Il maestro Ernesto Treccani in mostra a Potenza

Silvia P Postato da Silvia P in Eventi > mostre tematiche
Questo evento si è tenuto dal 30 dicembre 2010 al 30 gennaio 2011 presso Galleria Civica e Cappella dei Celestini, Largo Duomo, Potenza (Potenza) (tutta la giornata).
L'evento...

Il maestro Ernesto Treccani in mostra a Potenza

Il Comune di Potenza in collaborazione con l'Associazione culturale Borgo Antico Portasalza e altre numerose Associazioni cittadine, hanno organizzato una serie di iniziative che animeranno la città tutto il mese di dicembre.

A poco più di un anno dalla morte del grande maestro, Ernesto Treccani, la città di Potenza ha deciso di organizzare una mostra in suo onore nelle sale della Galleria Civica e della Cappella dei Celestini.

Dal 30 dicembre al 30 gennaio l’esposizione sarà aperta a tutti coloro che vorranno ammirare le opere di Ernesto Treccani, poeta dell’immagine e pittore della realtà contadina e industriale. Treccani in parallelo alla ricerca pittorica basata sul rapporto tra parola e immagine, amò molto anche la scrittura, compose numerose poesie nelle quali combina l’amore per l’arte e per la parola.

La pittura si fa con i colori

i colori sono di per sé

bellissimi

Di qui si deve partire

servirsi dei colori

con  gioia

seguendo il ritmo

della vita

La vita si perde

nel tempo

l'attimo del colore

la ripercorre

e la riempie

Ernesto Treccani, Poesie, Edizione del Leone, 1986


Ernesto Treccani è nato il 26 agosto 1920 a Milano, dove si è spento il 27 novembre 2009. E’ figlio del fondatore dell’omonima grande enciclopedia.

Entra giovanissimo nei gruppi di avanguardia artistica. Fondatore e direttore della rivista Corrente, ha esposto per la prima volta come pittore alla Bottega di Corrente nel 1940 con gli amici Birolli, Guttuso, Migneco, Sassu e altri.

Dopo la guerra e la resistenza, cui ha partecipato attivamente, è stato redattore, insieme a De Grada, De Micheli, Vittorini della rivista “Il 45”, poi animatore con Ajmone, Chighine, Francese e Testori, del gruppo “Pittura” e redattore della rivista “Realismo”. In quel periodo ha incominciato a recarsi e dipingere anche a Parigi, da allora significativo punto di riferimento per il suo lavoro.

La realtà contadina calabrese, conosciuta direttamente nei lunghi soggiorni a Melissa, e il paesaggio urbano industriale di Milano e di Parigi  hanno costituito in quel periodo i temi fondamentali della sua pittura.

Nel 1978 Treccani ha dato vita alla Fondazione Corrente, con un programma mirante, oltre alla raccolta e allo studio di documenti, testimonianze e opere del periodo storico compreso tra la nascita del movimento di Corrente e gli anni del Realismo, all'organizzazione di incontri, dibattiti, seminari e mostre sui temi più attuali della cultura contemporanea.

Dagli anni 80 in poi, Nizza diviene uno dei luoghi dove Treccani si reca sovente a dipingere. Con Parigi, Macugnaga e Forte dei Marmi, è uno dei luoghi abituali di soggiorno creativo. Tra i lavori più significativi degli anni a cavallo del secolo troviamo anche i grandi cicli ispirati al Don Chisciotte di Cervantes e al Decamerone di Boccaccio, intese come testimonianza dell’intenso rapporto tra parola e immagine che è sempre stato aspetto costante della sua ricerca.

 


Evento organizzato da Comune di Potenza e Associazioni Cittadine e pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...