London. Appunti da una metropoli di Will Self

Il commento...

Will SelfQuesta è un’antologia che raccoglie un bel po’ di articoli pubblicati su quotidiani e riviste, interventi radiofonici, saggi, interviste, ricordi.

Tutti sulla Londra degli anni ’90 che si affaccia al nuovo millennio. La Londra di Blair e di Nick Hornby, di Martin Amis, di Damien Hirst, di Morrissey e degli Oasis, del millenium Dome, della M25 e del London Eye. La Londra che piange la scomparsa di Lady D., che inaugura la Tate Modern e che sventra interi quartieri, abbatte edifici storici per cambiare faccia e far spazio al nuovo.

La cosa che più mi ha sorpreso è stato leggere, in questa sorta di “diario di bordo” metropolitano, i giornali da cui erano tratti, ovvero i maggiori quotidiani inglesi -il Times, l’Observer- e scoprire così uno stile giornalistico che abbandona il politically correct, le sfumature, e le frasi con il si impersonale per dichiarare apertamente la propria opinione, che si parli di Tony Blair, di monarchia o di un ristorante, senza paura di inimicarsi qualcuno, di risultare scomodi o inopportuni.

Tanti capitoli, alcuni più corti, altri più corposi -ma non meno intensi -scritti con uno stile graffiante e sarcasmo da vendere.

Un libro di piacevole lettura e di approfondimento. Uno spunto per riflettere su una metropoli in continua evoluzione e sui problemi di una società rigida ma costretta a cambiare.

Un libro da leggere prima di partire, o al ritorno. O, come nel mio caso, un libro da leggere per ricordare.

London-at-night-from-London-Eye

 

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...