Dalla luce alla notte di Marco Alemanno

Il commento...

“Dalla luce alla notte”
di Marco Alemanno

“Ma l’impresa eccezionale, dammi retta, è essere normale” (Lucio Dalla)


(fonte: youmovies.it)

Acquista su laFeltrinelli.it - IBS.it
Ad un anno dalla scomparsa di Lucio Dalla -uno dei cantautori più amati in Italia (ma non solo; basti pensare ad alcune delle ultime parole dell’artista, dedicate all’affetto per il pubblico tedesco)- Marco Alemanno presenta “Dalla luce alla notte” (edito da Bompiani; disponibile su laFeltrinelli.it e IBS.it), coraggiosa sintesi autobiografica di quindici anni trascorsi come compagno del poliedrico cantautore -artista e poeta-  bolognese, e omaggio al percorso artistico dell’autore di indimenticabili canzoni come “4 marzo 1943” e “Caruso”.

Un racconto simile ad un viaggio, lucido nell’analisi di un ampio arco temporale e al contempo sensibile nella narrazione dei numerosi ricordi.

Ogni pagina svela un aspetto diverso del cantante, ritratto con tutte le sue sfaccettature dal 1997 -quando avvenne l’incontro tra i due- ed il 2012.
Il puzzle così ricostruito restituisce un Lucio lontano dai riflettori e più intimo, vicino all’“Ayrton” da lui stesso cantato: anche Dalla infatti sembra suggerire di “aver corso per la mia strada/anche se non è più la stessa strada/anche se non è più la stessa cosa”.

L’uomo e l’artista si svelano quindi parallelamente, a volte in conflitto, a volte completandosi, in un viaggio che incrocia le strade di Bologna e New York, la chiassosa Dublino e la soleggiata Barcellona.

Le parole giocano con la memoria e rivelano aneddoti, presentano le persone decisive per la maturazione artistica e personale di Lucio Dalla, scoprono sensazioni ed emozioni nascoste dietro a note e canzoni.

Altra sezione molto interessante del libro è quella fotografica.

Attraverso gli scatti dell’autore si colgono infatti le immagini-emblema di paesaggi, oggetti o volti che avevano catturato l’attenzione sua e di Lucio, nella quotidianità come negli spostamenti dovuti a tournée ecc..

Legando ed unendo le fotografie ai racconti il lettore si immerge nell’avvincente storia di un uomo e del suo compagno, di un’artista e della sua creatività.

Un binomio difficile da trasporre su carta, una sfida complessa perché in bilico tra emozioni private e desiderio di raccontare: Marco Alemanno è riuscito però ad affrontarla affidandosi ad un solido impianto narrativo, spontaneo senza mai scadere nel gossip.


(fonte: caffetteriadellemore

E quel che rimane, in fondo a questa incursione nella vita di Lucio Dalla, può essere ben riassunta con una delle sue citazioni più famose, da “Caruso”:  

“Ma si, è la vita che finisce,
ma lui non ci pensò poi tanto,
anzi si sentiva già felice
e ricominciò il suo canto”…

Caterina M

© 2013 imieilibri.it


L’autore

Marco Alemanno, classe 1980, si è diplomato alla Scuola di Recitazione presso il Teatro del Navile di Bologna.
La sua carriera artistica è intrecciata alla poesia e alla canzone: dopo importanti ruoli nelle pièce “Pierino e il lupo” e “Arlecchino”, è stato infatti il protagonista dello spettacolo “Francesco, storia di una creatura” adattamento teatrale dell’omonimo poema di Alda Merini.
“Dalla luce alla notte” è il suo esordio letterario.

Torna all'inizio



Lucio Dalla - “Com'è profondo il mare”

 

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...