“Collisioni”: a Barolo tra letteratura e musica

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > concorsi e premi letterari > happening > incontri letterari > manifestazioni a tema > mostre tematiche
Questo evento si è tenuto dal 5 luglio 2013 al 9 luglio 2013 presso Barolo (Cuneo), alle (vedi dettaglio eventi).
L'evento...

“Collisioni” 2013
a Barolo tra letteratura e musica

“Hey babe, take a walk on the wild side...” (Lou Reed)

Nasce con un'idea ben precisa -quella di trovare un ambiente che riuscisse a far sentire a proprio agio tanto lo scrittore più venduto quanto il rapper appena fuori dall'adolescenza e una formula che facesse di lettori e appassionati di musica, non solo degli spettatori-consumatori ma i veri protagonisti- l'avventura di “Collisioni”.

La manifestazione che fa di un intero comune, quello di Barolo e delle sue colline “un paese aperto e globale, che ognuno -ha- il diritto di considerare suo a prescindere dalle proprie idee o dalla provenienza” -come citato nella presentazione del Festival- e che negli anni è diventata un richiamo per ospiti strapremiati e internazionali, prevede anche quest'anno un ricchissimo programma, tra musica e letteratura, con appuntamenti dal 5 al 9 luglio.

Filo conduttore di quest’anno le “Creature selvagge”, non solo quelle delle installazioni artistiche dalla foggia di bizzarri animali e interamente realizzate in plastica riciclata da Cracking Art che invaderanno Barolo nei giorni della manifestazione ma, anche “come sono normalmente gli artisti e l'arte in generale quando è libera, e non vive dentro a recinti, pregiudizi, censure, finalità diverse da quella di cercare la bellezza dell'uomo e della natura”, come si legge nella mission degli organizzatori del festival.

Dopo l'inaugurazione con l'unica data italiana di Jamiroquai (venerdì 5 luglio, 21.30), il programma letterario parte sabato 6 con un parterre davvero esclusivo di ospiti.

In mattinata (alle 11.30) Ascanio Celestini sarà protagonista di un reading tratto da “Pro Patria” (disponibile su laFeltrinelli.it e IBS; sul libro-spettacolo di Celestini potete leggere un precedente ampio post di presentazione), storia di un detenuto condannato a fine pena mai che, dalle quattro mura di una cella, comincia a ri-scrivere le paradossali parole dei primi eroi risorgimentali.

Più tardi (a partire dalle 14) “Collisioni” renderà omaggio a Margherita Hack, l'astrofisica venuta a mancare la scorsa settimana, che proprio a Barolo avrebbe dovuto presentare “Stelle, pianeti e galassie. Viaggio nella storia dell'astronomia: dall'antichità a oggi” (disponibile su laFeltrinelli.it e IBS), libro scritto a quattro mani con Massimo Ramella. A lei sarà dedicato il documentario “Il perchè non lo so” e l'intervento di Marco Revelli.

Tantissimi anche gli ospiti attesi per il pomeriggio: da Ian McEwan -autore tra gli altri di “L'amore fatale” (disponibile su laFeltrinelli.it e IBS), “Espiazione” (disponibile su laFeltrinelli.it e IBS) e “L’inventore dei sogni” (di cui potete leggere un precedente commento)- il cui intervento (alle 15.30) si muoverà al margine tra note e scrittura; a Luciana Littizzetto, che dialogherà con Paola Mastrocola (alle 17.00) sulla difficoltà di essere genitori e su come i figli possano essere per loro perfetti sconosciuti, a partire dal romanzo “Non so niente di te” (disponibile su laFeltrinelli.it e IBS).

E ancora Oliviero Toscani uno dei fotografi e pubblicitari italiani più noti per le sue campagne dalla forte impronta sociale, si confronterà (ancora alle 17.00) con il giornalista Emilio Targia sull'idea del sogno, in parte utopico, di abolire la “cattiva maestra” televisione.
Tra gli ospiti più attesi di sabato 6, Roberto Saviano e Michael Chabon.

In occasione del tour di presentazione di “ZeroZeroZero” (disponibile su laFeltrinelli.it e IBS) -libro-indagine in viaggio sulle strade della cocaina, dietro il cui “candore [si] nasconde il lavoro di milioni di persone” e un giro di affari senza rivali- l'autore di “Gomorra” sarà a Barolo (alle 18.30) per continuare a difendere il sogno di una vita e una parola libera.

Dopo essere stato presente al Dal Verme di Milano, nell'ambito de “La Milanesiana”, Michael Chabon -Premio Pulitzer nel 2001 per “Le fantastiche avventure di Kavalier & Clay” e sceneggiatore, tra l'altro, di Spiderman 2- sarà a Collisioni per presentare “Telegraph Avenue” (disponibile su laFeltrinelli.it e IBS), romanzo polifonico e centrifugo, popolato da un intero mondo di personaggi tratteggiati con cura documentale.

A conclusione della serata di sabato (alle 20.00), Serena Dandini presenterà il suo “Ferite a morte” (disponibile su laFeltrinelli.it e IBS), libro tratto dal progetto teatrale che, con la collaborazione di alcune delle migliori attrici italiane, ha raccontato la “spoon-river” delle donne morte d'amore e delle troppe vittime di femminicidio (sul libro e sullo spettacolo-denuncia della Dandini, potete leggere un precedente post di presentazione).

