Festival Internazionale del Giornalismo a Perugia

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > happening > manifestazioni a tema > mostre tematiche > news mondo editoriale
Questo evento si è tenuto dal 24 aprile 2013 al 28 aprile 2013 presso località varie (vedi mappa) di Perugia (Perugia), alle (vedi dettaglio eventi).
L'evento...

Festival Internazionale del Giornalismo 2013

“Il giornale è un libro diminuito, come il libro è un giornale ampliato”
(Vincenzo Gioberti)


(fonte: socialblog.giorgiotave.it)

Nella settimana dal 24 al 28 aprile si rinnova a Perugia l’appuntamento con il Festival Internazionale del Giornalismo, kermesse volta a sensibilizzare il pubblico sulle tematiche di attualità e -più ampiamente- sul mestiere stesso del giornalista e sulla produzione di una testata.

Le cifre dell’evento sono d’impatto: più di 200 eventi in programmazione, a ingresso gratuito, e oltre 400 speaker (provenienti da tutto il mondo) si avvicenderanno per discutere e ragionare nel corso dei diversi workshop e dibattiti.

Non solo conferenze dunque, ma anche tavole rotonde, incontri con gli autori, presentazioni di libri e proiezioni di materiale audiovisivo: la kermesse impiega ogni mezzo per informare e stimolare gli spettatori con un programma fittissimo.

Il macro-tema su cui verteranno molti degli interventi è quello del giornalismo tradizionale -con tutte le difficoltà e problematiche odierne- confrontato con la parallela dimensione digitale, da molti indicata come panacea dei mali editoriali e unico possibile futuro per la sopravvivenza dei giornali.

Sarà la mass-informatizzazione a risolvere la crescente crisi di questo settore?


(fonte: lsdi.it)

Un ulteriore oggetto di analisi è il calo di inserti pubblicitari e la conseguente “tenaglia economica” che grava sulla stampa: la situazione economica ha difatti influito pesantemente anche sulle strategie editoriali, nonché sugli sviluppi e l’impalcatura stessa delle testate. Inoltre, essendo cresciuto in modo vertiginoso il numero dei “giornalisti” sul mercato (con o senza patentino), la retribuzione ha subito un drastico calo.

La disaffezione dei giovani per i giornali costituirà un altro argomento cardine: secondo una ricerca del Pew Center infatti, solo il 6% di ventenni è coinvolto nella lettura di una qualsiasi produzione giornalistica.

Si preferiscono infatti metodi di informazione più rapidi e sintetici (come i motori di ricerca on-line) con il rischio, molto pericoloso, di perdere senso critico e capacità discernitiva.

La lettura di un quotidiano, con le sue firme e la sua impostazione, contribuisce non solo all’aggiornamento sulle novità del panorama socio/economico/politico, ma garantisce anche una rintracciabilità delle fonti e un tipo di ricezione della notizia attivo.

Il panorama esistente dunque, così in bilico tra incertezza della professione -assediata dai blog e da altre realtà simili- ed evoluzione dei contenuti spingerà questi cinque giorni verso un tentativo di sintesi dell’attuale scenario, di dibattito e focalizzazione di un passaggio epocale da guidare e re-indirizzare prima che si trasformi in un meccanismo solo economico, dove cultura e diffusione dell’informazione sono ridotte ad ancelle del rigido mercato economico.

“Individuare i problemi ed offrire nuovi approcci”, come indicato da Arianna Ciccone, fondatrice dell’evento assieme a Chris Potter, sembra dunque il must di questa edizione.

Tra gli ospiti internazionali di maggiore rilevanza spiccano Emily Bell, del Guardian, che si occuperà della violenza sulle donne, purtroppo onnipresente sulle pagine dei giornali, nella giornata del 26 aprile (dalle 9.30 alle 11.00).

Nello stesso giorno Mathew Ingram, blogger e giornalista canadese, esporrà alcune considerazioni circa le capacità che rendono i new-media, in particolare i “social”, così importanti per il giornalismo. Yoani Sanchez invece, blogger cubana, per la prima volta in Italia (il suo intervento, “In attesa della primavera araba”, è previsto per domenica 28, dalle 19.00 alle 20.00).

Tanti anche i giornalisti italiani: Pino Corrias, ad esempio, discuterà insieme a Giovanni Fasanella (giornalista di cui abbiamo già parlato in un precedente reportage) e Mario Mori lo spinoso argomento delle trattative Stato-mafia, in una cornice storica che affonda le sue radici sin dal Rinascimento (domenica 28, dalle 18.00 alle 19.30).

Attualità, politica ed informazione saranno poi alla base dell’incontro con Ezio Mauro, direttore de “La Repubblica”, in programma per mercoledì 24 (18.30-19.30), con il medesimo format degli altri anni, la “twitterview”: le domande infatti partiranno da questo social network (oltre che dal pubblico in sala).

Riccardo Luna e Marco Pratellesi si interrogheranno invece venerdi 26 (16.00-17.00) circa il futuro del giornalismo in Italia, a partire dal progetto ideato per la campagna elettorale di una “piattaforma beta”: questo strumento di ascolto dei cittadini si è però trasformato in “Social Winner”, un ebook che testimonia quanto da loro imparato nel corso di quest’esperienza evidenziando, ancora una volta, che viviamo in un’epoca dove all’abbondanza di informazioni risponde una scarsità delle risorse editoriali.

Tra le mostre invece, mercoledì 24, alle ore 18.00, aprirà “L’arte è un romanzo. La straordinaria storia delle parole che diventano immagini”: animazione e parole si incrociano perciò nel creare nuove forme e nel suggerire differenti modalità di lettura.


(fonte: danilopontone.it)

Lo status quo offerto dal “Festival del giornalismo” di Perugia è decisivo per affrontare le contraddizioni e le difficoltà nell’esercizio sereno di una professione, quella del giornalista, sempre più additata come faziosa e inconcludente.

Al contrario, una buona informazione ha lo scopo primario di informare il cittadino e renderlo partecipe di tutti gli aspetti cruciali, dall’economia alla cultura, dalla politica agli affari esteri, rendendolo non solo più aggiornato, ma anche più completo e critico.

Caterina M

© 2013 imieilibri.it


Potete consultare il programma completo del festival qui!

 


Evento organizzato da Arianna Ciccone e Christopher Potter e pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...