Letture da “La sovrana lettrice”. Nuovo appuntamento di Convivio

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > gruppi di letture/reading
Questo evento, inserito nell'ambito di Convivio. Incontri letterari ed enogastronomici a Km.0, si è tenuto il 11 febbraio 2011 presso Pavone Canavese, Associazione A. d'Andrade (Torino), alle 21:00.
L'evento...

Letture da "La sovrana lettrice"

Nuovo appuntamento di Convivio


Parlare di libri attraverso i libri. Le meta-letture della rassegna "Convivio. Incontri letterari ed enogastronomici a Km. 0" proseguono con l’appuntamento di venerdì 11 febbraio dedicato al romanzo di Alan Bennet “La sovrana lettrice”. La serata -a cura di Novedee di Alice Fumero- avrà inizio alle ore 21 presso l'Associazione A. d'Andrade, con sede a Pavone Canavese (TO), in via Giuseppe Quilico.
Camilla Gallo darà lettura di alcuni brani dell’opera. A seguire -nel segno del binomio libri-buon cibo, che si propone come cifra distintiva della rassegna- degustazione di prodotti locali offerti da “Nella Cioccolata” di Ivrea, “Distilleria Revel Chion” di Chiaverano e Azienda Apistica Mario Bianco di Caluso.

Il biglietto d’ingresso al Museo ha il costo di 6 euro.


Per informazioni
Fondazione d’Andrade: tel. e fax 0125 516564      
mail info@fondazionedandrade.it


La regina Elisabetta II d’Inghilterra si è ammalata di una malattia strana. è successo per caso, certe malattie non si sa bene come vengano. “Fu tutta colpa dei cani”, quelli che quel giorno latravano davanti alla piccola biblioteca di Westminster. Elisabetta prese in mano un libro e cominciò a leggerlo, ripetendo il gesto più volte, con numerosi altri volumi.


Come oggetti magici, i libri sembrano calamitare le mani e gli occhi di qualcuno che li apra e li legga. Si va avanti per assuefazione, la lettura dà dipendenza, come una droga. E cosa succede se l’ammalato di libri, il lettore, non è una persona comune, ma la regina d’Inghilterra? Gli impegni di Stato, il protocollo e l’etichetta della corona possono ancora tenersi in piedi con un libro tra le mani? I funzionari e i burocrati, gli ambasciatori e i capi di governo che incontrano Elisabetta sono imbarazzati dinanzi alla scoperta del “morbo” della sovrana, che in certi momenti sembra irrimediabilmente lontana dalle loro questioni e da quelle del Paese, lontana dal pragmatismo e dalle decisioni immediate. Lontana dall’azione e dentro l’osservazione, ecco il sintomo più evidente della sua malattia. Perché i libri trascinano in molti mondi, che raramente coincidono con quello “reale” (ammesso che di mondo reale ne esista uno solo…).


Con questo romanzo di neppure cento pagine Bennet ci chiede e si chiede fino a che punto si spinga la diversità -l’alienità, è il caso di dirlo- dell’uomo-lettore rispetto all’uomo-comune, l’uomo pratico senza il vizio di mettersi pagine sotto gli occhi.  

 

 


Evento organizzato da Ecomuseo AMI,Fondazione A. d’Andrade,Novedee

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...