I racconti degli arabeschi di Nikolaj Vasilevic Gogol

Il commento...

In questa raccolta sono contenuti 3 racconti in classico stile gogoliano, ovvero "Il corso Nevà", "il ritratto" e "diario di un pazzo".                    
Lo stile di Gogol è uno stile veramente personale e unico, che tende al   surreale lasciando però trasparire interpretazioni della vita quotidiani trasfigurate in metafore. Mi ha sempre colpito il suo modo di costruire   personaggi e storie sempre sul filo dell’ironia, oscillando tra assurdità e realtà: i suoi libri spesso mi hanno fatto sorridere, e anche questi racconti lo fanno, ma poi, quando magari ho riletto il racconto una seconda volta, mi sono accorto di quanto lucida, penetrante fosse l’analisi della società a lui contemporanea che si celava dietro questi brevi scritti.                                                                              
L’ambientazione è sempre la stessa: Sanpietroburgo, città magica, oscura, che dai suoi racconti mi sono sempre immaginato come perennemente avvolta in un nebbione freddo e invalicabile, e nonostante questo mi piacerebbe molto visitarla, magari seguendo i percorsi descritti nei libri di Gogol. In realtà non so neanche se i paesaggi urbani descritti dallo scrittore russo siano veri oppure del tutto frutto della sua fantasia così potente, perché il vero segreto, il motivo per cui veramente considero questo autore un grande è che non si sa mai dove finisce la fantasia e dove inizia la realtà.                                                      

 

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...