Presentazione di “Gabriele D’Annunzio. Inediti 1922 1936”

Postato da Luisa in Eventi > incontro con autori > presentazioni
Questo evento si è tenuto il 8 aprile 2011 presso Treviso (Treviso), alle 18:00.
L'evento...

“Gabriele D'Annunzio. Inediti 1922 1936”

Il prossimo venerdì 8 aprile a Treviso, presso la Libreria  Feltrinelli in via Antonio Canova 2, sarà presentato il volume Gabriele D'Annunzio. Inediti 1922-1936” (edito dalla casa Leo S. Olschki editore).

Il curatore del volume, Filippo Caburlotto, ideatore e coordinatore scientifico del progetto “Archivio D'Annunzio”,  sarà intervistato dal giornalista e scrittore Mauro Gentile.

Il libro raccoglie un carteggio, fino ad ora sconosciuto, tra D'Annunzio e Maria Bellini Gritti in Lombardi, discendente della nobile famiglia veneziana, amica, amante e confidente del Poeta.

I due si scrissero per quattordici anni, parlando amabilmente degli argomenti più vari, dai generici aggiornamenti sulle rispettive vite alle opere del Vate, in particolare “Il fuoco” e “Libro segreto”, fino ad arrivare all'esoterismo.
Infatti Mariaska, come il Poeta amava chiamarla, fu anche una vera e propria medium che D'Annunzio consultò negli anni del Vittoriale e con la quale condivise la passione per l'occultismo.

Attorno a questa relazione epistolare, nata dopo un amore piuttosto intenso ma spentosi in fretta,  ruotano altre figure tra cui Franco Lombardi, il figlio di Maria, e Luisa Baccara, la pianista che rimase a fianco del Vate fino alla sua morte nel 1938.

Il volume è arricchito dal diario di Maria Bellini Gritti intitolato “Ariel vero”  in cui la nobildonna parla di D'Annunzio da una prospettiva assolutamente intima e personale.

Anche la Fondazione “Il Vittoriale degli italiani” ha contribuito ha fornire il materiale, lettere, libri autografi, medaglie, cartoline, fotografie, su cui si è basata la ricerca.

L'accurata ricostruzione di luoghi, fatti e personaggi portata a termine da Caburlotto ci restituisce una dimensione praticamente inedita di uno dei poeti più amati ma anche più criticati della storia della letteratura italiana.

 

L'autore de “Il Piacere” che emerge da queste pagine non è, o almeno non solo, quello che siamo abituati a conoscere e sicuramente sarà interessante ripercorre con il curatore della raccolta il percorso compiuto per arrivare a delineare questo ritratto.

 

 


Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...