Lucio Villari ospite di “Lune di libri. Appuntamenti d’autore 2011″

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > incontri letterari > incontro con autori > presentazioni
Questo evento si è tenuto il 4 aprile 2011 presso Biblioteca degli Intronati (Siena), alle 18:00.
L'evento...

Lucio Villari ospite di

“Lune di Libri. Appuntamenti d'autore 2011”

 

Partito lo scorso 28 febbraio, alla Biblioteca degli Intronati di Siena prosegue fino al 18 aprile il ciclo “Lune di Libri. Appuntamenti d'autore 2011”, che, nel solco delle celebrazioni dei 150 anni dell'Unità d'Italia, ospita autori e opere che affrontano, da diverse prospettive, temi e aspetti legati alla nostra storia nazionale.

Il prossimo appuntamento, in programma per lunedì 14 aprile alle ore 18, avrà come ospite Lucio Villari con il libro “Bella e perduta. L'Italia del Risorgimento”, edito da Laterza nella collana “I robinson” e vincitore della sezione saggistica nella V edizione del Premio nazionale di cultura “Benedetto Croce”.


“Bella e perduta. L'Italia del Risorgimento” non è lo scavo del patriota nostalgico in una storia nazionale polverosa e destinata a uscire dall'archivio solo in occasione delle celebrazioni ufficiali. In questo libro di Lucio Villari c'è, invece, un'Italia che risuona viva, giovane e fresca, un'Italia che ha sulle spalle 150 anni ma non per questo qualcuno oserebbe chiamarla vecchia.

Le battaglie, le armi, i combattimenti e le guerre, ma soprattutto gli ideali e le radici culturali di una rivoluzione che trascendeva l'orizzonte ristretto della prassi politica per identificarsi con qualcosa di universale, di assoluto: era la libertà dallo straniero che divideva la patria (non ancora tale) in sette Stati rivali tra loro, ma anche la libertà dal potere temporale della Chiesa, e poi la giustizia (tema pervasivo nelle dissertazioni dei letterati del tempo, pensiamo a Manzoni), che significa diritto di essere uguali di fronte alla legge.
Villari ci restituisce il racconto di un sogno che una generazione di giovani -Garibaldi e i Fratelli Bandiera, solo per citarne alcuni- non si limitò a sognare, ma riuscì a portare sulla scena del reale e sulle pagine della storia.

“Non una voce stanca e nostalgica, ma quella di un giovane, allegro e lievemente incantato, dovrebbe raccontare le avventure e gli avvenimenti che hanno portato al risorgimento dell’Italia. La favola bella di un tempo non lontano, quando i protagonisti erano quasi tutti giovani, come i personaggi appassionati e avventurosi di Ariosto, di Tasso, delle fiabe di La Fontaine e Perrault o i narratori e attori del Decamerone, accomunati da vicende drammatiche e tragiche, ma con il desiderio della vita, della rinascita, della difesa della loro giovinezza. Una voce incantata che ricrei l’atmosfera di quegli anni dell’Ottocento dove pare che il risorgimento dell’Italia sia avvenuto nel pieno sole delle armi, delle barricate, delle rivolte, dei gesti eroici, mentre ha avuto anche i suoi notturni, le pieghe nascoste, i segreti dei sentimenti politici, le penombre e i misteri delle idee e dei pensieri irriverenti e rivoluzionari”

 

L'autore
Nato a Bagnara Calabra nel 1933, Lucio Villari insegna Storia contemporanea presso l'Università degli Studi Roma Tre e collabora con alcuni quotidiani, tra i quali “La Repubblica”.

Molte le opere di carattere saggistico di cui è autore, tra le quali ricordiamo, solo per citarne alcune: “Per una biografia di Luigi Einaudi”, “Settecento adieu. Dall'Illuminismo alla Rivoluzione”, “La roulette del capitalismo”, “Niccolò Machiavelli” (vincitore nel 2011 del Premio Estense) e “Il Risorgimento. Storia, documenti e testimonianze”.

 

 


Evento organizzato da Biblioteca degli Intronati di Siena

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...