“Strane coppie” scrittori a confronto su scrittori a Napoli

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > gruppi di letture/reading > incontri letterari > incontro con autori
Questo evento si è tenuto dal 6 febbraio 2013 al 30 maggio 2013 presso presso le sedi degli istituti coinvolti (vedi dettaglio eventi) (Napoli), alle 18:00.
L'evento...

“Strane coppie”

scrittori a confronto su scrittori

Anche per il 2013 si rinnova a Napoli l’appuntamento con Strane coppie – scrittori a confronto su scrittori.

Strane coppie non è solo il titolo del famoso film di Billy Wilder che narra le vicende quotidiane di una curiosa convivenza, ma è anche il titolo della bella rassegna letteraria che dal 2008 propone un percorso di letture volto a riscoprire i grandi classici europei moderni e contemporanei, grazie alle voci di dodici autori. 

“Strane Coppie parte da lontano, dai bisogni di una città, Napoli, ma forse dai bisogni di un intero Paese: l’idea, alla base di tutte le mie attività, che si trattasse dei laboratori di scrittura con gli adulti o di quelli nelle scuole, che lavorassi con gli insegnanti o con persone a rischio, è sempre stata che i libri costruiscono coscienza: coscienza civile, coscienza pubblica ma, soprattutto, bellezza”
(Antonella Cilento, direttore de Lalineascritta, dal sito della manifestazione).

Gli appuntamenti della rassegna Strane coppie si prefiggono di rinnovare l'interesse verso i classici della letteratura europea.
I 6 incontri in cartellone sono stati formulati in modo da approfondire 6 temi, affrontati tramite il confronto tra le opere di due grandi autori, grazie ad un'analisi lontana dalle formule accademiche che permette di avvicinare e incuriosire nuovi lettori
.

Partita all’inizio di febbraio, con due incontri che hanno avuto come protagonisti Kafka, Carmen Martín Gaite e Alba De Céspedes, questa edizione 2013 prevede altri 5 incontri che si svolgeranno a Napoli entro la fine di maggio, nelle sedi delle diverse istituzioni coinvolte nel progetto.

Il prossimo appuntamento, Genitori e figli, è previsto per giovedì 21 marzo, presso La Grenoble - Institut Français de Naples, alle ore 18.00. Elena Stancanelli e Chiara Valerio si confronteranno e racconteranno Bonjour tristesse di Françoise Sagan (disponibile su laFeltrinelli.it) e Le parole tra noi leggere di Lalla Romano (disponibile su laFeltrinelli.it).

“Esito ad apporre il nome, il bel nome grave di tristezza su questo sentimento, del quale la noia, la dolcezza mi ossessionano. è un sentimento così completo, così egoista che io quasi me ne vergogno mentre la tristezza mi è sempre parsa onorevole. Non conoscevo lei, ma la noia, il rimpianto, e più raramente i rimorsi. Oggi, qualcosa si ripiega su me come una seta, snervante e dolce, e mi separa dagli altri. In quell'estate avevo diciassette anni ed ero perfettamente felice. Gli ‘altri’ erano mio padre ed Elsa, la sua amante” (Bonjour tristesse di Françoise Sagan)

“Non vorrei davvero capisse quanto bene gli si vuole. Se io sapessi di essere amato come io amo lui, ne resterei turbato” (Le parole tra noi leggere di Lalla Romano).

Venerdì 12 aprile, alle ore 18.00, presso La Grenoble - Institut Français de Naples sarà protagonista La lingua del teatro con Aldo Masullo  e Roberto De Simone che ridaranno vita a Woyzeck di Georg Büchner  (disponibile su laFeltrinelli.it) e a Ferdinando di Annibale Ruccello (disponibile su laFeltrinelli.it).

“C’è bel tempo, signor capitano. Vede, un cielo così bello, fisso, grigio; verrebbe voglia di piantarci un chiodo e impiccarcisi” (Woyzeck di Georg Büchner)

“Ovviamente, non mi interessava minimamente realizzare un dramma storico, accanto a questa lettura più palese e manifesta prende corpo l’analisi e il tentativo fotografico di messa in evidenza dei rapporti affettivi intercorrenti fra quattro persone in isolamento coatto. Gli odi, i desideri, le bramosie sessuali, le vendette, le sopraffazioni, le tenerezze, gli abbandoni, fra quattro personaggi, tutti perduti, dannati da una storia diversa per ognuno, ma sempre inclemente e perfida” (Ferdinando di Annibale Ruccello).

