“Area P”: Milano incontra la Poesia

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > gruppi di letture/reading > incontri letterari > incontro con autori
Questo evento si è tenuto dal 20 gennaio 2013 al 31 dicembre 2014 presso Milano, aula consiliare di Palazzo Marino (Milano) (tutta la giornata).
L'evento...

“Area P”
Milano incontra la Poesia

“La casa della poesia non avrà mai porte” (Alda Merini)

Si torna a “respirare” aria di poesia a Milano, con “Area P”, l’iniziativa promossa dal Comune di Milano che -come espresso nelle parole del presidente del consiglio comunale, Basilio Rizzo- vuole «condividere con cittadini e turisti il bene universale della cultura. Guardare il mondo con gli occhi della poesia, in un periodo di crisi economico-sociale come quella attuale, per andare oltre il nostro orizzonte abituale, (ri)scoprire sviluppi possibili e prospettive di cambiamento per l’intera società e (ri)trovare in noi stessi i valori più autentici e profondi».

 

Attraverso questa iniziativa si offre pertanto l’opportunità di avvicinarsi alla poesia attraverso i grandi poeti del passato e del presente, in una sintesi feconda costruita per arricchire il pubblico. Le sale di Palazzo Marino continueranno, dunque, ad aprire le porte -per una domenica al mese, ad ingresso gratuito- riempiendosi degli echi di artisti e poeti capaci di interpretare il loro tempo.

Il primo appuntamento del nuovo anno -domenica 12 gennaio (presso la Sala Consigliare di Palazzo Marino, alle 10.30)- sarà un omaggio al poeta Dino Campana, con una rilettura dei “Canti Orfici”, volume di cui ricorre il centenario della pubblicazione.
A far rivivere i versi dello sfortunato ed enigmatico poeta toscano (di cui potete leggere alcuni accenni biografici nella precedente presentazione de “Il poeta sotto esame” di Paolo Maccari) sarà Francesco Fiorista, medico e poeta (che ha dedicato al poeta di Marradi alcuni dei suoi versi nella raccolta “Rime Dovute”), che accompagnerà il pubblico nella conoscenza dell'opera di Campana.

La storia della pubblicazione dei “Canti Orfici” (volume disponibile online su laFeltrinelli/IBS/inMondadori) fu complicata quanto la vita del suo autore, che ha trascorso buona parte della sua vita rinchiuso nel manicomio di Villa Castel Pulci dove è morto nel 1932, a soli 47 anni: il manoscritto, dapprima smarrito, fu stampato dal tipografo Bruno Ravagli di Marradi, paese d'origine del poeta, che li pubblicò in una tiratura limitata nel luglio 1914.

Ricordiamo che nel corso del 2013 la rassegna si è, ad esempio, occupata di promuovere anche il mondo di Emily Dickinson, poetessa statunitense le cui liriche sono spesso rivolte al piccolo mondo della quotidianità, pur scontrandosi spesso con le tematiche di attualità che scossero l’America del XIX secolo, tra cui la sanguinosa Guerra di secessione, di cui rievochiamo i versi:

“Le mie guerre riposano nei libri-/ho una battaglia ancora-/un nemico che non ho mai veduto/ma che più volte mi scrutò, indeciso (…)”

Altro ospiti di spicco, dello prima parte dello scorso anno, sono stati: Dario Fo, protagonista di una recita dei monologhi di Angelo Beolco, detto Ruzzante, drammaturgo e scrittore morto a Padova nel 1542; il poeta italo-ungherese Tomaso Kemeny, autore del “Poemetto gastronomico e altri nutrimenti” (di cui potete leggere una precedente presentazione; disponibile su laFeltrinelli/IBS/inMondadori); e lo scrittore e poeta Aldo Nove, che aveva presentato i suoi ultimi lavori.

Il primo appuntamento dopo l’estate è stato, invece, dedicato al poeta greco Konstantinos Kavafis, uno degli autori neo-ellenici più conosciuti nel mondo. Alcune delle sue liriche hanno segnato il panorama della poesia moderna: basti pensare ad “Itaca”, riproposizione in chiave contemporanea del viaggio dell’omerico eroe Ulisse dove l’uomo del ventunesimo secolo è stimolato al viaggio:

“E se la trovi povera, non per questo Itaca ti avrà deluso./ Fatto ormai savio, con tutta la tua esperienza addosso/avrai già capito cosa Itaca vuole significare”

Mentre, l'ultimo appuntamento del 2013 (domenica 10 novembre) di Area P ha visto protagonista Donatella Bisutti, poetessa innovatrice nel modo di rapportarsi alla poesia -autrice di originali raccolte poetiche, tra cui: “La poesia è un orecchio” (di cui potete leggere una presentazione), “Rosa alchemica” (di cui potete leggere una presentazione) e il recente “Un amore con due braccia” (di cui potete leggere una presentazione)- che ha presentato una selezione delle sue poesie.

Caterina M

© 2013 - 2014 imieilibri.it

 


Evento organizzato da Comune di Milano

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...