La maga delle spezie di Chitra Banerjee Divakaruni

Il commento...

“La maga delle spezie”
di Chitra Banerjee Divakaruni

“…i giorni sono fatti di zucchero fuso e cannella, dove cantano uccelli dall'ugola di diamante, dove il silenzio, quando scende, è lieve come la bruma di montagna…”

Questa è una storia fatta di profumi, colori, alchimie e suggestioni, che ti accompagnano in un mondo magico e nello stesso tempo reale.

Ogni capitolo è una spezia, ogni pagina è una storia, una vita ed un sapore, un rito da seguire, perché le spezie sanno rispondere al tuo canto se sei una maga, ogni spezia rivela un segreto, una magia con la quale intrecciare vite e destini.

L'autrice si profonde in descrizioni minuziose, dipinge paesaggi e persone rendendoli reali;  attraverso il linguaggio carico ed emozionale sembra che i luoghi respirino e ti sembra di respirarne il profumo e la luce, sei coinvolto nei pensieri, nei dubbi e negli interrogativi dei personaggi come se fossero i tuoi, è una miscela di un passato ed un  futuro che si intersecano e scontrano continuamente e tu ne sei immerso e toccato.

Tilo -la protagonista- è una donna sapiente e coraggiosa che compie una scelta di vita non convenzionale, la più difficile: dedicarsi agli altri e usare la propria conoscenza del potere magico delle spezie per risolvere situazioni all'apparenza senza via d'uscita. Come una “maga” è capace di leggere nel cuore delle persone e di aiutare chiunque entri  nella sua bottega: sa “vedere” preoccupazioni e segreti, sa ascoltare, sa immedesimarsi nel dolore altrui. È un'amica fidata che sa dare risposte, che sa che cosa significhi soffrire, che sa accogliere con la sua delicatezza e sensibilità, e sa attivarsi per cercare soluzioni.

Consapevole del valore di ciò di cui si sta prendendo carico, Tilo vuole e sa essere presente per alleggerire il cuore altrui, nonostante la scelta a cui si è votata comporti la sua rinuncia ad altro.

Tutto procede  e scorre, finchè… come nella vita di ognuno di noi, arriva l'“imprevisto” e con lui il momento in cui bisogna avere il coraggio di infrangere le regole e le vecchie posizioni: arriva il momento di svestirsi della propria pelle per capire chi si è veramente e per che cosa valga la pena rischiare e continuare a vivere.

“Il peperoncino secco, lanka, è la spezia più potente. Con la sua buccia rossa e rugosa, la più bella. Ha un altro nome: pericolo. Il peperoncino canta con la voce di un falco che sorvola in cerchio monti calcinati dal sole dove non cresce nulla… Spezia del rosso giovedì, giorno della resa dei conti. Il giorno che ci invita a prendere il sacco della nostra esistenza e a rivoltarlo completamente…”

Rispettare le scelte intraprese, il proprio dovere oppure il proprio io? Onorare un patto antico o una promessa di futuro?

La risposta non può essere che dettata da chi sa leggerti dentro, da chi sa capire che cosa scorra sotto la tua pelle, da chi non si ferma alle apparenze e specchiandosi nei tuoi occhi ti aiuta a vedere la tua vera anima.

Allora ti uncina, ti appiccica, ti lega e ti sta accanto, ti rende bella anche se non credi di esserlo: ti fa capire che puoi avere più di un altro posto nel mondo e che ciò che desideri esiste anche per te.

“Sollevando il coperchio del contenitore accanto alla porta della bottega, se ne percepisce subito l'odore… accarezzatene la superficie con la mano, e la serica polvere gialla vi infarinerà il palmo ed i polpastrelli. Polvere di ali di farfalla.
…ogni spezia ha un suo giorno speciale. Quello della curcuma è la domenica, quando la luce gocciola burrosa  nei barattoli di latta che se ne imbevono fino a splendere, quando si pregano i nove pianeti perché ci concedano amore e buona sorte.”


Chitra Banerjee Divakaruni, “La maga delle spezie” - Edito da Einaudi, 290p., €12.00
Disponibile online su laFeltrinelli/IBS/inMondadori

 

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...