Venerdì 18 aprile l’appuntamento, che si terrà all'Instituto Cervantes (sempre alle 18.00), sarà dedicato a Ulisse oggi, uno strano incontro tra Bruno Arpaia e Raffaele Manica che metteranno a confronto Il gioco del mondo (Rayuela) di Julio Cortázar (disponibile su laFeltrinelli.it) e Corporale di Paolo Volponi (disponibile su laFeltrinelli.it).

“La vita, come un commento di un'altra cosa che non raggiungiamo, e sta lì, alla portata del salto che non facciamo” (Il gioco del mondo (Rayuela) di Julio Cortázar)

“L'essere liberi è un risultato costante e quindi richiede un continuo allenamento ed anche una continua concentrazione” (Corporale di Paolo Volponi)

Giovedì 16 maggio, presso l'Insituto Cervantes, Anna Maria Carpi e Laura Bosio parleranno di La vita alle spalle, grazie alle parole di Rainer Maria Rilke con I quaderni di Malte Laurids Brigge (disponibile su laFeltrinelli.it)Sibilla Aleramo con Una donna (disponibile su laFeltrinelli.it).

“Non mi sono ancora abituato affatto a stare in questo mondo, che mi sembra buono. Cosa sarebbe di me in un altro? Resterei tanto volentieri tra i significati che mi sono divenuti cari, e se qualcosa deve mutare, vorrei almeno poter vivere tra i cani, che hanno un mondo parente del nostro e le medesime cose” (I quaderni di Malte Laurids Brigge di Rainer Maria Rilke)

“Ubbidisci al comando della tua coscienza, rispetta sopra tutto la tua dignità, madre: sii forte, resisti lontana, nella vita, lavorando, lottando. Consèrvati da lontano a noi; sapremo valutare il tuo strazio d'oggi: risparmiaci lo spettacolo della tua lenta disfatta qui, di questa agonia che senti inevitabile” (Una donna di Sibilla Aleramo)

L’ultimo appuntamento si terrà giovedì 30 maggio, presso La Grenoble - Institut Français de Naples, con Enzo Moscato e Domenico Scarpa che si soffermeranno sulle Lucide Follie, grazie alle parole tratte da I fantasmi del cappellaio di Georges Simenon  (disponibile su laFeltrinelli.it) e La donna della domenica di Fruttero e Lucentini (disponibile su laFeltrinelli.it).

“L’ho uccisa come le altre, perché era necessario. E questo nessuno lo vuole capire. Diranno e scriveranno ancora che sono un pazzo, un maniaco, un sadico, un indemoniato, e non è così” (I fantasmi del cappellaio di Georges Simenon)

“Il martedì di giugno in cui fu assassinato, l'architetto Garrone guardò l'ora mille volte. Aveva cominciato aprendo gli occhi nell'oscurità fonda della sua camera, dove la finestra ben tappata non lasciava filtrare il minimo raggio. Mentre la sue mano, maldestra per impazienza, risaliva lungo le anse del cordoncino cercando l'interruttore, l'architetto era stato preso dalla paura irragionevole che fosse tardissimo, che l'ora della telefonata fosse già passata. Ma non erano ancora le nove, aveva visto con stupore, per lui, che di solito dormiva fino alle dieci e oltre, era un chiaro sintomo di nervosismo, di apprensione. Calma, s'era raccomandato” (La donna della domenica di Fruttero & Lucentini)

laMau

© 2013 imieilibri.it


E' possibile visionare il programma completo qui.

La rassegna Strane coppie è organizzata da Lalineascritta - laboratori di scrittura, in collaborazione con l’Institut Français De Naples, il Goethe Institut e l’Instituto Cervantes.

 


Evento organizzato da Lalineascritta - laboratori di scrittura, in collaborazione con l’Institut Français De Naples, il Goethe Institut e l’Instituto Cervantes e pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...