“Meteko”. Oliviero Beha a “Libri&Spritz”

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > happening > incontro con autori > presentazioni
Questo evento, inserito nell'ambito di Libri & Spritz - Aperitivi con l'Autore, si è tenuto il 8 marzo 2011 presso Ristorante Convoglia Viaggio di Sapori, via Giolitti 36 (Roma), alle 18:00.
L'evento...

“Meteko”

Oliviero Beha a "Libri&Spritz" - Aperitivi con l'Autore

A Roma proseguono fino a maggio 2011 gli appuntamenti della rassegna letteral-gastronomica "Libri&Spritz - Aperitivi con l'Autore", partita nell'ottobre dello scorso anno e promossa dal book magazine "Leggere:tutti".

Martedì 8 marzo ospite dell'aperitivo con l'autore sarà il giornalista e scrittore Oliviero Beha, questa volta nella veste di poeta per presentare la raccolta di versi “Meteko”, pubblicata da Nino Aragno Editore.

L'incontro avrà inizio alle ore 18 presso il Wine Bar Convoglia, in via Giolitti 36.
Intervisteranno l'autore Gianni Perrelli, giornalista de "L'Espresso", Andrea Purgatori, giornalista e sceneggiatore, e la giornalista Rai Lucilla Noviello.

Saperi e sapori si confondono, per incuriosire gli appassionati e avvicinare anche i più scettici al fascino della lettura.

La partecipazione alla serata, aperta a tutti, prevede una quota di 5,00 euro che darà accesso all'aperitivo buffet e che sarà rimborsata a chi vorrà acquistare il libro presentato.

Per informazioni
Leggere:tutti Tel. 0644254205  
e-mail info@leggeretutti.it


Fare poesia in tempi in cui ogni frammento di tg sembra -ed è- un attentato bello e buono ai tentativi ingenui di chi voglia sollevarsi anche un tanto così da terra. E ad attentare alla poesia non è la tragedia più alta, ma la volgarità strisciante, tutta un'umanità ritratta nella sua faccia peggiore.

Ma la penna controcorrente di Oliviero Beha vuole parlare all'Italia e dell'Italia impoetica proprio attraverso la poesia, quella della raccolta "Meteko", in cui già il titolo -che fa riferimento a coloro che nell'antica Grecia occupavano un posto intermedio tra i cittadini e i non liberi, i "meteci", per l'appunto- ha un suo significato:
“Il titolo "Meteko" vuol dare l'idea dell'estraneità che ci riguarda un po' tutti e della difficoltà di conservare e di individuare l'identità”, spiega l'autore
(fonte: http://www.ninoaragnoeditore.it/components/com_opere/recensioni/BehaIlFattoquot.pdf).

A firmare la prefazione al volume è la penna del premio Nobel Dario Fo, che individua nei versi di Beha una musicalità che impone, durante la lettura, di “battere le dita della mano per solfeggiarne la cadenza, la breve pausa e la ripresa a concludere”. Un ritmo, continua Fo, che richiama gli antichi canti lagunari dei barcaioli di Venezia, quasi ne imitasse, con le parole, la gestualità.

“Mentre dormivo
mi han rubato la pazienza
ed ora vago
monco nel tempo,
ghepardo zoppicante
privo di informazioni”

Versi intessuti di molti echi: ci cadono dentro, oltre ai barcaioli, Proust, Ruzante e perfino Bob Dylan, perché, come leggiamo nella prefazione, "Noi crediamo di andare "alla fiora", come dicono i 10 suonatori di jazz, cioè improvvisare dal nulla, magari sollecitati da una sonora bevuta, e invece è tutta roba elencata in ordine nel nostro cervello che ogni tanto sbotta fuori senza avvertimento".

L'autore
La carriera giornalistica di Oliviero Beha inizia a TuttoSport e Paese Sera. Dal 1976 al 1985 è a Repubblica, come inviato, dove si occupa di sport e società. Editorialista e commentatore anche politico per Rinascita, Il Messaggero e Il Mattino (e successivamente per l'Indipendente), nel 1987 dà inizio alla sua attività televisiva con Andrea Barbato conducendo "Va' pensiero". Negli anni seguenti firma, sempre per la Rai, inchieste e speciali televisivi in Italia e all'estero. Al successo radiofonico, che lo accredita come uno dei giornalisti più noti ed autorevoli nel panorama italiano della comunicazione, si lega quello televisivo.
Inoltre, è autore di testi teatrali, saggi e raccolte di poesie, che hanno vinto diversi premi: con "All'ultimo stadio" il Selezione Bancarella, con "Anni di cuoio" il Chianciano, con "Inverso" il Selezione Viareggio e il Biella, con "Ripercussioni" il Capua-Mediterraneo. Tra i riconoscimenti giornalistici, ricordiamo il premio Guidarello per il giornalismo d'autore per la radiofonia, vinto nell'ottobre 2001.

Tra i volumi pubblicati dall'autore ricordiamo il romanzo d'esordio "Sono stato io" (Marco Tropea Editore, 2004), "Crescete & Prostituitevi" (BUR), "Trilogia della Censura" (Avagliano Editore), "Diario di uno spaventapasseri" (Marco Tropea Editore), "Indagine sul calcio" (BUR) -scritto con Andrea Di Caro-, "Italiopoli" (Chiarelettere), "Il Paziente Italiano" (Avagliano Editore) ed "Eros Terminal" (Garzanti editore).

 

 


Evento organizzato da Leggere:tutti, Convoglia - Viaggio di Sapori

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...