Omaggio a Gabriela Mistral

luSal Postato da luSal in Eventi > gruppi di letture/reading > incontri letterari
Questo evento si è tenuto il 11 novembre 2010 a Milano, alle 21:00.
L'evento...

Gabriela Mistral: “Io canto ciò che tu amavi, vita mia”

“Io canto ciò che tu amavi, vita mia

nel caso ti avvicini e ascolti, vita mia,

nel caso ti ricordi del mondo che hai vissuto,

nel pieno tramonto io canto, ombra mia.”

 

 

“Io non voglio restare più muta, vita mia.

Come senza il mio grido fedele puoi trovarmi?

Quale segnale, quale mi svela, vita mia?”

 


La Casa della Poesia è un’associazione culturale che da cinque anni opera su Milano, con iniziative volte alla promozione della poesia e dell’arte.

Tra gli appuntamenti della stagione 2010/2011, un ciclo dedicato ai “grandi poeti”, inauguratosi il 21 ottobre con una tavola rotonda sull’opera di Luciano Erba.

 

La seconda serata è in programma  per giovedì 11 novembre e sarà un omaggio alla grande poetessa cilena Gabriela Mistral (pseudonimo di Lucia Godoy Alcayaga,1889-1957), una delle voci più alte della poesia femminile del Novecento (Sonetos de la Muerte, Desolación, Ternura), premio Nobel per la letteratura nel 1945.

 

Così recitava il discorso di consegna dell’Accademia Svedese: "Gabriela Mistral, questa cilena che salutiamo con ammirata commozione nel piccolo novero delle donne che hanno vinto il nostro premio, si avvicina fraternamente nel nostro ricordo a un'italiana altrettanto inizialmente sconosciuta, Grazia Deledda. Molte cose le uniscono. L'oscuro lavoro in condizioni disagiate, le difficoltà rovesciate dalla loro tenacia creativa e dal loro calore umano; e quello sguardo puntato sui piccoli, sui miseri, sulle esistenze che proliferano nell'ombra magica di province in cui si svolge la drammatica lotta tra fede e superstizione, tra preistoria e modernità".

 

Grande è stato il legame della Mistral con l’Italia, a partire da quel Grabiela del suo nome d’arte, omaggio nei confronti dell’amato D’Annunzio, fino agli anni passati a Napoli in veste di console cileno. Paradossalmente, e colpevolmente, la sua opera è rimasta a lungo fuori catalogo nel nostro paese.

 

La copertina del libro "Canto che amavi"La serata in suo onore di giovedì 11 vuole dunque celebrare il giusto ritorno di questa poetessa nelle librerie italiane, grazie all’attenzione di Marco Zapparoli e Claudia Taroli, direttori editoriali di Marcos Y Marcos, che proprio lo stesso giorno farà uscire Canto che amavi, selezione di poesie scelte.

 

A presentare il volume al pubblico, evocando la poetessa cilena, ci sarà Valeria Palumbo, romanziera, saggista e caporedattrice dell’Europeo, mentre l’attrice Tina Venturi porterà in scena una lettura di versi, con accompagnamento musicale della jazzista Tiziana Ghiglioni.

 

 

Seguirà un rinfresco offerto dal Consolato del Cile, patrocinatore dell'iniziativa.

 

Appuntamento alle ore 21, di giovedì 11 novembre, presso la sede della Casa della Poesia, Palazzina Liberty, Largo Marinai d'Italia 1, Milano. Ingresso libero.

 


L'evento è pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...