Festival della Scienza – Ottava edizione

Elisa M Postato da Elisa M in Eventi > manifestazioni a tema
Questo evento si è tenuto dal 29 ottobre 2010 al 7 novembre 2010 a Genova (tutta la giornata).
L'evento...

Festival della Scienza - Orizzonti

Festival della Scienza - Ottava edizione

Dal 29 ottobre al 7 novembre, Genova diviene per l’ottava volta il punto di incontro della cultura scientifica internazionale con il Festival della Scienza, la rassegna che porta nelle piazze, nei palazzi e nei teatri della bella città ligure oltre trecento eventi, tra conferenze, lectio magistralis, mostre, laboratori e spettacoli, rivelando gli aspetti più inediti e sorprendenti delle discipline scientifiche.

Tema di quest’anno è lo spazio, rappresentato nella parola chiave "Orizzonti", immagine/metafora dell’incessante progresso scientifico e della ricerca che ad esso si lega.

La ricchezza del calendario si manifesta dal giorno di apertura con la presenza dell’economista/filosofo libanese Nassim Nicholas Taleb, autore della teoria del cigno nero sugli effetti dell’imprevedibilità degli eventi, dell’astrofisico Riccardo Giacconi, Nobel per la fisica nel 2002, il cosiddetto padre dell’astronomia a raggi X, e con la prima assoluta di Icaro ai confini del tempo, l’opera multimediale dell’astrofisico Brian Green con musiche di Philip Glass, dove Icaro, navigatore solitario in astronave, si alza in volo non verso il sole ma verso un buco nero.

Caratteristici del Festival sono i momenti di incontro e riflessione delle lectio magistralis, che quest’anno vantano relatori d’eccezione tra cui il fisico e cosmologo Paul Davies, che racconterà la storia di SETI, il progetto sulla ricerca di vita aliena nell’universo, l’educatore e imprenditore indiano Sanjit Bunker Roy, fondatore del Barefoot College di Tilonia, l’Università per i non abbienti, l’ematologa e oncologa nigeriana Funmi Olopade, la genetista Vanessa Hayes, l’etologo e scrittore Giorgio Celli, il direttore della Specola Vaticana José Funes, il fondatore del Whole Earth Catalogue Stewart Brand, il matematico e scrittore Piergiorgio Odifreddi, il filosofo esperto di comunicazione Maurizio Ferraris.

Fin dalle ultime edizioni, il Festival si sviluppa in una serie di percorsi tematici, studiati per aiutare il pubblico ad orientarsi in un così ampio panorama di appuntamenti, e in questa ottava edizione tutti gli eventi previsti in programma, dai laboratori, alle mostre, alle lezioni, agli spettacoli, saranno organizzati nelle sei aree: orizzonti dell’uomo, orizzonti della luce e della materia, orizzonti della tecnologia, orizzonti della vita, orizzonti dell’universo e orizzonti delle idee.

Tra gli eventi del primo percorso, dedicato all’uomo e alla sua complessa natura, la mostra Verso l’orizzonte. Viaggi di popoli e cose tra Vicino Oriente e Mediterraneo Antico, rivela il punto di vista di chi sta per mettersi in viaggio, come i popoli migranti del Vicino Oriente e dell’antica area mediterranea, testimoniando la grandissima importanza dell’incontro e dello scambio tra culture. Ospiti di questa sezione, il neurobiologo Semir Zeki, il neuroscienziato Paul Bloom, il genetista Paolo Pandolfi e la psicoterapeuta Susie Orbach illustreranno al pubblico i risultati della più recente ricerca scientifica, mentre il filosofo della scienza Michel Bitbol, lo psicologo Nicholas Humphrey, il neurofisiologo Marcello Massimini e lo psicologo Max Velmans dialogheranno sui molteplici significati della coscienza. 

Con gli orizzonti della luce si festeggiano i 50 anni del raggio Laser con la mostra Laser. Luce oltre l’orizzonte e le conferenze del fisico Federico Capasso, mentre l’energia nelle sue varie forme è la protagonista di una serie di eventi interattivi, tra i quali la "Tombola dell’Energia" condotta da Patrizio Roversi e l’installazione "I colori del Mediterraneo", realizzata con le foto scattate dai partecipanti per strade e vicoli di Genova.

Per gli orizzonti della vita, una particolare attenzione è riservata agli animali e al loro linguaggio. Ne parleranno lo scrittore e docente di biologia evolutiva Marc Bekoff, la specialista di psicologia cognitiva Irene Pepperberg e l’etologo e scrittore Giorgio Celli. Il tema della vita rientrerà anche negli interventi della biologa molecolare Hermona Soreq, dell’immunologa Rashika El Ridi e del filosofo Alva Noe. All’evoluzionismo è dedicato il documentario Non è mai troppo Darwin, diretto da Angelo Loy e presentato dagli attori e interpreti Giuseppe Cederna e Roberto Nobile.

L’astrofisico Riccardo Giacconi, il direttore della Specola Vaticana Josè Funes, lo scienziato Paolo De Bernardis e il fisico teorico e astrobiologo Paul Davies saranno i protagonisti degli orizzonti dell’universo in un percorso tra verità e fantascienza, mentre il tema del viaggio è al centro della sezione gli orizzonti delle idee con la mostra "Odissea", un percorso alla ricerca delle radici del sapere, con lo spettacolo "Il viaggiatore onirico", ispirato al romanzo Un autunno a Pechino dello scrittore e jazzista Boris Vian, e con la perfomance teatrale "OrizzonTale", avventura poetica di un viaggiatore in movimento.

Infine, le strade di scienza e filosofia si intrecciano negli interventi dei filosofi Ermanno Bencivenga, Maurizio Ferraris e Armando Massarenti, del critico letterario Piero Boitani, del matematico Ian Stewart, del critico d’arte Hans Ulrich Obrist, dello storico di scienze arabe George Saliba e nella conversazione sul legame tra scienza e libero arbitrio condotta dallo studioso di scienze cognitive Andrea Lavazza, la neuropsicologa e filosofa Adina Roskies e il neuropsicologo Giuseppe Sartori. Non poteva mancare il matematico Piergiorgio Odifreddi ad accompagnarci in un viaggio nel tempo e nello spazio, dall’antico Egitto, agli Indiani, ai Greci, agli Arabi, fino all’Europa di oggi.

Logo della Biennale del MediterraneoInoltre, a fine ottobre Genova inaugura la prima edizione della Biennale del Mediterraneo, al quale il Festival della Scienza partecipa attraverso la presenza dei protagonisti giunti da quelle terre affacciate proprio su questo mare, tra i quali l’immunologa egiziana Rashika El Ridi, lo storico della scienza palestinese George Saliba, la biologa israeliana Hermona Soreq, oltre a Nassim Nicholas Taleb, il cui impegno contribuisce alla valorizzazione del Mediterraneo quale prezioso incrocio di civiltà e culture. 

Festival della Scienza - Genova, dal 29 ottobre al 7 novembre

Informazioni, programma dettagliato e prenotazioni: http://www.festivalscienza.it/site/Home/Programma.html

(tutte le immagini riportate in questo post sono riprese dallo stesso sito del Festival della Scienza)

 


Evento organizzato da Associazione Festival della Scienza e pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

I commenti su questo post sono chiusi!