Il gusto proibito dello zenzero di Jamie Ford

Il commento...

“Il gusto proibito dello zenzero”
di Jamie Ford


Acquista su laFeltrinelli/IBS/inMondadori

“Non importa quanto bella sia una casa, conta solo sentire di esserci, a casa…”

Ognuno di noi ricorda le lezioni di storia a scuola, quando ci spiegavano la seconda guerra mondiale. Mai nessuno, però, ci ha raccontato, con altrettanta precisione, cosa accadeva fuori dall’Europa in quegli stessi anni.

“Il gusto proibito dello zenzero”,  dello scrittore americano -di origine cinese- Jamie Ford, ci racconta in modo delicato, un contesto storico, sociale e culturale poco conosciuto.

La storia si svolge nel 1942 a Seattle, cittadina multi-razziale, dove vivono Henry, un cinese, e Keiko, una ragazza giapponese. I due bambini sono cittadini americani, ma poco importa, la loro diversità è sulla loro pelle… nei loro occhi a mandorla.

Dopo Pearl Harbour, gli americani vivevano nel terrore di altri attacchi da parte dei giapponesi: convinti che in ogni cittadino di nazionalità nipponica potesse nascondersi un potenziale sabotatore, crearono dei campi di lavoro dove radunare, e controllare ogni abitante giapponese. Così la profonda amicizia tra i due bambini in apparenza si spezza… ma il filo spinato non divide i loro cuori.

“L’amore è amore. E se sai amare senza aspettative, senza condizioni, senza egoismo, le differenze, che all'inizio sembrano montagne invalicabili, dimostrano di essere in realtà delle piccole colline.”

Questo libro coinvolge per la delicatezza con cui viene trattato ogni argomento, l’intolleranza, il pregiudizio, la diversità, l’alternanza tra passato e presente, tra storia d’amore e la storia “vera”… la guerra… il tutto condito dalle note del jazz suonato nei locali, dove, nascosti, Henry e Keiko, ascoltavano la loro musica preferita e bevevano lo zenzero giamaicano.

“E mentre ascolti questo disco, spero che ripenserai non alle cose brutte, ma alle belle. A ciò che è stato, non a quello che avrebbe potuto essere. Al tempo che trascorremmo insieme, non a quello in cui fummo separati. Ma soprattutto, spero che penserai a me.”

In questo libro sembra di sentire l’odore di Seattle, di vedere l’Hotel Panama e le note che escono dal sax di Sheldon.

Silvia P

© 2011 - 2014 imieilibri.it


Jamie Ford, “Il gusto proibito dello zenzero”
Disponibile online su:
- laFeltrinelli
- IBS
- inMondadori

 

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...