“Ti prego lasciati odiare”: amore, passione e self-publishing al “Premio Bancarella” 2013

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > Speciali > approfondimenti > concorsi e premi letterari > news mondo editoriale
Questo evento si è tenuto il 22 luglio 2013 in tutta Italia (tutta la giornata).
L'evento...

“Ti prego lasciati odiare”...

Amore, passione e self-publishing al “Premio Bancarella” 2013

Sessantuno edizioni e una formula invariata per il “Premio Bancarella”, tra i pochi in Italia a premiare libri e autori non sulla base di “ipocrite pretese letterarie o in ogni modo culturali, e (…) assegnato ai libri più venduti, in una visione del mondo merceologica e incontrovertibile”, come tiene a sottolineare libraio bibliofilo Alberto Vigevani. Una storia che inizia dalla lunga tradizione dei librai ambulanti e grazie al loro “fiuto” nell’indovinare i gusti dei lettori, riuscendo a volte ad anticipare tempi e tendenze -come accadde nell’edizione del ’53 quando a essere premiato fu Hemingway (di cui abbiamo, giusto ieri, celebrato il “compleanno”) con “Il vecchio e il mare”, con cui di lì a poco avrebbe vinto il Nobel.

E di questa vocazione ad essere specchio del tempo, in perfetta tempistica con l’esplosione, anche in Italia, di forme di scrittura “social” e amatoriale, è frutto il risultato di quest’anno.

Dalla sestina di finalisti -composta, oltre che dalla vincitrice, da M. J. Heron con “Implosion” (disponibile online su laFeltrinelliIBS), Maurizio De Giovanni con “Vipera”,  (disponibile online su laFeltrinelli e IBS), Vanna De Angelis con “Il bambino con la fionda” (disponibile online su laFeltrinelli e IBS), Bruno Morchio, con “Il profumo delle bugie” (disponibile online su laFeltrinelli e IBS) e Ugo Moriano, “L’ultimo sogno longobardo” (disponibile online su laFeltrinelli e IBS)- a essere premiato è stato, infatti, “Ti prego lasciati odiare” (disponibile online su laFeltrinelli e IBS) di Anna Premoli, considerato il primo caso italiano di self-publishing di successo.

Si dice infatti che, a insaputa dell’autrice e dopo essere rimasto per anni in un cassetto, il marito della Premoli abbia deciso di pubblicarlo in e-book -come regalo di compleanno- su una delle maggiori piattaforme di pubblicazione digitale, e che il libro sia schizzato in cima alle classifiche dei più scaricati in pochissimo tempo, raggiunngendo le 50 mila copie e attirando l’attenzione della casa editrice Newton Compton.

Gli ingredienti di tanto successo?
Un uomo e una donna giovani, belli e con una florida carriera alle spalle
. Un’antipatia reciproca che li porta a evitarsi (se non a farsi la guerra) il più possibile, fino a quando un progetto li costringe a lavorare in team. Un fidanzamento finto per necessità e un bacio recitato tanto bene da sembrare vero fanno il resto, conducendo il lettore ai confini (prevedibili?) di un amore che nasce dall’odio.

Leggero, divertente, brillante soprattutto in certi dialoghi che rivelano con sottile ironia cliches e stereotipi dell’ambiente della finanza e di certa nobiltà snob da cui i protagonisti arrivano.

Ma soprattutto romantico e destinato a far sognare lettrici più o meno giovani che credono nei colpi di fulmine.

Qualcuno lo ha già definito il miglior esempio (italiano) di questa stagione di chick-lit -quella narrativa rivolta a donne giovani, single e in carriera, rivisitazione in chiave post-moderna del romanzo rosa- e da altri è stato paragonato al caso editoriale della E. L.James , le oramai famose “Cinquanta sfumature”- che proprio la scorsa estate aveva dominato le classifiche dei libri più venduti (leggi l’approfondimento).

Certo è che, amore, romanticismo e passione non mancano nel libro di Anna Premoli appena premiato ieri -secondo la tradizionale formula del “Bancarella” che vuole la cerimonia di premiazione svolgersi la penultima domenica di luglio- insieme a tanta ironia e una sottile vena critica che gli impediscono di cadere nell’effimera sdolcinatezza.

ViDa

© 2013 imieilibri.it

 


Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...