“Homo Italicus: storie, miti e pensiero in 150 anni”. Festival della Cultura a Galatina

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > gruppi di letture/reading > happening > incontri letterari > incontro con autori > manifestazioni a tema
Questo evento si è tenuto dal 17 marzo 2011 al 19 marzo 2011 presso Galatina, quartiere fieristico (Lecce) (tutta la giornata).
L'evento...

“Homo Italicus”: storie, miti e pensiero in 150 anni

Festival della Cultura a Galatina

“Homo Italicus”: viene in mente l'idea di una linea evolutiva, quella lungo la quale sono nati e si sono costruiti gli italiani. A segnare il punto di partenza del percorso, a cogliere una necessità inespressa fu Massimo D'Azeglio quando disse -e nessuno smette di ricordarlo-: “Ora, fatta l'Italia, bisogna fare gli italiani”.

Da giovedì 17 a sabato 19 marzo al quartiere fieristico di Galatina, in provincia di Lecce, si festeggiano i 150 anni dell'unità nazionale con la I edizione del Festival della Cultura, che, non a caso, avrà come tema: “Homo Italicus: storie, miti e pensiero in 150 anni”.

Associazioni culturali, editori, agenzie letterarie, istituzioni e realtà operanti nel mondo dei media saranno presenti con il proprio stand nell'area espositiva, mentre nel corso della tre giorni si susseguiranno incontri con gli autori, presentazioni di volumi, dibattiti e recital, appuntamenti in cui più medium, dalla letteratura alla musica, si fonderanno per ripercorrere le varie sfaccettature della storia d'Italia, e, soprattutto, della storia degli italiani.

La storia di come, in un viaggio lungo 150 anni, siamo diventati “fratelli” di patria.


L'inaugurazione, con il taglio del nastro e l'incontro con le autorità istituzionali, si terrà  giovedì 17 marzo, presso il “Caffè 1861”, alle ore 16.

In una rapida panoramica sugli eventi che si legano tematicamente alla storia nazionale, segnaliamo, ancora giovedì 17, l'incontro con Valdo Spini, che in un appuntamento in Sala Garibaldi, alle ore 18, presenterà il volume “Vent'anni dopo la Bolognina”, edito da Rubettino. La crisi della sinistra, che sostanzialmente priva la scena politica italiana di una solida e credibile opposizione, viene osservata in un contesto di lungo corso, che si fa iniziare con la svolta del 1989, anno in cui Achille Occhetto, all'epoca segretario del Partito Comunista italiano, durante un discorso tenuto presso la sezione della Bolognina, discute della possibilità di cambiar nome al Partito Comunista (che si scioglierà poi nel 1991).

Passando a venerdì 18, alle ore 10 in Sala Garibaldi troviamo Andrea Frediani, che nel libro “101 battaglie che hanno fatto l'Italia” ricorda il sangue e i sacrifici, il coraggio e l'eroismo di soldati, ideologi, volontari e semplici cittadini che si batterono per un ideale, quello dell'Italia unita e libera dalla straniero. Garibaldi, i fratelli Bandiera, Luciano Manara, le due guerre d'indipendenza per liberare la Lombardia, la spedizione dei Mille, la guerra civile nel Mezzogiorno, le campagne per il Trentino e il Friuli: protagonisti e pagine di storia che ogni italiano di oggi dovrebbe conoscere.

Alle ore 11 ci si sposta al “Caffè 1861” per il dibattito su “La Costituzione più piccola del mondo e la biografia di Ippolito Nievo”, cui prenderanno parte Giuseppe Schiavone e Mario Tricarico. “La Costituzione più piccola del mondo” è una versione “tascabile” del testo su cui si fonda il nostro Stato, versione proposta dalla casa editrice Anordest, che produce libri alti appena 6 centimetri, tutti realizzati artigianalmente in Perù.

Alle ore 12 è il momento del recital “Addio, mia bella addio”, con Franco Simone, Nadia Martini e Fabio Zurlo. Un viaggio nel Risorgimento attraverso poesie, testi e canzoni.

Alle 17, al “Caffè 1861”, spazio allo sport più nazional-popolare di sempre, capace di plasmare l'immaginario italico nel profondo: in compagnia di Sandro Mazzola, Italo Cucci, Oliviero Beha e Sergio Brio si parla di “100 anni d'azzurro. I 100 anni della Nazionale di calcio raccontati dai protagonisti”.

Nella giornata conclusiva, sabato 19, in un incontro alle ore 10 presso il “Caffè 1861”, troviamo Vito Bruschini e la Milano violenta e criminale degli anni '70 raccontata nel libro “Vallanzasca", che ripercorre le vicende del bandito protagonista indiscusso di quella terra e di quel periodo.

Alle ore 11, interrogativi e prospettive si intrecciano nel dibattito “Dopo 150 anni quale Italia per il futuro?”, cui prendono parte Rosario Giorgio Costa, Maurizio Scelli, Lorenzo Ria, Domenico Laforgia e Massimo Como.

Tra gli altri dibattiti a tema politico segnaliamo “Dalla Repubblica dei Partiti al Berlusconismo”, presso il “Caffè 1861”,  “Mediterraneo: un sentiero per la democrazia” e “Donne d'Italia. L'Italia è un Paese per donne?", in Sala Garibaldi.

Restiamo in tema con le presentazioni dei volumi di Eliano Bellanova, “La marina italiana dall'Unità d'Italia alla II guerra mondiale”, e Ritanna Armeni, “Parola di donna” (Ponte Alle Grazie), dizionario corale ad opera di giornaliste, scrittrici, filosofe, registe, sociologhe, storiche, sindacaliste e politiche, che osservano e registrano i mutamenti del lessico in settori attinenti politica, vita privata e quotidiano delle donne di ieri e di oggi.

Tantissimi e di grande rilievo gli altri ospiti della manifestazione: da Ascanio Celestini, con “Io cammino in fila indiana” a Enrico Ruggeri, con "Che giorno sarà"; da Cinzia Tani e il suo “Charleston” agli “Ingrati” di Maria Rita Parsi, e poi i salentini Luciano Pagano ( “è  tutto normale”) e Luisa Ruggio (“Afra”), per finire con Assunta Almirante (“La mia vita con Giorgio") e Olieviero Beha nelle vesti di poeta con la raccolta "Meteko".

E molti, molti altri...

Vi invitiamo a scoprire il programma completo della rassegna, vi invitiamo a consultare il pdf.


 

 


Evento organizzato da Fierasalento, enti pubblici e privati

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...