“Invisibili. Vivere e morire all’Ilva di Taranto”

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > presentazioni
Questo evento si è tenuto il 12 marzo 2011 presso Palazzo di Città, sala degli specchi (Taranto), alle 18:00.
L'evento...

“Invisibili.
Vivere e morire all'Ilva di Taranto”

Sabato 12 marzo il Palazzo di Città di Taranto ospita la presentazione del libro “Invisibili. Vivere e morire all'Ilva di Taranto”, scritto a quattro mani da Giuse Alemanno e Fulvio Colucci, e pubblicato da Kurumuny Edizioni. 

Insieme agli autori prendono parte all'incontro, che avrà inizio alle ore 18 nella sala degli specchi, il sindaco di Taranto Ippazio Stefano, lo scrittore Omar Di Monopoli e il direttore di Kurumuny Luigi Chiriatti.


L'Ilva, presenza maledetta e benedetta nella città di Taranto. L'Ilva che inquina e ammala, riempiendo la città di fumo e di sabbia rossa che fa sanguinare il naso, ma anche l'Ilva del posto di lavoro assicurato, l'unica alternativa all'indossare una divisa e partire chissà dove. Una città, Taranto, sotto il ricatto del lavoro. Salvarsi la salute e andarsene da lì, smettere di lavorarci o fare in modo che lo stabilimento venga smantellato; oppure continuare a indossare le tute da operai, rispettare il turno e rassegnarsi all'assenza dei sindacati e delle tutele, affidarsi alla sorte e prendere quello che c'è senza pensare al futuro, perché bisogna portare il pane a casa.

"Timbriamo il cartellino un numero infinito di volte, corriamo sempre da un reparto all'altro. Da un giorno all'altro possiamo trovarci a svolgere mansioni diverse... Facciamo gli operai...La speranza? Andare via, lontano da qui"

Giuse Alemanno e Fulvio Colucci ricostruiscono e raccontano storie di un'umanità sofferente, fatta di generazioni che si danno il cambio in quel mondo di gru, ciminiere e forni in cui si lavora l'acciaio, uomini invisibili, abituati a convivere con la paura di non tornare più a casa la sera, con l'unica protezione di un santo che li assiste -o dovrebbe- da un'immagine che conservata nel portafogli o salvata sullo schermo del cellulare, magari insieme alle foto di moglie e figli.

Gli autori
Fulvio Colucci è giornalista de "La Gazzetta del Mezzogiorno".
Giuse Alemanno, operaio dell'Ilva, ha già pubblicato due libri che raccontano di Puglia: “Le vicende notevoli di don Fefè” (edizioni "I libri di Icaro", tragicommedia ambientata nella Puglia degli anni Cinquanta, con protagonista un nobile sciupafemmmine; “Terra nera” (Stampa alternativa, romanzo in cui attraverso vicende spesso violente ed esplicitamente carnali, viene offerta una visione d'insieme del sottoproletariato agrario meridionale di una cinquantina di anni fa.

 

 

 


Evento organizzato da Kurumuny Edizioni e pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...