Lettera ad un bambino mai nato di Oriana Fallaci

Il commento...

Vi sono tali e tanti pensieri, dubbi, sentimenti dietro la nascita di un figlio, che a volte si rischia di perdercisi dentro, se si razionalizza troppo l'evento. Questo è ciò che ho capito leggendo questo libro, un libro profondo e ben scritto, nel quale la Fallaci mi ha permesso di comprendere tanti aspetti che prima non avevo mai considerato appieno del rapporto tra una madre e il proprio figlio durante la gravidanza, ma mi ha anche convinto del fatto che un figlio lo si deve amare e basta, se sorgono dubbi o pensieri allora forse significa che una donna non è pronta ad esser madre.
Infatti, durante tutto il libro, con metafore bellissime e con racconti talvolta anche molto crudi, la scrittrice fiorentina affronta il discorso rimanendo sempre in bilico, desiderosa si di avere un figlio ma allo stesso tempo incapace di rinunciare alla propria libertà, alla propria professione, ai viaggi, insomma tenendo un atteggiamento che mi è parso sin dall'inizio leggermente egoistico.

Questo libro ha suscitato in me riflessioni sul "mestiere" dell'esser genitori, sulla vita in generale, sul ruolo della donna nella società e sulle sue libertà, insomma tutto un insieme di pensieri che solo per questo valgono l'impegno di leggersi il libro, che in certi momenti può far arrabbiare, in altri può commuovere, ma in qualsiasi momento induce alla riflessione: ed è questo il suo grande merito, secondo me.

 

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...