Misery di Stephen King

Il commento...

Uno scrittore decide di ritirarsi in un luogo tranquillo per terminare un
romanzo. A causa di un incidente stradale si ritroverà prigioniero di una
accanita ammiratrice dell'eroina dei suoi romanzi. La situazione precipita
quando lei scopre che l'autore ha deciso di far morire Misery nell'ultimo
libro della serie...
Il libro racconta sicuramente una storia ricca di
tensione, una situazione
borderline che nessuno vorrebbe trovarsi a vivere! Molto forte il
personaggio della donna, che pure nel suo squilibrio mentale si mostra senza
incertezze e con coerenza, attaccata a quel sogno rappresentato dalla sua
eroina e assurdamente pronta a tutto per difenderla. Personalmente trovo
che, in questo caso, il film tratto dal libro sia riuscito molto meglio ad
infondere il clima di disperazione in cui versa lo scrittore, a rendere
insomma la situazione molto più " forte " dal punto di vista emotivo ed
emozionale. Il libro infatti, in alcuni punti, è scritto come se fosse il
protagonista direttamente a scrivere e più che altro si tratta di frasi
dettate da una sorta di pazzia momentanea dovuta alla situazione. 
Questi frammenti però distolgono e spezzano l'atmosfera da "fiato sospeso" che
invece il film riesce a raggiungere e a mantenere ininterrottamente.

 

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...