Settimana novarese della Lettura

Francesca M Postato da Francesca M in Eventi > happening > incontri letterari > incontro con autori > manifestazioni a tema
Questo evento si è tenuto dal 12 novembre 2010 al 18 novembre 2010 a Novara (tutta la giornata).
L'evento...

“Libri di carattere”

Passioni e mestieri dell'editoria

Settimana novarese della Lettura

Da venerdì 12 a giovedì 18 novembre, Novara diventerà centro di spettacoli, incontri, mostre e dibattiti legati all’universo libro: “Libri di carattere. Passioni e mestieri dell’editoria” è il titolo dell’edizione di quest’anno della “Settimana novarese della Lettura”, che porterà in città, tra gli altri, gli scrittori Roberto Piumini, Mino Milani e Sebastiano Vassalli.

La manifestazione si aprirà venerdì 12 novembre, alle ore 17:30, presso la Biblioteca Negroni di Palazzo Vochieri a Novara, con gli interventi e i saluti dell’assessore comunale alla Cultura Giancarlo Pessarelli, e di Maria Carla Uglietti, direttrice della Biblioteca civica Negroni.

Il festival letterario di Novara quest’anno dedica particolare attenzione alla letteratura per ragazzi, ricordandone- a trent’anni dalla morte- uno degli autori simbolo, Gianni Rodari.

Gianni RodariAllo scrittore che ha rivoluzionato la favola moderna ancorandola a personaggi e situazioni del vivere quotidiano è dedicata la mostra “Rodari, le parole animate. Munari, Luzzati, Altan, Maulini e gli altri illustratori del favoloso Gianni”, che sarà inaugurata nel corso del pomeriggio e resterà aperta fino al 20 novembre. La cerimonia d’inaugurazione sarà arricchita dalla presenza di Roberto Piumini, che leggerà un “Omaggio a Gianni Rodari”, e del curatore della mostra Walter Fochesato, esperto di storia dell’illustrazione e coordinatore redazionale della rivista “Andersen”, unico mensile italiano interamente dedicato alla letteratura per ragazzi.

Roberto PiuminiRoberto Piumini è il maggiore scrittore italiano per ragazzi, autore, dal 1978, di numerosissimi libri di fiabe, racconti corti e lunghi, romanzi, filastrocche, poesie, poemi, testi di canzoni, testi teatrali e parascolastici pubblicati presso circa 70 editori italiani.

Della sua sterminata produzione -di cui potrete sapere di più consultando il sito ufficiale dell’autore- ricordiamo i romanzi “La valle dei mulini”, “La mano della farfalla”, “Diario di primavera”, “Il sogno di Martino” e le raccolte di racconti “L’invenzione di Kuta”, “La terra di Malan” e “A cavallo fra i castelli”.

Inoltre, centrale nel percorso di Piumini è l’attività teatrale, che lo vede proporre, insieme a gruppi corali, strumentisti, cantanti e attori, spettacoli di lettura e recitazione di propri testi- per bambini, ragazzi e adulti- e spettacoli di animazione teatrale e musicale.

Infatti, a Novara Piumini porterà in scena “Storie dell’orizzonte”, spettacolo di Racconti  Poesie  Canzoni letti e recitati dall’autore e da Patrizia Ercole, con l’accompagnamento musicale di Andrea Basevi. Storie di animali, sentimenti ed emozioni sono i protagonisti di questo spettacolo di parole e musica- aperto a bambini dagli otto anni in su e ai genitori- che avrà luogo presso l’Auditorium del Conservatorio Cantelli di Novara nella serata di venerdì 12 novembre, con inizio alle ore 21.

Sabato 13 giornata dedicata al tema “Leggere e raccontarsi”, con due appuntamenti in programma.

Mino MilaniIn mattinata il protagonista sarà Mino Milani, giornalista, autore di fumetti e saggi storici -ricordiamo le analisi dedicate alla storia di Pavia e alle figure di Giuseppe e Anita Garibaldi-, ma soprattutto grande scrittore di letteratura per ragazzi.

In un incontro presso l’Istituto magistrale Bellini di Novara, con inizio alle ore 11, Milani presenterà la sua autobiografia “L’autore si racconta” (edita da Franco Angeli). Così lo scrittore racconta se stesso dalle pagine di questo volume:

“Ho cominciato a scrivere per ragazzi nel 1953, quando avevo venticinque anni, e credevo a quanto facevo esattamente come oggi. Sarà perché tutto sommato mi è andata bene, sarà perché sono sempre stato pessimista, ma non mi piacciono quelli che sospirano la perduta gioventù e rimpiangono le sue speranze, o addirittura le chiamano illusioni. Mai avuto illusioni, mi pare. Del resto, quelli della giovinezza non sono stati per nulla i miei anni migliori, né me la sento di rimpiangere quelle tristezze e quei tanti giorni gettati via nel tentativo di non gettarli”.

Nel pomeriggio di sabato 13 si passa alla Biblioteca Negroni con l’apertura della mostra-mercato dell’editoria locale “Asinochilegge. Gli Introvabili”, visitabile anche domenica, dalle 15 alle 19.

Alle ore 18 si continua poi con la presentazione del terzo volume della collana “Novara in orbace” dal titolo “La resa dei conti: la Squadraccia”, curato da Silvano Crepaldi (per le edizioni “Lampi di Stampa”).

