Il Salone del Libro 2013: “dove osano le idee”

L'evento...

Al via, a Torino, la ventiseiesima edizione del Salone del Libro

“Se vivi nel tuo tempo, certi libri li respiri nell'aria” (Federico Fellini)

Trasformare Torino nella capitale del libro e della cultura è la mission del Salone del Libro che ogni anno apre le porte del Lingotto Fiere a visitatori, appassionati e curiosi.

Dal 16 al 20 maggio si potrà approfittare, quindi, di un programma ricchissimo di esposizioni, convegni, laboratori e incontri con gli autori che offriranno uno sguardo panoramico sul mondo dell'industria culturale italiana.

Dalla letteratura, inevitabile protagonista, alla ricerca scientifica e tecnologica, dal design e all'architettura, dalla moda al cinema: filo conduttore dell'edizione 2013 è, infatti, la “creatività”.

Non c'è miglior rimedio per uscire dalla crisi -certamente non solo economica- che stiamo vivendo, che investire in soluzioni non convenzionali e che mettano in gioco la capacità di reinventarsi del singolo: dove cercare, allora, esempio migliore se non nell'originalità e nell'impegno creativo dei grandi che, nelle diverse discipline, hanno portato alto il nostro paese?

Gli incontri con i tantissimi ospiti speciali- da Luciano Maiani, protagonista della scoperte della particella di Dio, a Piergiorgio Oddifreddi, passando per Michelangelo Pistoletto, grande protagonista dell'arte visiva contemporanea e il suo racconto della personale che il Louvre gli dedica dall'aprile 2013, per Ermanno Olmi con i suoi cinquant'anni di carriera recentemente raccontati in un'autobiografia e tantissimi altri- saranno, infatti, soprattutto l'occasione per condurre i più giovani lungo le trame dell'eccellenza alla ricerca di modelli, best practices e spunti per il successo.

Ripetute le formule che, negli anni, hanno assicurato il successo della manifestazione a partire dall'Incubatore si occuperà di promuovere più di venti case editrici appena nate, non legate ai grandi gruppi editoriali e provenienti da tutto il territorio nazionale che avranno, così, modo di affacciarsi al grande pubblico spesso inafferrabile per le realtà più piccole. Lo spazio sarà anche riservato a un ciclo di incontri per gli addetti al settore finalizzati a fornire preziosi consigli a chi vuole iniziare questo tipo di business e alle testimonianze di quelle realtà editoriali che, proprio partendo dai piccoli numeri, sono riuscite a crescere in tempi brevi.

Il Cile e la sua letteratura militante, spesso non per scelta ma per necessità, con le storie di repressione ed emarginazione che si intrecciano alla magia del folklore, saranno ospiti d'onore di questa edizione del Salone del Libro. 


(fonte: viaggi.lastampa.it)

A partire da una serata inaugurale (sabato 18, alle ore 19.30) in cui Luis Sepulveda, una delle voci cilene più conosciute e amate dal pubblico italiano, renderà omaggio ai grandi nomi della poesia del Cile con le letture delle più celebri liriche di Mistral, Neruda, Rojas, ormai diventati classici della letteratura, i quattro giorni della kermesse offriranno, infatti, un percorso di incursione e approfondimento nelle terre sconfinate e magiche dei padri del realismo magico.


Novità di quest'anno sarà, invece, la formula della regione ospite: ad inaugurare l'attenzione verso una particolare regione italiana, con i suoi autori, la sua industria editoriale e i suoi beni culturali e librari, sarà la Calabria, presente con un grande bookshop, all'interno del padiglione della regione, dedicato agli autori e ai libri calabresi e innovativo nella scelta di distribuire anche ebook.
E ancora spazi per videoproiezioni e due mostre: una dedicata alla tipografia storica calabrese -che vedrà tra l'altro esposto il Codice Romano Carratelli, un documento manoscritto del Cinquecento nel quale sono raffigurate fortezze, castelli, territorio e sistema difensivo nella Calabria- e l'altra alle Ceramiche di Seminara.

Punto di forza di tutte le edizioni del salone e prolungamento culturale di Terra Madre, una delle altre kermesse che ogni anno fanno di Torino il punto di partenza per itinerari di scoperta e integrazione multiculturare, è il format Lingua Madre che, anche quest'anno, si propone di dare spazio agli incroci linguisticio-artistici che ridisegnano la mappa delle culture mondiali e delle esperienze creative.

