Presentazione del “Manifesto del nuovo realismo” e di “Bentornata realtà”

redazione imieilibri.it Postato da redazione imieilibri.it in Eventi > incontri letterari > incontro con autori > presentazioni
Questo evento, inserito nell'ambito di Ciclo di Incontri “Leggere per non dimenticare”, si è tenuto il 20 febbraio 2013 presso la Biblioteca delle Oblate, Via dell'Oriuolo 26 (Firenze), alle 17:30.
L'evento...

A “Leggere per non dimenticare”
presentazione di
“Manifesto del nuovo realismo” e
“Bentornata realtà. Il dibattito sul nuovo realismo”

“La filosofia è il proprio tempo appreso col pensiero”
(Hegel)

Il nuovo incontro proposto dalla rassegna “Leggere per non dimenticare”, in programma per mercoledì 20 febbraio, presso la Biblioteca delle Oblate di Firenze, costituisce uno degli approfondimenti filosofici più attesi.

Maurizio Ferraris, autore de “Manifesto del nuovo realismo” e curatore -assieme a Mario de Caro- di “Bentornata realtà” introdurrà infatti il pubblico nei meandri di una delle discussioni scientifiche più infervorate degli ultimi decenni.

Il professor Ferraris, ordinario di filosofia teoretica presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Torino, è uno degli accademici più noti anche grazie alla sua attività divulgatrice, svolta ad esempio attraverso il programma televisivo Zettel-filosofia in movimento.
Il medesimo slancio comunicativo guiderà anche la presentazione del primo testo, “Manifesto del nuovo realismo” (edito da Laterza; acquista su laFeltrinelli.it), una sintesi degli ultimi vent’anni di lavoro con lo scopo di focalizzare alcune parole-chiave come emancipazione, illuminismo, decostruzione, critica.

Spesso infatti, anche nel linguaggio comune, usiamo parole come “verità” che sottendono invece una vasta gamma di significati e accezioni.
L’indagine è utile dunque non solo sul piano della pura filosofia, ma aiuta a capire alcuni concetti fondamentali e di uso quotidiano.

Il “nuovo realismo” si configura come un momento di rottura con i populismi mediatici, come una smentita dei dogmi fondatori del postmoderno: in una sorta di rinascita degli interessi reali, non ridotti a interpretazioni, questa corrente filosofica si è imposta nello scenario post 11 settembre/crisi economica riportando al centro della discussione la realtà in quanto tale.

Il secondo volume, “Bentornata realtà. Il dibattito sul nuovo realismo”  (edito da Einaudi; acquista su laFeltrinelli.it) raccoglie invece una serie di scritti, riuniti sotto l’egida del ritorno della filosofia come strumento interpretativo della realtà teorica e politica.
Una materia non confinata dunque al solo accademismo, ma in grado di cogliere ed analizzare i mutamenti di una società in continuo movimento. Il dibattito che ne scaturisce è dunque fruttuoso, ponendo al centro problematiche e soluzioni di interesse comune.

Le domande sollevate sono infatti cruciali: la realtà è modificabile? In quale percentuale? La verità è manipolabile o, addirittura, si tratta di un concetto inutile?
La sottile -e spesso difficile- distinzione tra ciò che è reale/naturale e ciò che invece è culturale/costruito guida perciò questo nuovo spazio della filosofia, pronto anche ad imporsi nelle grandi sfide etiche e politiche
.

Le nuove strade tracciate dimostrano quanto questa disciplina sia ben lungi dal morire, o dall’essere superflua: riscoprire il reale, e renderlo oggetto di discussione, pone degli interrogativi sentiti da ognuno di noi.

Del resto, riportando le parole di Helen Keller: “la crescita della filosofia è la storia della vita spirituale dell’uomo”.

Caterina M

© 2013 imieilibri.it

 


Evento organizzato da Comune di Firenze - Assessorato alla Cultura e curata da Anna Benedetti e pubblicato anche qui!

Ti piace questo post? Segnalalo ai tuoi amici...
o condividilo sul tuo Social Network...  
  • Share/Bookmark
Ti piace “imieilibri.it”? Faccelo sapere...
Sottoscrivi gli aggiornamenti de “imieilibri.it” su Facebook...

Scrivi la tua opinione su questo post...