Poesia dal Sud del Mondo. Videoproiezioni al Teatro Paisiello di Lecce

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > happening > presentazioni
Questo evento si è tenuto il 10 gennaio 2011 presso Teatro Paisiello (Lecce), alle 19:00.
L'evento...

Poesia dal Sud del mondo

Videoproiezioni al Teatro Paisiello di Lecce


Lunedì 10 gennaio appuntamento alle ore 19 al Teatro Paisiello di Lecce per la proiezione in anteprima assoluta del video “Poesia dal Sud del mondo. Il Salento del XX secolo”.


La serata -a ingresso gratuito- rientra nel calendario della rassegna “Teatri abitati”, progetto promosso da Astràgali Teatro 

e affidato dalla Regione Puglia al Teatro Pubblico Pugliese nell’ambito del FESR (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) 2007-2013.


A introdurre la pellicola -prodotta da Astràgali Teatro - Eufonia Multimedia e sostenuta da Salento Film Fund della Provincia di Lecce- ci saranno la Vicepresidente alla Provincia dott.ssa Simona Manca e Fabio Tolledi, direttore artistico di Astràgali che firma la regia del video.


 

Quello proposto da Tolledi è un percorso imbastito su frammenti di immagini, versi, suoni e colori, un collage di “medaglioni tematici” per riscoprire e rileggere il Salento attraverso le voci di alcuni tra i suoi principali poeti.


Molti Sud si intrecciano e si fanno eco a vicenda.


Il Sud amato e rifiutato, magico e concreto di Vittorio Bodini, con una luce che “pare di carne cruda”, monaci rissosi che volano tra gli alberi, e gatti magri e sicuri sorpresi a trottare in questa terra amara e nera, terra di tabacco e di calce. 


La “Provincia difficile” di Giovanni Bernardini, tagliata fuori da tutto, dalla storia, dal progresso, anche dalla guerra, con i suoi abitanti “bacati dentro”, “rimasti fiacchi e inerti, impastati di terra rossa e di scirocco”, lontani e spaventati da quel “vento del nord” che solo potrebbe smuovere e sanare le cose, mentre la cultura ha fallito, gli intellettuali sono buoni solo a parlare e la gente grida “Viva il re, viva lu tata nostro che ci dà il pane!”. 


E poi la Puglia di Vittore Fiore, con le città costruite sulle tombe antiche, sui teschi dei martiri d’Otranto, città popolate da baroni d’età favolosa e contadini che se ne stanno in silenzio nelle grotte, pianure vastissime germogliate sul passato e in attesa del futuro, mentre la storia, lo Stato e le rivolte sono solo fantasmi o chiacchiere utili per passare il tempo, per ammazzare le ore. La dolcezza ma anche la ribellione de “la Murgia che parla con la luna/ e ha in bocca il sapore del sangue”, la determinazione dell’invito alla lotta e la certezza che il cambiamento nascerà proprio da qui, dove tutto pare immobile e non lo è: “Sarà forse questo tedio il lievito/ del futuro,/ credimi […]”.


E ancora i testi e le parole di Vittorio Pagano, Giovanni Bernardini, Antonio Verri, Salvatore Toma, Claudia Ruggeri, Marcello Sambati, per scrivere la geografia allargata di un Sud che si apre ad altri luoghi e ad altre storie, in una contaminazione di culture e di linguaggi. 


Per informazioni sulla serata telefonate ai numeri 0832 306194 e 320 9168440.


 

Francesca M- redazione imieilibri.it

 

 


Evento organizzato da Astràgali Teatro

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...