Dove volano le Api… – reportage

Santippe Postato da Santippe in Speciali > reportage
Questo reportage è relativo all'evento Dove volano... le Api
Il reportage...

Di seguito, il resoconto del Incontro Nazionale delle Piccole Api Furibonde con Giovanni Nuti.

L’evento, si è tenuto sabato 4 Dicembre, presso il Circolo “I Navigli” Milano

...un frastuono discreto ha trasformato per una giornata il Circolo I Navigli a Milano in un alveare operoso, estroverso, intonato.

La poetessa dei Navigli... Alda Merini (visita il sito web ufficiale)Il primo Raduno Nazionale delle Piccole Api Furibonde ha voluto testimoniare quanto Alda Merini sia stata ed è amata, proprio nella sua città, vicino a quei canali che hanno ospitato con discrezione la sua ispirazione, insomma, casa sua.

Un'iniziativa spontanea, nata dall'amore di due ragazzi palermitani che hanno aperto una pagina su Facebook: ed è stata una gioiosa epidemia!

Sono nati gruppi di Piccole Api Furibonde in moltissime città italiane, le stesse da cui si sono precipitati a Milano numerosissimi insetti.

Giovanni NutiA fare gli onori di casa è stato Giovanni Nuti che con Alda Merini ha condiviso anni di amicizia in cui sono germogliati fiori sonori come Rasoi di Seta, Poema della Croce e, per l'appunto, Una Piccola Ape Furibonda.

 

Sul palco del Circolo si sono alternate le esperienze e i racconti personali delle Piccole Api, il canto potente e dolcissimo di Isabella Mangiarratti, le note che sembravano uscire dalle mani timide e precise di Elena Papeschi e la voce di Giovanni Nuti... è strano, il suono della voce di Giovanni sembra davvero riportare a galla il senso dell'opera di Alda Merini, quello profondo sedimentato nelle pieghe luminose delle parole, anche quelle che non appartengono ad alcuna poesia.

Ma non crediate che le Api siano state a guardare o che abbiano soltanto raccontato qualcosa di sé a tutte le altre… sono insetti sociali e l’hanno ampiamente dimostrato durante una cena in cui, ve l'assicuro, sembrava di trovarsi tra vecchi amici anziché fra persone che non si erano mai incontrate. 

Abbiamo cantato, ballato, ci siamo commossi, abbiamo bevuto vino, chiacchierato, riso molto... credo che Alda Merini avrebbe riso con noi, anche ballato e cantato magari, che se le sarebbe proprio godute quelle ore di paradiso, lei, che si godeva anche l'inferno: Io la vita l’ho goduta perché mi piace anche l’inferno della vita e la vita è spesso un inferno… per me la vita è stata bella perché l’ho pagata cara.

Questo brevissimo Reportage non può che terminare con una serie di ringraziamenti... innanzitutto grazie a Donatella Lavizzari che, appena conosciuta, mi ha fatto regalo di un sorriso d'amicizia insieme alla possibilità di essere presente a questa serata; grazie a Giovanni Nuti, non solo per le emozioni che ha trasmesso come Artista, ma anhe perché ha affidato a tutti noi un compito arduo e importantissimo dichiarandoci Piccole Api Furibonde; a Barbara, figlia di Alda Merini; a tutti i miei commensali, ballerini, cantanti, imitatori che hanno trasformato una “serata di cui scrivere” in un “ricordo da conservare”.

Paola C.

(13 dicembre 2010)

© 2010 imieilibri.it


 

 


Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...