Storie di ordinaria follia di Charles Bukowski

Il commento...

“Storie di ordinaria follia”
di Charles Bukowski


Acquista su laFeltrinelli/IBS/inMondadori

«Ci vuole un certo dosaggio, fra solitudine e folla. Un certo equilibrio ecco il trucco, per non finire fra quattro pareti imbottite»

Bukowski dunque, sempre Bukowski in questa sua disarticolata raccolta di racconti più o meno brevi.

Un genio, un visionario alle prese con le sue “Storie di ordinaria follia” (diverse edizioni disponibili online su laFeltrinelli/IBS/inMondadori).

Qui è il vecchio Buck che ci racconta storie, come se fossimo in una serata tra amici con un bel fiasco di vino tutti intorno ad un tavolo, e da buon amico ci mena per il naso raccontandoci l'umanità vista dal basso.

L'essere umano protagonista di questi racconti è sempre pronto a sprofondare nell'alcool, nel sesso e nel gioco d'azzardo ed è tra una sbornia, una scopata e una scommessa che si aggirano questi personaggi maledetti in cerca di vita.

Già, possiamo dire che in queste pagine tutto ruota intorno alla vita.

Non si cerca redenzione o pentimento ma vita ed è come se Bukowski avesse voluto creare una collana di perle, ogni storia una perla, per poi infilarle tutte, una ad una, nell'unico filo conduttore possibile: la vita; esistenze ai limiti delle resistenze che bruciano e si consumano ogni giorno con le sue emozioni ingenue e passionali.

Anche nei racconti dove i soggetti sono artisti, poeti maledetti con la benedizione di “un gran bell'attrezzo”, la poesia diventa carne, Buck non cerca di impressionarci, cosa che potrebbe benissimo fare, ma di farci sentire tutti umani, abbassando l'artista alla qualità della carne e innalzando la carne dell'uomo alla qualità dell'artista e l'uomo qualunque viene scambiato per poeta geniale rimediando una bella scopata.

«L'anima libera è rara, ma quando la vedi la riconosci: soprattutto perché provi un senso di benessere, quando gli sei vicino.»


Charles Bukowski, “Storie di ordinaria follia” - diverse edizioni disponibili online su laFeltrinelli/IBS/inMondadori

 

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...