“una marina di libri” a Palermo

L'evento...

“una marina di libri”
un weekend da “leggere” a Palermo

 

«Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare» (Seneca)

Una grande occasione per la media e piccola editoria indipendente di far conoscere al pubblico i propri cataloghi, uno spazio per indagare sulle direzioni molteplici e centrifughe verso cui -complice una sempre maggiore penetrazione degli strumenti di lettura e scrittura digitale- si sta dirigendo il mondo editoriale.

Ma soprattutto, un fine settimana, quello dal 7 al 9 giugno, che cercherà di fare di Palermo una città a misura di lettore, grazie a un ricchissimo programma di laboratori, workshop, incontri con gli autori e presentazioni di novità editoriali. Tutto questo è “una marina di libri”, kermesse letteraria giunta ormai alla quarta edizione.

Trait d'union tra i diversi eventi in programma, una forte vena di impegno civile, l'idea della necessità di una letteratura che, oltre a riflettere su se stessa lo faccia sul mondo in cui vive.

Spazio allora alle storie dei tanti eroi normali che hanno fatto della lotta alla mafia l'essenza della loro vita.

Si parte da Don Pino Puglisi, il parroco di Brancaccio, beatificato di recente, ammazzato perché voleva sottrarre anime alla malavita e la cui vita è protagonista di un cartone animato “La Missione di 3P”, presentato venerdì 7, alle 11.00, presso la Cappella di Santa Barbara, e di un libro “Pino Puglisi. Prete povero e santo” (edito da Il pozzo di Giacobbe; disponibile online su laFeltrinelli.it e IBS) scritto da Lia Caldarella e Carmelo Torcivia  (presentato sabato 8, alle 19.00, al Salone Di Maggio).

Anche al giornalista Mauro De Mauro, la cui scomparsa rimane ancora avvolta nell'ombra, è dedicato un volume di Franco Nicastro e Vincenzo Vasile, “Mauro De Mauro. Il grande depistaggio” (di XL Edizioni; disponibile online su laFeltrinelli.it e IBS), che sarà presentato ancora venerdì 7 (alle 17.00, presso la sala Pitrè). 

La storia di Peppino Impastato -figlio di un affiliato a una famiglia mafiosa, ucciso a soli trenta anni per aver denunciato dai microfoni della sua radio le malefatte della “famiglia”- rivive, invece, in una favola illustrata per bambini e ragazzi dal titolo “Il dono del re dei pesci”  (edito da Verbavolant; disponibile online su laFeltrinelli.it e IBS) di Annamaria Piccione che verrà presentata venerdì 7 (alle 12.00, presso la Cappella Santa Barbara)

Ma ci sarà spazio anche per temi di forte attualità e che hanno segnato il dibattito pubblico più recente.


(fonte culturaeculture.it)

Dalla necessità di rispettare, riattualizzandoli i principi della nostra Costituzione, protagonista di una mostra -“I colori della Costituzione”, a cura di “L'Altro Arte Contemporanea” e dell’associazione culturale “Luminescenze”- e di un progetto -“La Bellezza della Costituzione”, a cura della Fondazione “Fiumara d'Arte - Antonio Presti”- presentati venerdì 7 (alle 17.00, presso la Cappella di Santa Barbara).
Si vuol celebrare anche un'Italia unita, che faccia di differenze e specificità regionali il suo punto di forza: la stessa che è protagonista del collettaneo “UNA. D'arme, di lingua, d'altare, di memorie, di sangue, di cor” con testi, tra gli altri, di Giancarlo Alfano, Novella Bellucci, Clotilde Bertoni e Andrea Cortellessa (presentato sabato 8, alle 17.00, presso la Sala Pitrè)

Anche i diritti rivendicabili dalle coppie di fatto, saranno al centro del dibattito, raccontati in un libro “Se stiamo insieme. Racconti di coppie di fatto” a cura di Claudio Finelli (presentato venerdì 7, alle 21.00 presso la Sala Pitrè), insieme alle sfide imposte a tutti gli educatori da più o meno nuove forme di bullismo -di cui si parlerà domenica 10 (alle 17, presso la sala Pitrè) con Giuseppe Burgio, autore di “Adolescenza e violenza. Il bullismo omofobico come formazione alla maschilità”.

Tantissimi anche gli incontri e i dibattiti dedicati alle problematiche della scrittura e del mondo editoriale.

A partire dalla celebrazione, con un incontro-dibattito (venerdì 7, alle 17.00, presso la Sagrestia) sui quarant'anni della narrativa di fantasia, quella cui Gianni Rodari (sulla figura dell'amato autore di letteratura per ragazzi e non, potete leggere un precedente approfondimento) ha dedicato l'intera carriera, a partire dalla pubblicazione della sua “Grammatica della Fantasia”, proprio nello stesso anno in cui a Milano, grazie alla passione di Gianna e Roberto Denti (scomparso di recente) nasceva la Libreria dei Ragazzi, a cui si aggiunge (sempre venerdì 7, alle 19.00, presso il Salone Di Maggio) un dibattito sull'importanza dei premi letterari per gli esordienti come il Premio Calvino, a cui prenderanno parte, tra gli altri, Fabrizio Pasanisi (finalista della XXV Premio Italo Calvino), Gaia Salvadori (responsabile organizzativa del Premio Italo Calvino) ed Evelina Santangelo (scrittrice e docente di scrittura creativa).

