Tallone editore. La forma del pensiero

Elisa Z Postato da Elisa Z in Eventi > manifestazioni a tema > mostre tematiche
Questo evento, inserito nell'ambito di Ottobre piovono libri - I luoghi della lettura 2010, si è tenuto dal 14 ottobre 2010 al 21 novembre 2010 presso Palazzo Isimbardi, Corso Monforte 35, Milano (Milano) (tutta la giornata).
L'evento...

Tallone editore

La forma del pensiero

in mostra

Si inaugurano oggi, giovedì 14 ottobre, alle 18 a Palazzo Isimbardi, in Corso Monforte 35, a Milano, le mostre “Tallone Editore: La forma del pensiero. Ottant’anni di ricerca tipografica.” e “Tipografia: Il design del design. Estetica e stili dei caratteri dalle origini al modernismo attraverso gli strumenti e i tipi originali tratti dall'archivio dell'Editore Tallone.

A cinquant'anni dal rientro in Italia della Casa editrice Tallone, fondata da Alberto Tallone a Parigi negli Anni Trenta, e dall'inaugurazione della sede di Alpignano (TO), il 15 ottobre 1960 alla presenza di Luigi Einaudi (e Donna Ida), la mostra “Tallone Editore - La forma del pensiero” documenta i contributi stilistici dell'editore e stampatore Tallone al design del libro, attraverso i tipici formati, i frontespizi, le impaginazioni, i caratteri da stampa, le carte e le legature: un insieme progettuale diventato presto un logo distintivo e inconfondibile delle Edizioni Tallone, esplorato dall'esposizione assieme alla storia del fondatore Alberto, iniziata a Milano, poi a Parigi e di nuovo in Italia, e continuata fino ai giorni nostri dai familiari. Enrico Tallone ha recentemente illustrato i canoni estetici di questi ottant’anni di attività editoriale in tre Manuali Tipografici.

La mostra, promossa da Provincia di Milano/Assessorato alla Cultura in collaborazione con Alberto Tallone Editore e Fondazione Radici nel Futuro, e curata da Dario Vermi, si articola in due sezioni.

La prima, “Il design del libro. Ottant’anni di ricerca tipografica” è ospitata nelle sale di Palazzo Isimbardi, sede della Provincia di Milano.

La seconda, “Tipografia: design del design - Storia ed estetica dei caratteri dagli esordi al modernismo attraverso gli strumenti e i tipi originali”, nella Biblioteca di Palazzo Isimbardi.

La mostra rientra nel progetto “Ottobre, piovono libri. I luoghi della lettura” promosso da: Ministero per i beni e le Attività Culturali, Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, Unione delle Province d’Italia Associazione Nazionale Comuni Italiani e Centro per il Libro e la Lettura.

In esposizione la varietà di formati, di impaginazioni, di caratteri da stampa, di carte e legature che hanno derivato all'Editore Tallone il primato di aver dato una veste tipografica sempre originale alle proprie edizioni, progettate attorno ad ogni autore, coniugando la correttezza filologica dei testi alla chiarezza grafica. Inoltre, le lettere autografe, le fotografie e i documenti esposti mostrano ai visitatori uno spaccato della storia dell’editoria e della vita intellettuale milanese (anche attraverso il legame parentale con Enrico Somarè), come della letteratura italiana e internazionale degli ultimi ottant'anni, descrivendo le collaborazioni con studiosi e filologi, come Francesco Flora, Pierre de Nolhac, Gianfranco Contini, Giorgio Petrocchi, Francesco Mazzoni e Carlo Ossola (prima a Parigi, ora ad Alpignano), per i quali la casa editrice fu ed è punto di riferimento, oltre che per autori tra i quali Paul Valéry, Pablo Neruda, Elémire Zolla e Guido Ceronetti, che vollero i propri testi "vestiti" dall'Editore Tallone.

La sezione presso la Biblioteca di Palazzo Isimbardi illustra l'introduzione dei caratteri mobili nel XV secolo, all'origine del ‘segno’ e del ‘disegno’ della scrittura ‘meccanizzata’: l'espressione più significativa e determinante dell’era moderna. Dedicato alla storia e all'estetica dei caratteri da stampa, le cui forme si sono evolute riflettendo il gusto dei vari periodi storici, il percorso di cinque secoli (segnato dal passaggio dalla cadenza del gotico al ritmico romano minuscolo, alla nascita nel 1501 a Venezia del corsivo tipografico, conosciuto nel mondo come “italico”, ai tipi barocchi, transizionali, neoclassici, eclettici, liberty e modernisti) è illustrato attraverso i punzoni e i caratteri da stampa originali, provenienti dall'archivio dell'Editore Tallone, affiancati, per ogni epoca, dagli strumenti originali per l'incisione e la fusione dei tipi e per la composizione dei testi, oltre che dalle pagine di alcuni volumi pubblicati nei diversi periodi storici con i rispettivi caratteri. Il percorso termina nella sala dedicata al Novecento ove saranno messi in particolare evidenza i caratteri creati a Milano e in Italia, destinati alle diverse applicazioni nel libro e nella pubblicità.

(fonte: http://www.provincia.milano.it/cultura/manifestazioni/altresedi/tallone_editore/index.html)

 


L'evento è pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

I commenti su questo post sono chiusi!