Il processo di Franz Kafka

Il commento...

“Il processo”
di Franz Kafka

“C’è una meta, ma non una via; ciò che chiamiamo via è un indugiare…”

Pubblicato postumo dall’amico Max Brod, “Il processo” è uno dei romanzi più inquietanti di Franz Kafka, scrittore nato a Praga, cantore delle più profonde angosce che hanno tormentato l’uomo moderno.

La narrazione prende spunto dalla vicenda di uno scrupoloso impiegato nel cui appartamento si presentano un giorno inaspettatamente due poliziotti con un mandato di comparizione. Il protagonista, senza riuscire a comprendere il perché, si trova coinvolto suo malgrado in una vicenda che lo porta a sbattere contro i meccanismi della giustizia, spesso corrotta.

Ma i palazzi dei tribunali, le stanze degli avvocati,le lentezze gli intrighi, tutto sembra rendere il protagonista fragile e indifeso, e nei giorni nella città come nelle notti solitarie egli si sente abbandonato, come se fosse già condannato prima che il processo si sia celebrato.

Spero che non siate in molti, ma chiunque di voi sia stato coinvolto in un processo o un semplice procedimento giudiziario ritroverà in questo libro molti aspetti paradossali della giustizia.

Questo però, secondo me, è anche un romanzo sull’alienazione, sulla difficoltà del vivere, che rappresenta bene l’assurdità della società moderna, troppo inscatolata in leggi e procedure, che toglie libertà anche laddove dovrebbe preservarla.

“Non c'era niente di eroico se anche resisteva, se anche metteva ora in difficoltà i signori, se tentava di gustare l'ultimo barlume della sua vita difendendosi…”

Mi è capitato spesso di sentirmi come chiuso, ingabbiato dai percorsi che la burocrazia ci costringe a seguire, a cominciare ad esempio dai semplici iter dell’immatricolazione all’università, e proseguendo poi con tutta quella serie di obblighi che ti portano a correre da un ufficio ad un altro, da una segreteria all’altra, cosa che ti fa pensare in certi momenti di aver completamente perso la libertà, e di essere costretto a fare ciò che le “leggi” vogliono.

Il libro parla di una vicenda più seria, ok, però le sensazioni che ho provato sono in qualche modo riconducibili.


Franz Kafka, “Il processo”

Disponibile online su:

- Amazon
- laFeltrinelli
- IBS
- inMondadori

 

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...