If Book Then

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > manifestazioni a tema > news mondo editoriale > presentazioni > scuole, corsi e laboratori
Questo evento si è tenuto il 3 febbraio 2011 presso Nhow Hotel, via Tortona 35 (Milano) (tutta la giornata).
L'evento...

If Book Then

Mercoledì 3 febbraio Milano ospita un importante appuntamento per parlare delle nuove tecnologie applicate all’oggetto libro e del futuro dell’editoria: "If Book Then", il primo workshop internazionale sul digital publishing rivolto a editori, autori, agenti letterari, distributori, librai, ma anche lettori e semplici appassionati.

L’evento, ospitato al Nhow Hotel di via Tortona 35, è ideato da Bookrepublic e dall’agenzia di consulenza 4ITGroup, due realtà che rappresentano un punto di riferimento per osservare e comprendere la svolta che sta compiendo il mercato editoriale, con il passaggio dal cartaceo al digitale.


 


Con l’avvento degli e-reader, degli iPad e dei pocket pc il libro gradualmente scompare dalle nostre mani e diventa, al contempo, oggetto del desiderio. Il paradosso è forse spiegabile considerando il fascino di cui sempre sono circonfusi gli ultimi ritrovati della tecnologia, e così se fino a ieri “libro” poteva essere sinonimo -per qualcuno- di passatempo noioso o intellettualoide, ora “libro” diventa sinonimo di modernità, di interattività. Non più libro ma e-book. Non più carta -con il suo odore e il suo spessore-, ma schermata. Non più pagine, ma file. La rivoluzione sembra epocale e per certi aspetti lo è : pensiamo, ad esempio, a come cambia il concetto di copyright in relazione a testi in formato digitale che possono essere duplicati molto più agevolmente di quanto non accada con i tradizionali libri cartacei, senza che il passaggio dalla copia all’originale comporti un peggioramento della qualità del prodotto.


Al momento, per i lettori il passaggio dal libro di carta al libro elettronico è solo questione di scelta tra un supporto o un altro, dato che gli e-book in circolazione sono, nella stragrande maggioranza dei casi, una semplice conversione in file di libri cartacei già esistenti. Ma qualora, in futuro, le potenzialità offerte dalle nuove tecnologie venissero messe pienamente a frutto, cambierebbe il ruolo stesso dell’autore e il significato del termine libro: si potrebbero creare opere che associano le parole a contenuti audio e video, o a immagini. Cosa sarebbe, ad esempio, la biografia di Monet proposta come un viaggio tra i vari musei che hanno ospitato e che ospitano le opere dell’artista? O, ancora, come verrebbe ricostruita la storia in un manuale che collega tra loro vari tipi di fonti, rendendoli fruibili in simultanea? L’autore di simili testi, probabilmente, non potrebbe più identificarsi con la figura dello scrittore consegnataci dalla tradizione.  

Di questi e di molti altri temi si parlerà in compagnia di esperti di fama internazionale, quali Mike Shatzkin (CEO of The Idea Logical Company ),  Peter Brantley, (Direttore esecutivo della Digital Library Federation ), James Bridle (Ideatore e fondatore di Bookkake e Open Bookmarks), Richard Nash (Fondatore e CEO di Cursor), Jonathan Nowell (presidente di Nielsen Books Group), Michael Meyer (Ceo di Adaptive Path), in un dibattito aperto agli scenari globali.

Gli interventi dei vari ospiti sono in lingua inglese, ma è possibile, su richiesta, la traduzione simultanea.


La partecipazione al workshop è a pagamento (costo 350 euro+Iva) e può essere prenotata sul portale "If Book Then", cliccando sulla voce "Registrati".

Il programma completo del workshop è consultabile qui.

 

 


Evento organizzato da Bookrepublic, 4IT Group

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...