Tantissimi anche gli ospiti letterari di domenica 7: in mattinata (alle 12.00) a parlare ancora di genitorialità e del duro mestiere di essere madre ci saranno lo psicologo e scrittore Paolo Crepet e Ayelet Waldman -scrittrice americana e moglie dello stesso Chabon- autrice di “La cattiva madre”, saggio con cui ha infiammato il pubblico americano sostenendo che “se la buona madre è colei che ama i propri figli più di qualsiasi altra cosa al mondo, allora io non sono una brava madre. Amo mio marito più dei miei figli, per me accessori” (fonte: corriere.it).

A Giuliano Sangiorgi, storico frontman dei Negramaro, verrà consegnato (alle 12.00), il “Premio Giovani 2013” assegnato ogni anno dal comitato artistico di “Collisioni” per “Lo spacciatore di carne” (disponibile su laFeltrinelli.it e IBS), romanzo d'esordio, storia di un amore destinato a diventare dipendenza.
Lo stesso premio, per il cinema, sarà attribuito più tardi (alle 15.30) a Giuseppe Tornatore.

Nel pomeriggio (alle 14.00), il Premio Nobel per la letteratura Vidia Naipaul, presenterà il suo ultimo romanzo “La perdita dell'Eldorado” (disponibile su laFeltrinelli.it e IBS).
Il libro è frutto degli anni di ricerca da lui stesso compiuti a partire dai documenti conservati al British Museum, alla ricerca di una verità storica, quella della conquista dell'isola natia di Trinidad troppo spesso sostituita da leggende, che si trasforma nella scabra cronaca, dove il fiabesco Eldorado si tinge di barbarie e lascia affiorare schiavitù, massacri e torture.

Tra gli ospiti del pomeriggio di domenica vale la pena di sottolineare anche la presenza di Piergiorgio Odifreddi (alle 14.00) -che, con “Abbasso Euclide!” (disponibile su laFeltrinelli.it e IBS), conclude la trilogia del suo personale racconto della geometria, approdando alla spiegazione, resa meno ardua dall'uso di tantissime illustrazioni di concetti e teorie, dalla quarta dimensione ai frattali, che hanno attratto l'attenzione dei matematici soltanto a partire dalla fine dell'Ottocento, e sono poi diventati il fulcro della matematica del secolo appena trascorso- e David Grossman (alle 17.00) a Barolo per presentare il suo “Caduto fuori dal tempo” (disponibile su laFeltrinelli.it e IBS), storia di un padre e del suo viaggio senza meta, verso quel laggiù che gli ha portato via il figlio (sul libro, potete leggere il post della recente presentazione all'anteprima del Festival “Tuttestorie”).

E ancora, Valerio Massimo Manfredi, che ripercorrerà (a partire dalle 18.30) l'archetipo di quel “chi sei? Nessuno” che, da Ulisse agli eroi moderni, è costante esistenziale a partire dal romanzo “Il mio nome è nessuno” (disponibile su laFeltrinelli.it e IBS).

La goliardica autoironia di David Sedaris sarà protagonista (alle 18.30), invece, di un incontro in cui lo scrittore e umorista statunitense si racconterà a Lella Costa. Più tardi (alle 20.00) Massimo Carlotto e Marco Videtta presenteranno “Le Vendicatrici” (disponibile su laFeltrinelli.it e IBS), un ciclo di romanzi che, sullo sfondo della Roma di oggi, corrotta e criminale, racconta la storia di quattro donne diversissime tra loro che decidono di ribellarsi al destino imposto da uomini malvagi e sbagliati, pronte a dimostrare che “fare arrabbiare una donna è pericoloso; farne arrabbiare quattro è da pazzi”.

Contemporaneamente Daria Bignardi, con “L'acustica perfetta” (disponibile su laFeltrinelli.it e IBS) racconterà un amore destinato a perdersi per poi ritrovarsi, perfettamente uguale a se stesso e, per questo, destinato a fallire.

A concludere gli incontri “in lettura” Lilli Gruber: la giornalista ed ex inviata Rai presenterà, infatti, (alle 21.00) “Eredità” storia in cui, sullo sfondo delle intricate vicende storiche che videro distrutta l'Austria e l'avvento dei fascismi, si muovono impotenti le vite di personaggi normali (disponibile su laFeltrinelli.it e IBS).

Tra i tanti appuntamenti in musica previsti per questa edizione di Collisioni vale la pena di ricordare quelli con Gianna Nannini e Elio e le Storie Tese (sabato 6, alle 21 e alle 23.30), quello con I tre allegri ragazzi morti, Marta sui Tubi e Fabri Fibra (domenica 7 a partire dalle 20) e l'esclusiva conclusione con Eltoh John, martedì 9 (alle 21.00).

Tante anche le rassegne e i contest dedicati alle nuove proposte e alle band emergenti.

ViDa

© 2013 imieilibri.it


Le giornate di sabato e domenica avranno un costo di dieci euro, concerti e navette per il festival comprese. Un abbonamento a 35 euro comprenderà l’intero arco del festival, concerto di Jamiroquai incluso.

Il programma completo della manifestazione e maggiori informazioni su date, orari e biglietti sono disponibili sul sito ufficiale.

 


L'evento è pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

I commenti su questo post sono chiusi!