Festival della narrativa francese 2013

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > incontri letterari > incontro con autori > manifestazioni a tema > presentazioni
Questo evento si è tenuto dal 26 febbraio 2013 al 9 marzo 2013 in tutta Italia, alle (vedi dettaglio eventi).
L'evento...

Festival della narrativa francese 2013

“La vita insegna a ribassare il pregio della lettura, mostrandoci quanto lo scrittore ci vanta non vale poi un granché; oppure altrettanto giustamente che la lettura ci insegna a rialzare il valore della vita, valore che non abbiamo saputo apprezzare e della cui entità ci rendiamo conto solo grazie ad un libro”
(Marcel Proust)

Dopo il successo della stagione 2012 l’Institut Français d'Italia organizza -assieme all’Ambasciata di Francia- la quarta edizione del Festival della narrativa francese.

Alla rassegna ha invitato una rosa di diciotto autori francofoni, distribuiti in quattordici delle maggiori città italiane, allo scopo di promuovere la letteratura francese anche nel Belpaese.

Che la letteratura francese contemporanea sia presentata dagli stessi autori è poi un’iniziativa brillante per rendere noti molti testi spesso non tradotti.

Le tappe itineranti degli scrittori, che toccheranno la nostra penisola da nord a sud (Bari, Bologna, Catania, Messina, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Padova, Palermo, Pisa, Roma, Salerno, Torino, Venezia, Verona le città coinvolte), saranno un punto d’incontro tra città da sempre legate alla prosa (basti pensare a Napoli, Roma, Milano) e romanzieri alle prese con realtà diverse: autori come Fouad Laroui e Yasmina Khandra si esprimono sì in francese, ma provengono da altri continenti e si fanno portavoce di istanze diverse rispetto a quelle, ad esempio, di Thimothée de Fombelle, scrittore per ragazzi. 

FFF 2013 (Festival de la fiction française), in partenza il 26 febbraio a Roma con Amin Maalouf e Michel Le Bris nella splendida cornice di Palazzo Farnese, accompagnerà gli amanti della narrativa d’oltralpe sino al 9 marzo. Tutti gli incontri sono ad ingresso gratuito sino ad esaurimento posti, ad eccezione di quelli che si terranno proprio nel Palazzo Farnese, dove l’accesso è condizionato dalla pre-iscrizione. Nella serata d’inaugurazione (che ha già registrato il tutto esaurito) si terrà, inoltre, una performance inedita in Italia, dal titolo “Conduit d’aération”, una sorta di iper-narrazione da esplorare attraverso un’istallazione collegiale.

Nell’ampia e ricca rassegna si dialogherà anche con narratori impegnati nella ricezione/analisi/rielaborazione della società francese odierna, come Antoine Laurain e Mathieu Lindon, o ancora con punti di vista tutti femminili attraverso la prosa di Michéle Halberstadt o Stéphanie Hochet; infine, fruttuoso sarà anche il confronto tra scrittori da tempo affermati nel panorama letterario europeo come Claudel, Le Bris o Rufin ed esordienti del calibro di Caroline Lunoir.

L’eclettismo e la varietà del Festival si pone dunque come necessario strumento per cogliere le diverse sfaccettature di una letteratura in perenne evoluzione, alla ricerca di nuove realtà da indagare, di orizzonti sconosciuti da svelare per il lettore.
Sperimentazioni letterarie, in tutti i generi, che potranno ben crescere anche grazie alla scelta di non presentare “semplicemente” i testi, ma di sottoporli a più stimolanti conversazioni dove -oltre agli autori- interverranno anche moderatori italiani (giornalisti, traduttori, professori) e il pubblico.

Una nota speciale meritano anche le case editrici italiane, sempre più partecipi nello svolgimento del FFF; oltre alle storiche, come Bompiani e Rizzoli, si affacciano infatti delle realtà minori ma ugualmente interessanti, come L’Orma, casa editrice romana di recente nascita.

Per il mese in corso, si può segnalare l’incontro del 28 febbraio a Milano con l’autore de “Le petit roi” seguito dalla proiezione dell’adattamento cinematografico del romanzo.

Mathieu Belezi, prima che romanziere studioso di geografia e appassionato di viaggi, ci accompagnerà nei meandri delle confessioni di un ragazzo

Il 5 marzo invece, questa volta a Bologna, si terrà la presentazione de “L’esteta radicale” di Fouad Laroui, dove l’autore marocchino dà vita ad una serie di racconti, talvolta malinconici, più spesso ironici, che si interrogano su temi di vasto eco internazionale come i disastri politici dovuti ad un Occidente sempre più islamofobo.

Per chi avesse voglia di rispolverare le magiche atmosfere medievali è d’obbligo invece il consiglio di assistere all’intervento di Jean-Christophe Rufin, con il suo “L’uomo dei sogni”, in programma a Roma, Milano e Torino rispettivamente il 4, 5 e 6 marzo. Qui tornerete ai tempi della sanguinosissima “Guerra dei cent’anni” per seguire i sogni di Jacques Coeur, giovane idealista che non rinuncerà alle proprie aspirazioni per un mondo più giusto nemmeno quando salirà ai vertici del potere.

L'ultimo appuntamento della rassegna sarà il 18 marzo (presso l'Accademia di Francia a Villa Medici, Roma) e vedrà protagonista lo scrittore e giornalista haitiano Dany Laferrière con il suo “Come far l'amore con un negro senza far fatica” (pubblicato in Italia da Dalai editore; disponibile su laFeltrinelli.it), una esilarante e feroce satira degli stereotipi e dei luoghi comuni del razzismo applicati alla vita sessuale in bianco e nero.

Il multiforme ventaglio del Festival offre perciò ad ogni amante della letteratura la possibilità di avvicinarsi ad una storia diversa.

Non resta, come spiegava Luigi Russo, che addentrarci in un mondo dove “dietro una letteratura c’è un gusto, una civiltà”.

Caterina M

© 2013 imieilibri.it


Il programma completo degli autori partecipanti a FFF 2013 è scaricabile qui (in pdf).

Qui è disponibile il calendario degli eventi nelle singole città coinvolte.

 


Evento organizzato da Institut français Italia, Ambasciata di Francia e pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...