Un workshop -dal titolo “Scritture collettive: la narrativa si fa in quattro, otto... duecentotrenta mani”  (sabato 8, alle 10.00, al Salone Di Maggio)- sarà, invece, dedicato allo scambio di best practices e sguardi sulle prospettive future della scrittura collettiva tra alcuni dei sui maggiori protagonisti italiani, tra cui Fabio Cuzzola del collettivo Lou PalancaGregorio Magini  del Sic - Scrittura Industriale Collettiva (co-autori già di diversi testi, tra cui “Clandestina”, di cui potete leggere un precedente post).

Dedicata agli addetti al settore, invece, la tavola rotonda “La filiera editoriale. Quali risposte dentro la crisi?” (sabato 8, alle 15.00 alla  Sala Pitrè), durante la quale alcuni dei rappresentanti della media e piccola editoria si confronteranno sui problemi specifici che, complice la crisi, la concorrenza offerta dalla Rete e dalle possibilità di self-publishing, il settore si trova ad affrontare, alla ricerca di soluzioni possibili.

E, ancora, il binomio scrittura-cucina, la possibilità di tradurre in parole e segni quelle storie che nascono dalla sapiente combinazioni di ingredienti, saperi e gusti, saranno protagonisti di due appuntamenti: una colazione letteraria (sabato 9, alle 11:00  presso la Cappella di Santa Barbara) che vedrà la partecipazione di Chiara Chiaramonte (di “ChiaraCucina”), Luca Iaccarino ( di “Dire Fare Mangiare”) e Stefania Oliveri (di “Metti un celiaco a cena”) insieme alla foodblogger Manuela Zanni e il dibattito “Scrivere di gusto:le parole a tavola”, a cui parteciperanno alcuni dei maggiori critici e giornalisti enogastronomici italiani.

Spazio anche alla storie e alle tradizioni, alla valorizzazione delle ricchezze naturali e paesagistiche del territorio siciliano: venerdì 7 (alle 19.00, presso la Sagrestia) verrà presentato “Viaggio in Sicilia. I luoghi del turismo responsabile di Addiopizzo” (di Pico Di Trapani), frutto del costante impegno dell'associazione antiracket -che, da qualche tempo, con la sezione AddiopizzoTravel  si occupa, tra le prime in Italia, di turismo responsabile- per il riutilizzo a fini sociali dei beni confiscati alla mafia.
Sabato 8 (alle 18:00, al Salone Di Maggio) toccherà, invece, a Roberto Alajmo, giornalista e scrittore palermitano, condurre i lettori tra i personaggi misteriosi, leggendari, come le loro morti avvenute per mafia ma avvolte nel silenzio, di “Almanacco siciliano delle morti presunte”. E, ancora, domenica 9 (alle 20.00, presso la Sala Pitre) sarà Gaetano Basile con il suo “Palermo è” a portare dritti alle viscere di una città multiforme come il capoluogo siciliano, capace di tanta bellezza, di tanta opulenza artistica e, allo stesso tempo, di tanto degrado e abbandono.

Ricchissimo anche il programma dedicato ai più piccoli, con la sezione “Junior”: non solo un convegno legato al progetto “Nati per Leggere” (di cui abbiamo già parlato in diverse occasioni) e organizzato dal coordinamento regionale siciliano, ma anche tantissime attività pratiche, laboratori e mostre nel Villaggio dei Ragazzi, come: “La matita magica” (venerdì 7, alle 10.00, sabato 8 e domenica 9, alle 16.30), laboratorio riservato ai bambini dai 6 ai 12 anni, per l'avvicinamento alla lettura grazie alla creatività e al suo uso per personalizzare i libri; “Ti racconto il tuo libro” (venerdì 7, alle 16.30) durante il quale, con il prezioso aiuto di giovani pittori e grafici, ai bambini sarà dato modo di dar forma visiva ai personaggi dei loro libri preferiti.

Spazio anche ai temi dello sviluppo sostenibile e del rispetto dell'ambiente -con laboratori di riciclo per la realizzazione di libri di fiabe con stoffe e tessuti di riuso (venerdì 7, sabato 8 e domenica 9, sempre dalle 16.30) e della creatività -con “Parole in libertà”  e “Il cantiere di Alfa&Beto” che faranno dei più piccoli i protagonisti rispettivamente di un percorso di rilettura e riscrittura delle storie e dei racconti tradizionali e dell'arte di giocare con le parole- e della diversità, con “Le parole che si toccano con le dita” (sabato 8 e domenica 9, alle 10.00), un incontro e una mostra che hanno per protagonista il Braille e i libri così scritti, strumento di libertà anche per chi non ha il dono della vista.

Interessanti anche due esperimenti proposti al pubblico: “Una marina di voci”, uno speaker's corner che permetterà (per tutti i giorni della manifestazione alle 19.00), a scrittori e poeti emergenti di raccontare in dieci minuti il proprio testo o leggerne alcuni brani e il “Librogame”, gioco a squadre rivolto agli appassionati di libri classici e contemporanei.

ViDa

© 2013 imieilibri.it


Il programma completo, maggiori indicazioni su location ed eventuali accrediti sono disponibili sul sito ufficiale della manifestazione.

 


L'evento è pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...