Enrico Piergallini e Stefano Sanchini ospiti di “La poesia è di casa. Versi italiani”

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > gruppi di letture/reading > incontri letterari > incontro con autori
Questo evento, inserito nell'ambito di “La poesia è di casa. Versi italiani”, si è tenuto il 14 aprile 2011 presso Casa della Memoria e della Storia (Roma), alle 17:30.
L'evento...

Enrico Piergallini e Stefano Sanchini

ospiti di 
“La poesia è di casa. Versi italiani”

A Roma prosegue la rassegna  “La poesia è di casa. Versi italiani”: il nuovo appuntamento è per giovedì 14 aprile alle ore 17:30 presso la Casa della Memoria e della Storia, con un pomeriggio dedicato alle opere di due giovani poeti “popolari”, Enrico Piergallini -presentato da Davide Nota- e Stefano Sanchini, introdotto da Fabio Monti.


Autore della silloge “Scogli e scavi” -apparsa nel 2001 sul numero 22 della rivista letteraria “Atelier”-, e della breve raccolta “Giacimenti”, uscita per le edizioni “La luna” a cura di Eugenio De Signoribus, Enrico Piergallini propone in questo secondo lavoro poetico un superamento della dimensione dell'io per andar verso un'identificazione-sovrapposizione tra interiore ed esteriore, tra io e mondo. Si ricalca la tradizione della lirica popolare, con l'andamento della canzone e del ritornello reiterato, mentre il linguaggio oscilla senza perdere compattezza dal tecnico-scientifico al neo-volgare.

Presentando la raccolta di Piergallini, Davide Nota afferma:  

“[...] queste nove canzoni sono delle vere e proprie scorie di civiltà sopravvissute al piallamento corrosivo del consumo globale: gli ultimi detriti di una storia prossima a sciogliersi definitivamente nell'oceano acido della contemporaneità. L'autore li raccoglie e tramanda, senz'altra speranza che non sia quella disperatissima della testimonianza: da nuovo sopravvissuto, ossessionato da un'idea di morte che lo perseguita, costringendolo a vivere in una perenne forma di precariato esistenziale”
(fonte: http://lapoesiaelospirito.wordpress.com/2007/03/15/enrico-piergallini-giacimenti-ed-la-luna-2006/)

Salvare l'esistente dalla dissoluzione è, del resto, l'appello con sui il poeta apre la raccolta: 

“Catalogare i resti prima che si sciolgano [...] sarà senz'altro un'operazione necrofila. Eppure essa tenta di scongiurare la maledizione che grava ormai sulla natura e sugli uomini”.

Note “popolari” anche nella poesia di Stefano Sanchini, autore della raccolta poetica “Interrail” (Faraeditore), e di testi apparsi nel volume “L'arcano fascino dell'amore tradito”, nelle antologie “Logos” e “Poeti dell'underground”, e su varie riviste.

I versi del poeta attraversano le macerie della contemporaneità per riportarne a galla vedute naturali di bellezza incontamita, con vegetazioni selvagge e paesini disabiti in cui gironzolano, in assoluta libertà, cani randagi. Il passato è una forza positiva che sopravvive e rinasce dalle sue stesse ceneri, torna in avanti, si proietta nel presente e si sostituisce ad esso. Far poesia significa assumere un impegno etico: quello di denunciare i guasti in cui ci troviamo a vivere

“e tu cerchi la facile rima
in questi anni difficili, ecco l'impegno

denunciare tutto quanto lo sdegno
verso la civiltà incivile, che prima
della parola utilizza il soldo e poi
il fucile... [...]”
 

L'uomo è una presenza che contamina e distrugge, quasi un elemento di disturbo nella profonda armonia della natura, che vive al di sopra del mondo, vive nonostante quello.

“[...] tu che sei
la morale e la legge, cosa saresti senza l'acqua
che si dona a te e tu inquini, costruttore di bombe
ascolta la silenziosa esplosione del fiore
che col suo odore e colore guarisce i tuoi mali.
La natura tutta si manifesta in profonda armonia,
persino la morte, tu invece sei lo strumento stonato
in questo grande concerto, che nulla chiede in cambio
e non conosce denaro.[...]
[...]

Tu padre dei nomi, figlio
del linguaggio che parli, fermati e taci!”

(“L'uomo e i quattro elementi”)

 

 


Evento organizzato da Comune di Roma, Associazioni residenti della Casa della Memoria e della Storia, PAV, Zètema Progetto Cultura

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...