Lungomare Argentina. Incontro con Roberto Buscarini

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > presentazioni
Questo evento si è tenuto il 24 gennaio 2011 presso Biblioteca Vigentina, Corso di Porta Vigentina 15 (Milano), alle 18:00.
L'evento...

Lungomare Argentina

Incontro con Roberto Buscarini


Lunedì 24 gennaio, alla Biblioteca Vigentina di Milano, Roberto Buscarini presenta il suo romanzo d’esordio, “Lungomare Argentina”, edito da Cinquemarzo nella collana Erato. L’appuntamento con l’autore è alle ore 18:15.
Ingresso libero


Il “Lungomare Argentina” è in Italia. In Liguria. è il lungomare di Bordighera, che Evita Peron visitò nel 1947, restandone affascinata e parlandone così bene a tutti che gli amministratori locali, lusingati, decisero di intitolarglielo. Qui, a Bordighera, negli anni Sessanta trascorre le vacanze estive il giovane Cesare, poco più che diciottenne. A fargli compagnia ci sono il colto amico Silvio, un’arzilla nonna con la passione dei tavoli da poker, e infinite e fugaci presenze femminili che durano lo spazio di poche settimane e poi svaporano insieme al sole di ferragosto. Di donne Cesare ne ha molte, ma l’amore glielo ruberà Carla, una ragazza argentina in vacanza proprio lì, sul “Lungomare Argentina”, a Bordighera. Venti giorni con lei e Cesare non sarà più lo stesso: la sua testa ormai è dall’altra parte del mondo -un mondo per lui sconosciuto-, insieme a quella ragazza che conosce appena.


Partirà per amore, Cesare. E, quasi senza rendersene conto, finirà nella dittatura. Dagli anni ’60 agli anni ’70, dall’Italia all’America del Sud, dalla riviera ligure al Mar della Plata, Roberto Buscarini racconta una storia d’amore che si intreccia alla storia di un popolo oppresso, seppur la tragedia, per i due protagonisti, resta in qualche modo sempre esterna e lontana, respinta da quel guscio di protezione offerto dalla potente famiglia di Carla.

La narrazione procede scandita per capitoli, ciascuno dei quali ha il titolo di una canzone. Tango, reggae, canzoni napoletane e liriche, si fondono senza una precisa sequenza temporale, creando un tappeto musicale che fa da sottofondo alla vicenda e, insieme alle parole, si attacca alle orecchie del lettore, restituendogli un viaggio da mare a mare non solo da leggere, ma da ascoltare.

 


Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...