Paola Larese Gortigo presenta “7 storie. Momenti diversi di vite diverse”

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > incontro con autori > presentazioni
Questo evento si è tenuto il 26 gennaio 2011 presso Biblioteca Crescenzago, Via Don Orione 19 (Milano), alle 18:00.
L'evento...

Paola Larese Gortigo

presenta 

“7 storie. Momenti diversi di vite diverse”


Mercoledì 26 gennaio la Biblioteca Crescenzago di Milano ospita, alle ore 18, le “7 storie” di Paola Larese Gortigo.

L’autrice presenta il volume, edito da Statale 11 nella collana “Avant Garden”, in un incontro introdotto dalla giornalista Monica Onore.


“7 storie. Momenti diversi di vite diverse” è uno squarcio sulla realtà caotica e variegata che ci circonda: sette racconti, sette ritagli di mondo che ci fanno saltare dal tepore di una camera da letto ai messaggi scambiati da sconosciuti sulle community della rete. Ad aprire la raccolta troviamo la “Storia claustrofilica” di due clandestini senza permesso di soggiorno, senza documenti e, pare, senza furbizia: Sonia e Yuri, chiusi per sbaglio in un megastore che eleggeranno a loro dimora. Uno scantinato incastrato tra i bagni del personale e le scale di servizio diventerà il loro regno oscuro e sotterraneo, da cui la notte, quando le luci dei reparti si spengono, muoveranno alla ricerca di un panino o di una birra, di un detersivo o di un abito, il più banale, il più anonimo possibile, circondati da tutti i lussi e i capricci dell’uomo moderno. Usciranno prima o poi da lì? E per andare dove? Ad aspettarli solo la polizia o i caporali del Sud, la raccolta dei pomodori e il lavoro duro da bestie. Il domani è lontano e difficile per chi vuole sopravvivere come Sonia e Yuri, due clandestini onesti e forse, dice qualcuno, un po’ stupidi.

“Io spero che non ci cerchino, e poi cos’altro possiamo fare? Vuoi metterti anche tu a fare la puttana, Sonia, ce l’hai lo stomaco? e io magari a fare il pappone. Cazzo, non è roba per noi quella! O ci mettiamo a vendere la roba davanti alle scuole? Ci fa schifo a tutti e due fare di quelle cose. La gente crede che siamo tutti uguali, tutti delinquenti, assassini, stupratori, ladri, magnaccia, e diciamolo pure che ce ne sono tanti così, ma non noi due, forse ha ragione il Califfo, siamo troppo stupidi per fare i farabutti, siamo capaci solo a lasciarci sfruttare”


Il domani è lontano. Al domani si penserà domani.

 

 


Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...