26.900 Lire di Beigbeder Frédéric

Il commento...
Se avete stomaco e coscienza debole questo non è il libro per voi.
 
Ma se cercate la bibbia dei pubblicitari, il libro-rivelazione-confessione del sistema dell'advertising, allora correte a procurarvene una copia.
 
Octave è un pubblicitario sadico, ricco, cinico e solo come un cane, ma è il migliore conoscitore della specie umana e del suo subconscio. Creare pubblicità per il mondo globalizzato svegliando nella massa desideri ed esigenze inutili, spingere chiunque a comprare, consumare, pagare, ubbidire: è questo il suo lavoro.
 
Octave inquina il mondo con spot e bugie. Ama il suo lavoro, ma odia nello stesso tempo la su bravura e la sua capacità di fregare gli altri, di indurli ad una obbedienza cieca e insensata. E' lui che guida la vostra mano al supermercato, è lui che stimola in voi desideri incontrollabili.
 
"Sono un pubblicitario: ebbene sì, inquino l'universo. Io sono quello che vi vende tutta quella merda. Quello che vi fa sognare cose che non avrete mai. (...)Farvi sbavare è la mia missione. Nel mio mestiere nessuno desidera la vostra felicità, perché la gente felice non consuma."
 

 

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...
  • admin

    Amos Mattio dice,

    Ho letto il libro qualche anno fa, incuriosito dalll’amicizia del’autore con Houellebecq, di cui avevo recentemente apprezzato “particelle elemntari”, ma è stata una delusione. Una delusione che è durata poco perchè il libro è breve e perchè l’edizione economica non costava le 26.900 lire del titolo (il prezzo della prima edizione).
    Un libro esile e soprattutto un prodotto di marketing, coerente parto dell’autore, che è (era?) uomo di marketing, studiato per attirare il pubblico (dal titolo al risvolto di copertina, al linguaggio “giovanilista” e dal cinismo modaiolo) ma che non si può dire opera di letteratura. Come d’altronde la maggior parte dei libri che vengono proposti recentemente.
    Una piccola delusione dunque.


Scrivi la tua opinione su questo post...