attraverso la costruzione di immaginari mondi narrativi sa cogliere piccoli e grandi vizi della realtà del nostro tempo, si struttura l'incontro di giovedì 26 maggio, che mette sullo stesso palco Stefano Benni e David Sedaris.

Si prosegue martedì 31 maggio, con racconti polizieschi, storie di guerra e di cuore in compagnia di Margaret Mazzantini e David Benioff, introdotti sulla scena da Valerio Mastandrea.

Noir, poliziesco e docu-fiction nell'appuntamento di martedì 7 giugno con un trio d'eccezione: Giancarlo De Cataldo, autore del bestseller “Romanzo criminale”, Carlo Lucarelli, scrittore noto al pubblico televisivo per la trasmissione “Blu notte”, e Jo Nesbø, uno dei più famosi autori norvegesi del genere poliziesco. 

Martedì 14 giugno voci di donne con Michela Murgia (Premio Campiello 2010 per il romanzo “Accabadora”), la scrittrice spagnola Clara Sánchez (ai primi posti delle classifiche di vendita di tutti i Paesi europei con il romanzo “Il profumo delle foglie di limone”), e Xinran, autrice originaria di Pechino che nel suo ultimo libro, Le figlie perdute della Cina”, affronta il dramma dell'uccisione delle bambine nel Paese asiatico.

Michele Mari (ora nelle librerie con “Rosso Floyd”) e l'incontrastato “maestro dell'avventura” Wilbur Smith animeranno invece la serata di letture di martedì 21 giugno.

Un'attenzione particolare meritano poi due serate speciali. Giovedì 9 giugno si rende omaggio alla cultura russa con Gary Shteyngart -scrittore ebreo russo ma da anni cittadino americano, acuto osservatore delle contraddizioni della società statunitense- e Pavel Sanaev, vincitore del Thriump Prize nel 2005 e del Russian Booker Prize nel 2007 per il romanzo “Seppellitemi dietro il battiscopa”. I due scrittori saranno presentati dall'attrice Nicoletta Braschi.

La serata di chiusura del Festival, giovedì 23 giugno, proporrà invece un omaggio a Elsa Morante, autrice che con i suoi romanzi (da “Menzogna e sortilegio” a “L'isola di Arturo”, da “La Storia” a “Aracoeli”) rappresenta al meglio il tema scelto come filo conduttore di quest'edizione di “Letterature”. Laura Morante e Carlo Cecchi -accompagnati dal piano di Nicola Piovani- leggeranno brani tratti dai romanzi citati, mentre l'autrice Eleonora Danco leggerà un suo testo inedito ispirato ai luoghi romani di Elsa Morante.

Da non perdere, inoltre, la serata di giovedì 16 giugno che ospita lo scrittore cileno Antonio Skarmeta (autore de “Il postino di Neruda”, da cui è tratto il famosissimo film con Phlipe Noiret e Massimo Troisi) e cinque autori finalisti dell'edizione 2011 del Premio Strega, che leggeranno alcune pagine dei loro libri.

Per l'ingresso alle serate -gratuito fino ad esaurimento posti- è necessario munirsi di un coupon omaggio da ritirare al botteghino -che apre alle ore 19- ubicato all'ingresso della Basilica di Massenzio. 
E' possibile ritirare esclusivamente il coupon relativo alla serata stessa e fino a 2 biglietti per persona.
Per i portatori di handicap sono garantite facilitazioni di accesso e un'area riservata.
In caso di pioggia, gli incontri si svolgeranno in sedi alternative, che verranno indicate di volta in volta prima della singola serata.

Il programma completo del Festival “Letterature” è consultabile in formato pdf qui.

 

 


Evento organizzato da Casa delle Letterature, Comune di Roma, Zètema Progetto Cultura e pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...