“Il cielo dentro di noi”. La Cultura dei Diritti Umani con Roberto Fantini

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > happening > incontri letterari > incontro con autori > presentazioni
Questo evento si è tenuto il 21 aprile 2013 presso la sede dell’Associazione culturale “senzanome” - Pink Hous, Via Vignolese 1070 (Modena), alle 10:00.
L'evento...

“Il cielo dentro di noi”
la Cultura dei Diritti Umani con Roberto Fantini

“Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza”
(Articolo 1 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani)


(fonte: mtholyoke.edu)

E' anziana ormai la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, approvata nel '48 da un ONU che si proponeva di essere il garante del rispetto dei fondamenti della dignità umana in un mondo uscito sconvolto dalla seconda guerra mondiale.

Principi fondamentali, cardini per la buona riuscita della vita associata, eppure non naturali dal momento che il loro rispetto ha da sempre richiesto impegno e sforzo culturale e sociale. Principi a cui ci appelliamo davanti a più o meno controverse, più o meno rilevanti violazioni, ma che in fondo ignoriamo nel loro significato più pieno. Per questo rileggerli non può che fare sempre bene.

Ci ha pensato, ultimo in ordine di tempo, Roberto Fantini -che, prima da docente di storia e filosofia, poi con il suo impegno accanto ad Amnesty International, si è sempre dimostrato sensibile alle problematiche del rispetto e della violazione dei diritti umani- con un libro “Il cielo dentro di noi. Conversazioni sui Diritti Umani (sul mondo che c'è e su quello che verrà)” (edito da Graphe.it; disponibile su laFeltrinelli.it), che verrà presentato domenica 21 aprile (alle ore 10.00) presso l'Associazione culturale “senzanome”  di Modena.

Sarà l'occasione per rileggere il diritto come non siamo mai stati abituati a farlo: non attraverso formule altisonanti ed ufficiali o i suoi tecnicismi, ma attraverso le parole regalate all'autore da persone diverse che di quelle violazioni o di quelle lotte in difesa dei diritti umani portano i segni sulla propria pelle.

Come Yolande Mugakasana, candidata al Nobel per la Pace nel 2010 dopo che il genocidio in Ruanda le aveva ucciso il marito e i figli che, nonostante tutto riesce ancora a parlare di perdono e della necessità di lottare contro le forze del male.

O come Harry Wu, vent'anni passati in un laogai cinese, che racconta l'esperienza terribile della reclusione in un campo di lavoro e fa luce, finalmente, su una delle pieghe più tristi e meno note in occidente della Repubblica Popolare Cinese.

Anche Enrico Calamai, “lo Schindler di Buenos Aires” che ha messo in salvo centinaia di persone perseguitate dal regime argentino, è tra gli intervistati di Fantini e racconta dell'impresa che significò essere console in Argentina nel periodo dei desaparecidos.


(fonte: casoesse.org)

Tantissimi gli altri contributi che aiutano l'autore a fare luce su questioni di forte attualità che vanno dalla tortura, alla pena di morte, al traffico di armi, passando per la disastrosa situazione delle carceri italiane e per il rispetto inter-raziale e religioso.

Tutti temi e rivendicazioni di cui Amnesty International, alla cui Sezione Italiana saranno destinati tutti ricavi dal libro, si è fatta portavoce da almeno cinquant'anni, allargando progressivamente il suo campo di interesse dalle rivendicazioni per la liberazione di prigionieri politici all’intervento in tutte le cause di violazioni dei Diritti Umani.

Di tutto questo, della necessità di continuare a battersi per una società e un mondo migliori, di un diritto che è fatto di storie vere, di dolore tangibile da raccontare perchè possa servire da monito più che di speculazioni filosofiche o linguistiche -pure presenti: non è un caso che il titolo alluda, infatti, alla celebre massima di Kant “Il cielo stellato sopra di me, la legge morale dentro di me”- i lettori e cittadini partecipanti avranno l'occasione di discutere con l'autore nell'incontro di Domenica.

ViDa

© 2013 imieilibri.it


L'ingresso è gratuito, previa prenotazione (da effettuare scrivendo a associazionesenzanome@gmail.com o chiamando al 347.22.83.928 o 338.63.33.218)

 


Evento organizzato da Associazione Culturale “senzanome” e pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...