Tantissimi gli spazi dedicati, dunque, a tutti quegli artisti stranieri che hanno trovato in Italia la loro patria e nell'Italiano la lingua magica per le loro creazioni, proprio come Sahar Delijani -autrice di “L'albero dei fiori viola” (edito da Rizzoli; disponibile su laFeltrinelli.it) romanzo che, sullo sfondo della dittatura dei khomeini, intreccia i destini di donne iraniane separate dalla violenza- una degli ospiti più attesi dell'edizione 2013, figlia di militanti politici iraniani che dopo aver sposato un italiano ha fatto di Torino la sua città.

Spazio anche al gusto e alle tentazioni culinarie con due formule: l'ormai consueto appuntamento con Tentazione e Meditazione, volto a valorizzare Torino come capitale del cioccolato e la nuovissima Casa Cookbook, dedicata interamente alle pubblicazioni enogastronomiche. La sfida? Unire sapori e saperi e immergersi in un viaggio alla scoperta della radici culturali del food-loving.

Non mancherà poi uno sguardo al futuro del libro con Book to the future, area interamente dedicata all'editoria digitale e alle nuove tecnologie di fruizione culturale.

Dalla presentazione degli ultimi modelli di e-reader, fino alla promozione delle nuove soluzioni informatizzate per la didattica, obiettivo di quest'anno sarà indagare i termini entro cui la cultura digitale può migliorare la qualità della nostra vita, creare opportunità di lavoro e favorire lo sviluppo economico e sociale del territorio: non è un caso, tra l'altro, che gli appuntamenti di Book to the future si intreccino per questa edizione con quelli del Digital Festival (in programma a Torino dal 3 al 20 maggio), manifestazione che esplora il tema dell'influenza delle tecnologie digitali sulla vita quotidiana delle persone. Due le novità in questo senso: Social Books, il primo esperimento di lettura condivisa del Salone del Libro in cui, con una logica social appunto, ogni utente potrà inserire note e commenti agli ebook presenti in streaming su bookliners.com e interagire con gli altri lettori e l'area blogger in cui alcune blogger selezionate tra le più influenti della rete- per tutta la durata della manifestazione forniranno una visione "alternativa" del Salone.

“D'Annunzio 150”sarà invece l'omaggio del salone all' anniversario della nascita di Gabriele D'Annunzio: una mostra di libri e manoscritti autografi provenienti dalla biblioteca privata e dall'archivio del Vittoriale -tra cui il manoscritto autografo dell'Orazione in morte di Giosue Carducci e alcune lettere inedite indirizzate a Luisa Baccara ed Alessandra Di Rudinì Carlotti- e numerosi eventi, incontri e reading cercheranno di restituire la vera immagine del Vate, forse una delle figure della letteratura italiana più falsificata e ricorpeta da stereotipi di comodo.

Dedicato ai più piccoli il Book Stock Village un'area in cui lettori dagli zero ai vent'anni potranno costruire il proprio personalissimo rapporto con i libri e la lettura, in relazione alle altre numerosissime forme di narrazione che la nostra società offre. Laboratori, incontri e attività con autori, illustratori, artisti, destinati al pubblico delle scuole e delle famiglie. E, ancora, un giornale scritto e pensato per i giovani e tantissime mostre che porteranno i più piccoli sulle trame incantate del mondo della narrativa.


(fonte: apollodoro.it)

Per gli addetti al settore non mancherà il consueto International Book Forum dedicato allo scambio di diritti editoriali per la traduzione e l'adattamento cinematografico e televisivo.
Ricchissimo, infine, anche il programma del Salone Off che porta i protagonisti del Salone Internazionale del Libro tra i quartieri, le vie e le piazze di Torino e dintorni, grazie alla collaborazione con librerie, biblioteche e locali, rendendo Torino per quattro giorni veramente la capitale del libro e della lettura.

ViDa

© 2013 imieilibri.it


Il programma dettagliato della manifestazione, maggiori informazioni su location, biglietti e ospiti sono disponibili sul sito ufficiale della manifestazione.

 


Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...