Susanna Tamaro presenta “Per sempre” in anteprima nazionale

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > presentazioni
Questo evento, inserito nell'ambito di Ciclo di incontri "Il libro parlante", si è tenuto il 8 maggio 2011 presso Orvieto, Palazzo dei Sette (Terni), alle 18:30.
L'evento...

 “Per sempre”

Domenica 8 maggio al Palazzo dei Sette di Orvieto (TR) un nuovo appuntamento della rassegna “Il libro parlante”: ospite sarà Susanna Tamaro, che presenterà in anteprima nazionale il suo ultimo romanzo “Per sempre”, nelle librerie dal 4 maggio, per l'editore Giunti.
L'appuntamento con l'autrice è alle ore 18:30.


“Allora mi avevi abbracciato forte, il naso ghiacciato, le mani gelate, i primi raggi che comparivano al di là delle vette gloriosi nel loro splendore.
«Esiste il “per sempre”?» mi avevi chiesto.
Ti avevo stretto a me con ancora più forza. Sotto lo strato di maglie, maglioni e giacca a vento, avevo sentito vivo e caldo il tuo esile corpo.
«Esiste solo il “per sempre”» ti avevo risposto”

Una storia d'amore lunghissima e impossibile. La storia di un'assenza e della difficoltà di colmarla, di ripensare la propria esistenza e se stessi senza la persona che si ama.
Insieme a Nora, Matteo progettava tutta la sua vita: ogni più piccolo momento si organizzava intorno a quel sentimento, così totalizzante da imprimere un verso anche allo scorrere del tempo, come fanno gli spartiacque, gli eventi epocali. Il tempo con Nora aveva solo due dimensioni, presente e futuro, mentre il passato, tutto ciò che c'era prima di quell'amore, non aveva senso. Cancellato, rimosso.
Loro due erano impetuosi come torrenti di montagna, ma poi, forse, sarebbero diventati fiumi di pianura - “placidi, gonfi e pigri”-, così diceva Nora, perché le piaceva paragonare la vita a un corso d'acqua. Ma la vecchiaia insieme, per Nora e Matteo non arriverà mai. Lei se ne andrà, strappata via da un incidente stradale, e da quel momento, ogni giorno, per quindici anni, Matteo si chiede cosa gli resti, quale sia la strada da percorrere, come si possa ricominciare o ritrovare se stessi, quando la parte migliore di sé non c'è più. 


 “Nei lunghi inverni di solitudine mi sono spesso chiesto come sarebbe il mondo intorno a me, se fosse ancora visto dai tuoi occhi. Quando dicevo «sono un uomo noioso» dicevo la verità. Per me tu eri come l'incantatore di serpenti, suonavi e io uscivo dalla cesta. Ma, senza la tua musica, i miei pensieri diventavano ristretti come quelli di un rettile”
 

La strada verso una nuova consapevolezza, forse, è nel contatto con la natura, nella forza della sua bellezza, capace di fornire risposte agli interrogativi più terribili e rasserenare l'angoscia.


L'autrice
Nata a Trieste nel 1957 e diplomata in regia al Centro Sperimentale di Cinematografia, Susanna Tamaro ha una lunga esperienza nell'ambito televisivo,  avendo lavorato per dieci anni alla realizzazione di documentari scientifici. Ha pubblicato romanzi per adulti che hanno riscosso uno straordinario successo di pubblico, come “La testa fra le nuvole” (1989), "Per sola voce"(1991), “Và dove ti porta il cuore” (1994), “Anima mundi” (1997), “Cara Mathilda” (2001), “Rispondimi” (2001), “Fuori” (2003), "Ascolta la mia voce" (2006), “Baita dei pini” (2007), “Luisito” (2008). A questi si affiancano anche narrazioni per ragazzi, quali  “Cuore di ciccia” (1992), “Il cerchio magico” (1994), “Tobia e l'angelo” (1998),  “Papirofobia” (2000), “Il grande albero” (2009). E, ancora, i saggi “Verso casa” (1999), “Più fuoco più vento” ( 2002), “Ogni parola è un seme” (2005).
 
 

 

 


Evento organizzato da Libreria dei Sette, Comune di Orvieto,Agenzia di promozione turistica dell'Umbria e pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...