Lunedì 15 novembre si riflette su “I misteri dei libri” .

Alle ore 16:30 presso il Liceo Scientifico Antonelli, il Prof. Roberto Cicala, dell’Università Cattolica di Milano, terrà una conferenza su un tema di grande attualità, vale a dire la rivoluzione, sui stiamo assistendo, del passaggio dal libro cartaceo a quello digitale. “Editoria prima e dopo Gutenberg: dall’invenzione della stampa agli e-book”, questo il titolo dell’incontro, cui si può partecipare prenotandosi al numero 0321 465480.

Alle ore 18 la Biblioteca Negroni si tinge di giallo con Lello Gurrado e il suo “Assassinio in libreria” (edito da Marcos y Marcos). Un esperimento letterario, questo dello scrittore barese, che mette tra le sue pagine personaggi reali, quali Faletti, Camilleri, Pinketts e Fred Vargas, tutti impegnati a smascherare l’assassino della libraia Tecla Dozio, uccisa da un prosecco al cianuro nella sua libreria, la mitica Sherlockiana di Milano.

Martedì 16 è il momento di “Storie di editori e scrittori”.

Si comincia alle ore 11 presso il Liceo Classico Carlo Alberto, con la conferenza tenuta dal linguista Federico Roncoroni in occasione dell’uscita del libro “Sillabario della memoria. Viaggio sentimentale tra le parole amate” (edito da Salani).

Ricostruire la memoria, metterla al riparo dalla dissoluzione del tempo: questo cerca di fare l’autore tracciando la propria storia personale attraverso le parole che maggiormente l’hanno segnata. In un passo del volume leggiamo:

“Tutte sono parole che mi hanno fatto e mi fanno diverso dagli altri uomini e dalle altre donne, che amano o odiano altre parole, ma, nello stesso tempo, mi rendono uguale o simile a tanti altri uomini e a tante altre donne, cui, in modo misterioso, quasi sensuale, mi legano con il sottile filo di seta dei loro significanti e dei loro significati”.

Alle ore 18 si torna alla Biblioteca Negroni con Paolo Di Stefano, scrittore e giornalista culturale del “Corriere della Sera”, che presenterà il suo libro “Potresti anche dirmi grazie. Gli scrittori raccontati dagli editori” (edito da Rizzoli). Di Stefano propone in questo volume un ritratto inedito, uno sguardo da vicino su grandi protagonisti della letteratura contemporanea -Moravia, Morante, Bufalino, Gadda, Calvino, Soldati, Kundera, Rushdie, Harris, Grisham, Eco, Biagi, Manganelli, Bunker, Tamaro, Allende, Tabucchi, Vàzquez Montalbàn, Doris Lessing, Arbasino, Tondelli, Ammaniti, Fallaci e molti altri- osservati e raccontati da chi lavora dietro le quinte, nei laboratori delle maggiori case editrici italiane.

Mercoledì 17 spazio alle “Storie di librai”. Alle ore 9:30, Roberto Denti, scrittore e fondatore della prima libreria per ragazzi in Italia, incontrerà gli studenti presso il Convitto ,Carlo Alberto e terrà un intervento dal titolo “Vi racconto la storia di un libraio per ragazzi”.

In serata, alle ore 21, la parola passa ad un altro grande protagonista dell’editoria italiana: Romano Montroni -già direttore delle librerie Feltrinelli e ora consulente delle nuove librerie Coop, autore di “Vendere l’anima”, “Il mestiere del libraio” (Laterza) e “Libraio per caso” (Marsilio)- terrà una conferenza dal titolo “Dalle Feltrinelli alle Coop: storie di libri e librai”. L’incontro sarà presentato da Lorenzo Martelli, direttore promozione Messaggerie Libri, e avrà luogo presso la Sala della Barriera Albertina di Novara.

La manifestazione si conclude giovedì 18 novembre con una giornata dedicata a “La passione della Stampa”. Alle ore 18, negli spazi della Biblioteca Negroni, Sebastiano Vassalli presenta “Pulcinoelefante: il più piccolo editore del mondo”, un incontro con Alberto Casiraghy.

Con il progetto “Pulcinoelefante” Casiraghy inventa e realizza da molti anni libri d’artista, cuciti a mano e stampati personalmente dall’autore nella sua casa di Osnago, con un’antica pressa. Di ogni libro vengono stampati pochissimi esemplari, per tutelare l’unicità di queste opere, che contengono quasi sempre disegni originali, piccole sculture, incisioni e ogni sorta di oggetti eseguiti da vari autori. In quest’occasione Casiraghy presenterà il volume “Gli occhi non sanno tacere. Aforismi per vivere meglio” (edito da Interlinea), ed esporrà i suoi libri-manufatti nella mostra “Il Pulcinoelefante: piccole grandi edizioni”, inaugurata giovedì 18 a Palazzo Negroni e aperta al pubblico fino al 27 novembre.

Durante la “Settimana novarese della Lettura”, inoltre, sarà diffusa in Biblioteca una bibliografia di opere inerenti i temi della rassegna.

 


Evento organizzato da Comune di Novara, Regione Piemonte, istituzioni locali, case editrici e pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...