Ti prendo e ti porto via di Niccolò Ammaniti

Il commento...

“Ti prendo e ti porto via”

Duro, ingiusto, ostile, dannatamente vero!

Crudele, disadorno e semplice, come le due storie d’amore che racconta Niccolò Ammaniti in “Ti prendo e ti porto via”.

Un libro spietato, che gioca con i destini dei protagonisti; con le loro paure, le loro debolezze, che crea e dissolve situazioni sulla base di eventi apparentemente fortuiti quasi fossero delle coincidenze.

Ammaniti cattura e fissa sulla pagina gli aspetti comici della vita con il sarcasmo di chi è comunque innamorato di questa maledetta esistenza; con lo sguardo disincantato di chi ha già tanto sofferto; con l’unica certezza che i sogni di tanto in tanto si avverano e che la giustizia è possibile; come dice il protagonista, Pietro, parlando di sé stesso:

«E credo veramente di aver cambiato il mio destino».

Questo libro si ama o si detesta, io lo amo e mi commuovo ogni volta che lo apro, del resto come si può rimanere indifferenti ad un innamorato che ti dice:

«Preparati, perché quando passo da Bologna ti prendo e ti porto via!»

 

 

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...